Cronache‎ > ‎

Cronache 2011-2012

                                                           1^ FASE - GIRONE

 

1^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 14.10.2011
Partenza col botto per i panzer simalesi!
MOGORO – SIMALA 1-10
Formazione:
Cancedda, Concu, Sitzia, Diana (c.), Vizilio. A disp.: Sanna, Manca S., Manca G., Cabras D., Cabras A.;
Marcatori: 5’ Concu, 8’ Vizilio, 15’ Diana, 22’ Concu, 4’st. Manca S., 11’st. Concu, 12’ Vizilio, 18’st Diana, 21’st Concu, 24’st Vizilio, 25’st (M);
Mogoro. La prima di campionato comincia con l’anticipo in notturna del venerdì per il Simala di Mister Pusceddu. Pronti via e per cinque minuti i nostri subiscono subito l’iniziativa avversaria, ma è una progressione centrale di Concu che apre la danze e porta le aquile biancorosse subito in vantaggio. Ogni tentativo di reazione da parte dei locali risulta vano e dopo tre minuti il bomber Vizilio raddoppia raccogliendo un preciso assist di Sitzia; al 14’ lo stesso numero 5 simalese nel tentativo di raccogliere un pallone sul fondo si infortuna e viene sostituito dal diligente Cabras D. che si posiziona sulla fascia destra. Il Simala sembra comunque controllare agevolmente la gara e al 15’ una fuga del capitano Diana sulla sinistra si conclude con un preciso diagonale di sinistro, e siamo a 3! Il poker viene calato da una chirurgica punizione di Concu che insacca all’incrocio e chiude una prima frazione di calcio spettacolo per il Simala.
Nel secondo tempo Mister Pusceddu è bravo a far mantenere alta la concentrazione alla squadra, fa rifiatare Diana e Vizilio e inserisce i “Manca brothers”, è infatti proprio Manca S. che finalizza un veloce contropiede e insacca il gol della cinquina! Dopo almeno due prodigiosi interventi dell’esperto Cancedda la partita va avanti come un supplizio per i mogoresi, sono infatti due discese di Concu e Vizilio che in due minuti portano i nostri sul punteggio di 0-7. Siamo al 13’ quando Mister Pusceddu decide di dare spazio tra i pali al giovane Simone Sanna (classe 94) e sulla destra a Cabras A. spostando al centro il fratello Dario e mantenendo così un assetto sia offensivo che prudente. Arriviamo al 18’ quando dopo un bel intervento di Sanna lo stesso estremo difensore lancia subito Diana che con una puntata di sinistro insacca nell’angolo basso il gol numero 8. Pusceddu a questo punto inserisce Concu al centro e Vizilio all’attacco e saranno proprio questi ultimi che porteranno i nostri in doppia cifra. Siamo ormai ai titoli di coda, l’arbitro segnala alle due squadre un solo minuto di recupero ma è quanto basta per regalare Mogoro il meritato gol della bandiera. Alla fine sono solo strette di mano e complimenti per il Simala e per la sua ottima prestazione che fa già ben sperare.

 

 ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

2^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 22.10.2011
Mister Pusceddu cala il Poker…
SIMALA – NURAGUS 4-0
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras D., Vizilio; a disp.: Sanna, Sitzia, Manca G., Manca S., Cabras A.;
Marcatori: 18’ Manca S., 11’st Vizilio, 17’st e 22’st Manca S.;

Simala. Buon esordio casalingo per Mister Pusceddu e i suoi ragazzi contro un coriaceo Nuragus che lascia il comunale Sa Cruxi Manna col sacco pieno ma a testa alta. La gara comincia con le due compagini che sotto un sole cocente, nonostante l’autunno inoltrato, si studiano a vicenda, i simalesi non hanno fretta e lasciano sfogare gli ospiti che non disdegnano puntate offensive. In questa prima parte di gara il Simala gioca di rimessa e al 7’ Vizilio impegna con un tiro da fuori l’estremo avversario. Siamo al 13’ quando da sinistra Diana impegna il portiere del Nuragus che non trattiene il tiro ma sul successivo rimpallo i nostri prendono il legno, due minuti dopo Concu tenta una percussione centrale lasciando partire un forte destro che viene sventato in angolo. A questo punto Mister Pusceddu inserisce Stefano Manca che al secondo tentativo porta i nostri in vantaggio. A questo punto il gran caldo la fa da padrona e la prima frazione scorre via con poche emozioni.
Nella seconda frazione il “Mourinho di marmilla”, nonostante il vantaggio, decide di osare qualcosina in più e presenta una squadra ancora più offensiva con la coppia Manca S. – Vizilio che ha il compito di scardinare la difesa nuraghese. Siamo al 11’ quando da destra Sitzia taglia il campo e portandosi sul vertice sinistro attira a se due avversari regalando a Vizilio un assist al quale il bomber biancorosso non sa dire di no insaccando così il 2-0! I generosi nuraghesi a questo punto tentano il tutto per tutto e per ben due volte al 15’ e al 17’ e l’esperto Cancedda che sventa il pericolo neutralizzando prima un calcio di punizione e successivamente un forte diagonale da sinistra degli ospiti. In questa fase della gara troviamo due squadre molto lunghe e i contropiede si sprecano da tutte e due la parti, ma i simalesi dimostrano una indiscutibile superiorità tecnica e al minuto 17 Manca S. sfrutta al meglio una discesa del centrale Concu insaccando il 3-0. Sempre Concu due minuti dopo in una delle sue sortite trova un muro nell’estremo avversario ma è sempre Manca S. che con un preciso diagonale sigla il poker per il Simala e la sua tripletta personale. Un solo minuto di recupero e il direttore di gara, la Sig.ra Pinella Murgia, con un triplice fischio mette fine al calvario nuraghese… e tra sette giorni sarà derby!

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

3^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 29.10.2011
Al Simala il derby dell’alta marmilla!
SIMALA – NURAGUS 4-0
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras D., Vizilio; a disp.: Sanna, Sitzia, Manca G., Manca S., Cabras A.;
Marcatori: 11’ (A), 14’ Concu, 7’st (A), 18’st Cabras D., 23’st Concu;

Simala. In ogni derby che si rispetti non devono mai mancare le forti emozioni, un grande agonismo, le grandi parate, i veloci contropiede, gli interventi al limite, le proteste plateali.. ecc. ma per vincere un derby, molte volte, tutte queste componenti non bastano… serve una componente immateriale: il cuore!
Nella settimana della verità i simalesi scendono in campo con le giuste motivazioni, davanti trovano un avversario tosto, scorbutico che già dalle prime battute dà l’impressione di esser venuto a Sa Cruxi Manna per cercare di fare bottino pieno. La sorte nei primi minuti non aiuta sicuramente Mister Pusceddu che deve sostituire il bomber Vizilio per il riacutizzarsi di una brutta botta rimediata nella gara precedente; viene allora inserito sulla fascia sinistra Manca G. con Diana che fa il centrale d’attacco. Lo schema sembra reggere bene, i nostri vanno diverse volte al tiro ma la troppa generosità a volte non paga e gli azzurri sfruttando al meglio un veloce contropiede si portano in vantaggio facendo così esplodere le trombe della numerosa tifoseria albagiarese.
A questo punto il numeroso e competente pubblico nostrano capisce il momento difficile per i nostri e spinge i simalesi verso il pareggio; siamo infatti al 14’ quando l’esperto Mauro Marroccu è costretto a fermare Diana da tergo, la posizione è favorevole e Concu si appresta a battere la punizione, è un missile terra-aria quello che fa partire il centrale simalese ed ora ad esultare è il folto pubblico simalese! A questo punto Mister Steve fa rifiatare Diana inserendo Manca S. al centro dell’attacco. I minuti che seguono sono avvincenti e si arriva alla fine del primo tempo con le due compagini che non si risparmiano!
La seconda frazione comincia con Manca S. centrale, Diana e Sitzia sulle fasce e Concu al centro della difesa davanti a Cancedda; sarà proprio quest’ultimo a sventare il pericolo in più occasioni ma dovrà capitolare su una micidiale puntata del n°10 ospite… l’Albagiara è nuovamente in vantaggio!
Al 15’ Sitzia fa tremare la traversa con un bolide di sinistro, poi ci provano in serie Diana e Cabras D. ma l’estremo ospite si fa trovare pronto. La partita si fa incandescente e i falli da ambo la parti non mancano. Mister Pusceddu butta nella mischia Cabras A. e i due fratelli producono il massimo sforzo sulle fasce, è infatti una staffilata di Cabras D. che sorprende il portiere azzurro e regala alle aquile biancorosse il meritato pareggio. Tutto ormai lascia presagire un finale ai calci di rigore ma a due minuti dal termine Cabras D. lanciato a rete viene fermato fallosamente da Marroccu, sesto fallo e tiro libero per le aquile di marmilla… Mister Pusceddu come da copione invita Concu ad andare sul dischetto e il nostro centrale con una perfetta esecuzione fa esplodere tutto il popolo simalese presente a Sa Cruxi Manna! Durante i minuti finali la difesa simalese è un bunker, e il triplice fischio arriva come la manna dal cielo, l’incubo è finito, il derby è nostro, avanti un’altra!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

4^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 05.11.2011
La capolista scivola nel pantano di Genoni…
RED SCORPIONS – SIMALA 6-4

Formazione: Sanna, Vizilio, Diana (c.), Cabras D., Sitzia; a disp.: Manca G., Manca S., Cabras A.;

Marcatori: 16’ Vizilio, 7’-9’-13’-17’st (R), 18’st Cabras A., 20’st (R), 22st’ Manca G, 24’st (R), 25’st Vizilio;

Genoni. Nella quarta giornata di campionato il Simala si presenta al comunale di Genoni per confermarsi come prima forza del campionato, Mister Pusceddu manda in campo una formazione inedita con Sitzia centrale d’attacco e il giovane Simone Sanna tra i pali dal primo minuto. I biancorossi prendono subito le misure a Piredda e compagni, creando una sorta di gabbia attorno al centrale d’attacco genonese. Al 5’ Sitzia con una magia si libera dalla marcatura e serve Cabras D. sulla destra, l’esterno destro simalese superato il diretto avversario lascia partire un fortissimo diagonale che si stampa sul palo interno, peccato. Due minuti dopo è Sanna che deve salvare i nostri parando d’istinto un fendente di Piredda. La partita data la pioggia battente non è sicuramente spettacolare è infatti l’agonismo a farla da padrone sulla tecnica e si sa i simalesi preferiscono il fioretto alla clava… ma nonostante ciò i nostri al minuto 16 riescono a passare in vantaggio, Diana scende sulla sinistra e aspetta l’incrocio tra Sitzia e Vizilio, serve proprio quest’ultimo che supera in dribbling il capitano della Red Scorpions e infila con un sinistro chirurgico l’estremo difensore genonese, il Simala si porta così in vantaggio, che riuscirà a gestire con tranquillità fino alla termine della prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo nonostante le raccomandazioni di Mister Steve i nostri entrano in campo un pò molli e la Red Scorpions trova il pari con il suo centrale d’attacco che si libera sulla destra e lascia partire un diagonale sul quale nulla può il giovane Sanna. I nostri accusano il colpo e generosamente si portano avanti prestando il fianco ai veloci contropiede della Red che questa volta da sinistra infila per la seconda volta il Simala, 2-1 e tutto da rifare per i biancorossi che però non perdono la testa e si portano in avanti con Cabras A. che viene letteralmente steso nell’aria di rigore avversaria, questa volta però a perdere la testa è il direttore di gara che non fischia un sacrosanto rigore per i nostri che giustamente quanto ingenuamente si fermano a protestare mentre i padroni di casa in contropiede si portano sul 3-1. A questo punto le aquile simalesi sono furenti, saltano tutti gli schemi e il campo da gioco diventa un flipper! La Red Scorpions si porta sul 4-1, i nostri non mollano e accorciando le distanze con Cabras A., sfiorano il gol in diverse occasioni, ma forse non è giornata infatti sempre il Sig. Arbitro vede un rigore anziché un tuffo in piscina di Piredda e i genonesi si potrano avanti di tre reti. Tutto lascerebbe presagire ad una goleada ma non è così e la generosità dei simalesi si concretizza con altre due reti prima di Manca G. e poi di Vizilio, la partita finisce con un Simala che esce dal comunale di Genoni comunque a testa alta e con un Mister Pusceddu che non si farà certo pregare per centrare i prossimi tre punti.. molte volte infatti l’aquila ferita è ancora più propensa a tirar fuori gli artigli!

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

6^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 19.11.2011
…quando un punto è meglio di niente

SIMALA – NURRI 1-1 (1-4 d.c.d.r.)
Formazione:
Sanna, Concu, Diana (c.), Cabras A., Pusceddu B.; a disp.: Manca S.;
Marcatori: 15’ Diana, 17’st (N);

Simala. Dopo il rinvio a data da stabilirsi della gara contro il Sini della settimana scorsa il Simala ha voglia di riprendersi dalla sconfitta in quel di Genoni. Mister Pusceddu deve però fare i conti con un Nurri che a detta di molti dovrebbe essere una delle prime forze del campionato e con una rosa dimezzata dagli infortuni (vedi Cancedda, Cabras D., Sitzia, Manca G., Vizilio). Pronti via e i nostri partono col piglio giusto, ben disposti in campo con Pusceddu Battista che al centro dell’attacco già al 3’ scalda le mani all’estremo ospite. Cabras A. sulla destra si rende pericoloso al 5’ con un diagonale che esce di poco al lato. Il Nurri è squadra ostica dotata di buona tecnica e grinta da vendere e al 10’ con una splendida azione corale finalizzata da Orrù sfiora il vantaggio, è infatti il nostro Sanna che con un prodigioso intervento riesce a deviare in angolo. Il Simala in questa fase della gara gioca di rimessa e al 12’ con un veloce contropiede si fa pericolosa con il suo numero 11 Pusceddu detto “Rombo di tuono” che scaglia un autentico missile che solo il palo riesce a fermare… peccato! Ora i nostri prendono coraggio e pian piano mangiano il campo agli avversari, siamo infatti al 15’ quando capitan Diana supera un avversario sulla fascia sinistra e accentrandosi lascia partire una micidiale puntata che sorprende il portiere nurrese …gol! Siamo in vantaggio! La reazione del Nurri non tarda ad arrivare e i minuti finali del primo tempo sotto una pioggia incessante sono entusiasmanti, con due squadre che devono combattere anche contro le numerose pozzanghere che vengono a formarsi. Siamo ormai a due minuti dalla fine della prima frazione quando Pusceddu solo in contropiede forse pretende troppo e cercando di scartare il portiere non riesce a concludere in rete.
Durante l’intervallo Mister Steve manda in campo Manca S. che subito si posiziona alto al centro per sfruttare i rinvii di Sanna, i nostri soffrono non poco le veloci percussioni centrali del capitano ospite che in più di una occasione impegna il giovane Sanna. All’ 11’ è Concu che si porta in avanti ma il suo destro viene respinto dal portiere nurrese che sembra proprio in giornata di grazia anche un minuto dopo quando devia in angolo il destro di Cabras A.. Non riusciamo a raddoppiare e nel calcio si sà gol mangiato… proprio così al minuto 17 (che coincidenza!) il capitano del Nurri scende sulla sinistra e lascia partire un destro micidiale che si insacca alle spalle di Sanna, 1-1 e tutto da rifare. I nostri però col passare dei minuti accusano stanchezza e nervosismo, arriva infatti il primo cartellino giallo della stagione e a farne le spese è Cabras A.. Il nostro mister capisce il momento difficile e chiede alla squadra un ultimo sforzo per portare a casa un importante, a questo punto, pareggio. Quando il direttore di gara fischia la fine i giocatori in campo sono stremati ma aspettano loro i calci di rigore, il portiere ospite sembra un extraterrestre e neutralizza i tiri di Concu, Pusceddu e Manca, non basta purtroppo la bella parata di Sanna su Orrù finisce 1-4. Quando si dice …un punto è meglio di niente.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

7^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 26.11.2011
Mister Steve spariglia il settebello…
POMPU – SIMALA 3-13
Formazione:
Sanna, Vizilio, Diana (c.), Cabras A., Pusceddu S.;
Marcatori: 5’- 8’ Pusceddu S., 10’ (P), 15’ Cabras A., 20’ Pusceddu S., 1’st (P), 4’-9’st Pusceddu S., 11’st Diana, 13’st Cabras A., 15’ Diana, 17’st Vizilio, 19’st Diana, 21’st Pusceddu S., 23’st (P), 25’st Pusceddu S.;

Baradili. In attesa del completamento del campo di calcio a 5 la squadra del Pompu gioca la sue partite casalinghe al comunale di Baradili, campo di nuova generazione che i Simalesi conoscono molto bene; due però sono le gatte da pelare per Mister Pusceddu, l’assenza dovuta a infortuni e impegni improrogabili di Cancedda, Sitzia, Zuddas, Cabras D., Concu, Pusceddu B., Manca S. e Manca G. …proprio così, 8 uomini su cui il nostro Mister non potrà contare. Gli uomini a disposizione rimangono quindi Sanna, Diana, Vizilio e Cabras. Manca dunque un uomo da schierare (seconda gatta da pelare), magari una punta, visto che Vizilio dovrà sacrificarsi al centro della difesa, e chi se non il nostro Mister in una situazione d’emergenza come questa ha le carte in regola per mettersi in gioco? Detto fatto! Quando le due compagini scendono in campo il Simala si presenta con il suo mancino che più di vent’anni or sono faceva parte proprio delle giovanili del Pompu. Ma questa è storia calcistica, torniamo dunque ai giorni nostri… proprio il Pompu viene da una vittoria esterna in quel di Nuragus e ha una gran voglia di riuscire a battere per la prima volta nella sua storia i “vicini” di simalesi. Pronti via e il Simala sfiora il vantaggio con Cabras A. che impegna subito Pala in un difficile intervento. Siamo al 5’ quando Vizilio serve un pallone d’oro al Mister… scusate a Pusceddu S. che senza pensarci due volte fa secco l’estremo del Pompu 0-1! Ormai il nostro mister bomber si è calato nella parte e dopo 2 minuti arriva la doppietta 0-2. Il Pompu non ci sta e in questa fase della gara vede premiati i suoi sforzi grazie ad un perfetto diagonale del centrale d’attacco, si va dunque sul 1-2, i nostri accusano il colpo e i le percussioni degli esterni pompesi si fanno più pressanti e proprio in una di queste che si scaldano gli animi, sono infatti i padroni di casa ad inveire nei confronti del direttore di gara per la mancata concessione di un calcio di rigore su un “presunto” tocco di mani di Diana, ci pensa però Cabras A. a smorzare i toni e con una veloce discesa sulla destra porta i nostri sul 1-3. A chiudere virtualmente la prima frazione è invece Pusceddu S. che al 20’ insacca di “destro” all’incrocio dei pali.
Il secondo tempo comincia con un Pompu volenteroso che già al primo minuto accorcia le distanze ma nulla può fare contro il calcio “samba” dei nostri che grazie a due siluri mancini al 4’ e al 9’, di Pusceddu S. si portano sul 2-6. Oggi il nostro Mister è scatenato e in 4 minuti serve tre assist: all’11’a Diana che senza pensarci 2 volte insacca, al 13’ tocca a Cabras A., e al 15’ è nuovamente Diana a portare il Simala sul 2-9. Ormai è goleada e anche Vizilio vuol mettere la sua firma, siamo infatti al 17’ quando con una bomba di destro ci porta a quota dieci. Non è finita, Diana da sinistra allarga per Cabras che chiude un gran triangolo e permette al nostro capitano di depositare in rete. I minuti finali servono ai nostri per mandare altre due volte in rete Pusceddu S. che per il suo settimo gol riesce addirittura a scartare il portiere avversario! I numerosi sostenitori simalesi che hanno seguito la squadra anche in trasferta ricorderanno questa come la partita del “settebello di Mister Steve” che con grande spirito di gruppo si è messo a disposizione della squadra in un momento difficile. Un buon esempio per tutti!

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

9^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 10.12.2011
Mister Steve spariglia il settebello…
VILLANOVAFORRU – SIMALA 2-8
Formazione:
Sanna, Concu, Diana (c.), Manca G., Manca S.; a disp.: Sitzia, Cabras A.,
Pusceddu B.;
Marcatori: 5’ Manca S., 9’-13’ Concu G., 18’ Pusceddu B., 24’ (V), 3’st Pusceddu B., 7’-11’st Concu, 12’st (V), 18’st Manca S.;

Villanovaforru. Dopo il turno di riposo dell’ottava giornata il Simala si presenta sul campo di Via delle Grotte di Villanovaforru con l’intenzione di portare a casa tre punti fondamentali e chiudere il girone di andata nelle posizioni che contano dal momento che all’appello manca la sfida di Sini che quasi sicuramente verrà disputata sotto il Natale. I ragazzi di Mister Pusceddu si presentano in campo col classico completo biancorosso mentre il Villanovaforru in completo azzurro. Il cielo è terso e, si sà, i nostri senza pioggia vanno a 1.000 all’ora. Proprio così già dai primi minuti è un assedio e le aquile biancorosse con quattro punti di vantaggio, in classifica sui padroni di casa conoscono benissimo l’importanza della partita odierna e della possibilità di andare a +7 dalla quinta forza del campionato, infatti quest’anno saranno le prime quattro squadre ad accedere alla seconda fase e il nostro (momentaneo) terzo posto fa già ben sperare.
Ma scendiamo in campo con i nostri ragazzi che hanno poca voglia di perdersi in chiacchiere, soprattutto il “Pato simalese” Manca G., che già al 5’ con un’azione travolgente e resistendo alla carica di un avversario con un destro chirurgico fa secco l’estremo del Villanovaforru e porta il Simala in vantaggio. Il pubblico locale si fa sentire e incita i suoi ma il giovane Sanna sventa per ben due volte i siluri del centrale d’attacco degli azzurri. Concu è in giornata e in una delle sue discese si inserisce sulla destra e trafigge il numero uno avversario con un bel diagonale, al 13’ Diana apre sulla destra sempre per Concu e la doppietta personale per il tenace difensore arriva puntuale e ci porta sullo 0-3! A questo punto Mister Steve inserisce Pusceddu B. per Manca S. e il numero 11 simalese dopo pochi minuti raccoglie un’apertura di Diana sulla sinistra e fatto secco un avversario realizza lo 0-4 con una bomba di sinistro. Siamo ormai al 20’ quando il Mourino di marmilla inserisce l’esperto Sitzia, al rientro dopo un mese di infortunio, per Diana, i nostri passano così ad un assetto molto offensivo e Manca G. si fa notare con due pregevoli conclusioni dalla distanza, la gara ormai è in discesa e a poco serve, a un minuto dalla fine, il gol dei padroni di casa. Nella seconda frazione Cabras A. prende possesso della fascia destra con grande diligenza e acume tattico, non disdegnando percussioni offensive, una di queste libera Pusceddu B. sulla sinistra, doppio passo siluro mancino e la “manita” è servita, 1-5! I padroni di casa sono allo sbando ma Concu è una vecchia volpe e senza pietà nel giro di quattro minuti realizza altre due reti in fotocopia calando così il suo personalissimo poker! A poco servirà dopo un minuto per i padroni di casa trovare la seconda rete, sarà infatti nuovamente il nostro n.9 Manca G., a chiudere le danze e portarci a quota 16 in classifica. Il nostro Mister può essere soddisfatto del lavoro fin qui svolto e per la partita casalinga contro il Mogoro potrà contare su una rosa in buona salute.

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

1^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 17.12.2011
…la difesa più forte del campionato!
SIMALA – MOGORO 7-0
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras A., Pusceddu B., a disp.: Sanna, Manca G., Manca S., Sitzia;
Marcatori: 5’ Pusceddu B., 9’-17’-20’ Concu, 12’st Concu, 18’st Cabras A., 22’st Pusceddu B.;

Simala. Tutti i migliori allenatori hanno costruito le loro fortune partendo da difese imperforabili, che resistevano nelle partite più difficili e non si rilassavano in quelle meno complicate. L’importanza della difesa. Ebbene si il nostro mister la conosce molto bene e partita dopo partita riesce a renderla sempre più imperforabile, i numeri dicono che nonostante il terzo posto in classifica il Simala ha subito 15 gol ovvero la metà delle reti subite dalla capolista Red Scorpions di Genoni e ben 5 in meno del Sant Eulalia di Cagliari (capolista nel girone A); non importa che altre squadre, magari meno blasonate della nostra, vadano a segno più dei biancorossi, quel che importa nello sport di squadra è non prenderle e le aquile simalesi hanno sicuramente ben chiaro il concetto!
Ma veniamo alla cronaca di questa prima giornata del girone di ritorno, pomeriggio ventilato e cielo sereno a Sa Cruxi Manna, si contano una cinquantina di spettatori per quello che qui viene considerato un derby, sempre grande rispetto e tanto fair play tra Simala e Mogoro, fuori e dentro il rettangolo di gioco. Sarà infatti una partita correttissima. Ore 15:30 in punto e il direttore di gara da il fischio d’inizio, simalesi subito in avanti con Cabras che lancia Pusceddu sulla sinistra, il centrale biancorosso prova un diagonale di sinistro che sfiora l’incrocio. Al 3’ è Concu che con un fendente da destra colpisce il palo, è già assedio, Diana si porta in avanti sulla sinistra, servendo Pusceddu, quest’ultimo non si fa pregare e mira all’angolino, 1-0 e palla al centro. Concu può dormire sogni tranquilli grazie a Diana e Cabras che coprono le sue incursioni, le licenze offensive non si contano e il n. 3 simalese al 9’ raddoppia chiudendo un veloce triangolo con Pusceddu. Da qui in avanti le iniziative mogoresi saranno limitate dalla nostra difesa e da un super Cancedda che al 15’ deve intervenire con un autentico colpo di reni per togliere un preciso diagonale terra-aria dall’incrocio dei pali. La pressione ospite viene però vanificata dal solito Concu che al minuto 17 insacca il terzo gol per il Simala. Ora Mister Pusceddu capisce che la gara ha solo da prender sonno e chiede ai suoi di far girare la palla coprendo tutti gli spazi senza dare punti di riferimento agli ospiti, inserisce così Manca S. in avanti chiedendogli di fare da sponda ai compagni; il Pato simalese non si fa pregare e già dopo pochi minuti riesce a portarsi due difensori al seguito creando lo spazio giusto per Concu che come un falco insacca il 4-0 chiudendo così la prima frazione. Dopo un the caldo il Simala si presenta con Sitzia e Manca G. sulle vie esterne, i due si trovano a memoria nel rombo di Mister Steve e più di una volta non disdegnano le conclusioni dal limite impegnando l’estremo mogorese e dando la possibilità al solito Concu di andare al tiro, così infatti viene servita la “manita” proprio da quest’ultimo che supera nuovamente la difesa avversaria. Il Mourinho della marmilla a questo punto mescola nuovamente le carte, inserendo Sanna per Cancedda, spostando Diana al centro della difesa, Sitzia sulla sinistra, Cabras a destra e facendo rifiatare Manca S. e Concu, pochi minuti e il punteggio assume proporzioni tennistiche, è infatti Diana che scende sulla destra e con una precisa apertura serve a Cabras il pallone del 6-0. Ma non è finita, dopo una bella parata del giovane Sanna, ancora Pusceddu questa volta da sinistra chiude i giochi e di sinistro cala il settebello. Di sicuro il nostro Mister questo Natale potrà tranquillamente mangiare pandoro e panettone. Auguri a tutti!

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

2^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 07.01.2012
Goleada dei simalesi in quel di Nuragus!
NURAGUS – SIMALA 0-8
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Manca G., Vizilio; a disp.: Sanna, Sitzia, Manca S., Cabras A., Pusceddu B;
Marcatori: 5’ Diana, 12’ Pusceddu B., 18’ Manca G., 4’st Manca S., 12’-17’st Pusceddu B, 21’st Diana, 25’st Pusceddu B.;

Nuragus. La seconda partita del girone di ritorno vede il Simala protagonista in quella Nuragus che lo scorso anno ha lasciato un brutto ricordo ai nostri ragazzi, i locali infatti riuscirono ad imporsi ai calci di rigore dopo aver raggiunto il pari solo nei minuti di recupero, forse i simalesi in quell’occasione sottovalutarono l’avversario e ne pagarono le conseguenze. Le festività natalizie però sono servite al Presidente Diana e a Mister Pusceddu non solo per fare il punto della situazione ma soprattutto per tenere alta la concentrazione di un gruppo che negli ultimi anni è stato capace di raggiungere storici risultati ma che a volte sul più bello è riuscito (purtroppo!) a perdere la testa. Questo per la dirigenza vuole essere un anno importante per la crescita di un gruppo che pian piano cerca di diventare una vera squadra, un gruppo che d’ora in avanti dovrà sempre imporre il suo carattere, soprattutto in quelle partite che spesso nel passato si sono sottovalutate.
Il Simala si presenta a questa trasferta con i ranghi praticamente al completo e già dai primi minuti gli spettatori presenti al Comunale di via Lixius capiscono che i simalesi non faranno sconti. Subito Vizilio scalda le mani all’estremo nuraghese che deve impegnarsi in un autentico colpo di reni per deviare in angolo l’isidioso fendente dell’attaccante biancorosso, al terzo è Concu che scende sulla destra e dalla distanza sfiora di poco il palo. La pressione dei simalesi mantiene arretrata la difesa ospite che, questa volta da sinistra, viene infilata da Diana che superato un difensore avversario si accentra e lascia partire un destro che si infila sotto l’incrocio, 0-1! Dopo il gol i nostri giocano un buon calcio e l’inserimento di Pusceddu vivacizza le giocate biancorosse, è infatti proprio il nostro numero 11 che tenta più volte di superare la difesa nuraghese con pregevoli giocate e proprio in una di queste fa secco l’estremo ospite che viene superato da un fendente mancino che ci porta sullo 0 a 2. Manca G. dopo diverso tempo viene schierato dal primo minuto e dimostra subito di essere in palla, serve assist e tenta conclusioni dal limite sfiorando diverse volte il tezo gol che giunge finalmente al minuto 18 grazie ad un chirurgico diagonale dalla fascia destra che chiude così la prima frazione di gioco. Nella ripresa i simalesi pur gestendo con saggezza il risultato continuano a macinare gioco, Sitzia e Cabras sfiancano il Nuragus sulle fasce ma è Manca S. che con una travolgente azione in contropiede si beve la difesa locale e timbra il cartellino ricevendo i meritati applausi dei coraggiosi sostenitori simalesi che senza timore, pur di sostenere il Simala, hanno affrontato il freddo di Nuragus, tra questi anche Gianmarco Atzei, storico portiere delle stagioni passate. Al 12’ è ancora Pusceddu che con una prodezza di sinistro ci porta sullo 0 – 5, ma non basta.. infatti è sempre lo scatenato mancino che dopo pochi minuti trova il sesto gol grazie ad un assist al bacio di Manca G.. I nostri a questo punto si divertono e Sitzia sfiora nuovamente la rete dopo un pregevole sombrero sul difensore avversario, rete che giunge puntuale col capitano Diana che in contropiede sigla il settimo gol, ma oggi ai simalesi non basta il settebello e Pusceddu gonfia nuovamente il sacco mettendo così fine ad un calvario per i nuraghesi.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

3^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 14.01.2012
…il più grande spettacolo del week end!
ALBAGIARA – SIMALA 4-4 (7-6 d.c.d.r.)
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras A., Manca S.; a disp.: Pusceddu B., Sitzia, Manca G.,
Marcatori: 2’(A), 11’ Concu, 15’(A), 21’ Concu, 8’st (A), 15’st (A), 22’st Concu, 25’st Pusceddu;

Escovedu. Il Simala nella terza giornata del girone di ritorno si presenta sul campo comunale di Escovedu, dove l’Albagiara disputa le sue partite casalinghe, con una squadra rimaneggiata viste le assenze di Sanna, Vizilio e Cabras D.. Già la partita di andata dove i biancorossi simalesi si imposero per 3-2 al fotofinish diede modo di apprezzare le qualità dell’Albagiara, una squadra molto tecnica e veloce che cerca sempre di imporre il suo gioco. Quasi un centinaio di spettatori si presentano al comunale per sostenere le due compagini. Il derby è sempre una partita molto attesa e i primi minuti sono quelli in cui le squadre si studiano a vicenda, ma questa volta non sarà così!
Fischio d’inizio con i padroni di casa subito in avanti, passaggi veloci e possesso palla che estenua psicologicamente i nostri, i quali capitolano già al secondo minuto su un angolatissimo siluro del centrale difensivo sul quale l’esperto Cancedda non può fare il miracolo, 1-0 e palla al centro. Il Simala sembra stordito e si chiude a catenaccio, i giocatori dell’Albagiara spuntano da tutte le parti e Cancedda è chiamato agli straordinari in diverse occasioni. I nostri hanno comunque il pregio di mantenere la calma aspettando eventuali distrazione dei locali, e infatti dopo tre angoli consecutivi riusciamo ad infilare il portierone dell’Albagiara grazie ad un preciso tiro di Concu che trova la giusta coordinazione e riporta la gara in parità. A questo punto il Simala si risveglia e mantiene il pallino del gioco per diversi minuti, l’occasione più ghiotta capita nei piedi di Pusceddu B. appena subentrato ad un buon Manca S., il numero 11 riesce addirittura a scartare l’estremo locale ma la sua conclusione sfiora il palo, peccato! Passa appena un minuto e i padroni di casa, con un’azione fotocopia al primo gol, siluro a fil di palo, raddoppiano e si portano sul 2-1. Il Simala però non ci sta e prima con Cabras poi con Manca G. sfiora il pareggio, ma è ancora Concu che al minuto 21 con uno splendido siluro di interno destro riequilibra la gara. Nei restanti minuti segnaliamo una pericolosa entrata da tergo di Mauro Marroccu su Pusceddu B. che costerà al difensore un cartellino giallo e l’uscita dal campo per uno stiramento, l’episodio chiude di fatto la prima frazione di gioco dando la possibilità agli atleti di rifocillarsi con un thè caldo.
Nel secondo tempo il Simala riesce a gestire meglio la situazione e le conclusioni dal limite di Diana, Puseddu e ancora di Cabras impegnano seriamente il portiere avversario. In questa fase della gara l’Albagiara soffre le sortite simalesi e in diverse occasione è costretta a difendere con tutti gli uomini, oggi però la dea bendata non ci sorride e una conclusione dell’ottimo Marco Marroccu dopo una deviazione spiazza Cancedda il quale con un autentico colpo di reni riesce a respingere il pallone sulla linea ma giuge da sinistra la punta dell’Albagiara che più lesta di tutti sigla il 3-2. Ma come se non bastasse a tagliare le gambe ai nostri arriva dopo pochi minuti l’autogol di Manca G. che cercando di anticipare la punta avversaria con uno sfortunato colpo di testa infila l’incolpevole Cancedda. Siamo sotto di due gol e continuiamo a subire le puntate di un Albagiara mai domo. Ma il Simala in quanto ad esperienza non è secondo a nessuno, e più di una volta è riuscita a mescolare le carte e confondere gli avversari, Sitzia passa così nel ruolo di centrale difensivo, Concu viene spostato sulla destra mentre Diana e Pusceddu si posizionano all’attaccco, e a questo punto tentiamo il tutto per tutto! Siamo al 22’ quando Sitzia, dal centro, vedendo Concu partire sulla destra gli serve un pallone “al bacio” il successivo diagonale dell’esperto difesore simalese è chirurgico e si infila alla destra del portiere, si va così sul 4-3 in una partita da non consigliare ai deboli di cuore, nei minuti finali i simalesi si trasformano in dimonios e i difensori dell’Albagiara devono ricorrere alle maniere forti per fermare le nostre avanzate, per la seconda volta infatti il direttore di gara è costretto a tirar fuori il cartellino giallo e redarguire la difesa locale. La successiva punizione di Pusceddu è fuori di un niente. Arriviamo al quando 23’ Sitzia verticalizza per Diana che liberatosi del marcatore diretto punta il portiere superandolo in uscita con un leggero pallonetto, il pallone sembra ormai entrare in porta, qualcuno già esulta ma un prodigioso intervento, in scivolata, sulla linea di porta del difensore albagiarese tiene ancora sotto i simalesi, la partita che stiamo raccontando regala emozioni forti, in campo saltano tutti gli schemi e i simalesi ormai non giocano più col pallone ma con il cuore, sono scatenati e fino all’ultimo cercano di chiudere una rimonta che pareva insperata, si arriva così all’ultimo minuto quando Sitzia sempre dal centro imposta l’azione servendo Diana sulla sinistra, quest’ultimo superato Marroccu tocca per Pusceddu che in un primo momento sembra voler chiudere il triangolo, ma la tentazione per il numero 11 è tanta, e difatti il mancino simalese carica il suo potente sinistro, quello che segue è un autentico missile terra-aria che, quasi spinto dallo sguardo dei sostenitori simalesi va ad infilarsi nell’angolo alto alla sinistra del portiere. Signori il 4-4 è servito, la tenacia, il coraggio e l’arguzia delle aquile simalesi che con gli artigli riagguantano una partita che sembrava ormai persa hanno avuto la meglio sugli avversari. A questo punto sul campo di Escovedu scende il gelo, i sostenitori locali vedono volar via quei tre punti che sembravano ormai già in cassaforte, l’Albagiara dovrà ancora una volta rimandare il gusto della vittoria contro gli avversari simalesi.
Quando il direttore di gara fischia la fine i primi a complimentarsi con i nostri sono proprio gli avversari e gli applausi del numeroso quanto corretto pubblico la dicono lunga sulla qualità dello spettacolo andato in scena in quel di Escovedu. Quel che rimane è la solita formalità dei calci di rigore, per il Simala la lotteria dai 6 metri rimane come sempre stregata, Concu fuori di un niente, Pusceddu e Cabras fanno centro, il tiro di Manca G. viene parato dall’estremo locale e la bomba di Sitzia fa tuonare la traversa! Dei locali il solo errore sarà quello dell’ottimo Marco Marroccu gli altri compagni timbrano tutti il cartellino. A fine gara il presidente Ferruccio Diana e il dirigente Gabriele Scanu si dicono soddisfatti per la prova d’orgoglio dei loro ragazzi, quello strappato ad Escovedu rimane infatti un punto importante per i giovani simalesi i quali mantengono ben saldo il secondo posto in classifica al cospetto degli avversari storici della Red Scorpions di Genoni che proprio nella prossima giornata si presenteranno a Sa Cruxi Manna per quello scontro al vertice che ormai da anni viene definito “un classico” nel girone del Medio Campidano. Che vinca il migliore!

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

4^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 21.01.2012
Scontro al vertice amaro…
SIMALA – RED SCORPIONS 0-2
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Sitzia, Pusceddu B.; a disp.: Sanna, Cabras A., Manca G.;
Marcatori: 15’ (R), 13’st (R);

Simala. A volte non è semplice fare la cronaca di una partita come quella che è andata in scena sabato pomeriggio a Sa Cruxi Manna. Si sa che la Red Scorpions di Genoni è una squadra costruita per puntare al titolo regionale, da ottobre ha vinto regolarmente tutte le partite fin qui disputate senza cedere un solo punto alle avversarie, dal canto suo il Simala non perde una gara interna dallo scorso campionato, e nonostante qualche pareggio di troppo, mantiene ben saldo il secondo posto in classifica, insomma ci sono tutti i presupposti per assistere ad una bella sfida d’alta classifica.
Allo scoccare delle 15:30 il direttore di gara fischia l’inizio di una gara che vede subito i biancorossi simalesi aggredire gli avversari, già al 3’ Concu parte dal centro e in slalom supera due avversari concludendo fuori di un niente, due minuti dopo è Sitzia che tenta dalla distanza ma il portiere genonese sventa in angolo, al 7’ Concu dal centro serve Diana che supera un difensore e conclude di punta ma l’estremo ospite respinge a pugni chiusi; dall’angolo che scaturisce è ancora Concu a tentare la conclusione ma è ancora una volta il numero uno ospite a sventare il pericolo. In questa fase della gara le generose sortite dei simalesi prestano spesso il fianco alle veloci ripartenze della Red Scorpions e alle conclusioni del suo esperto attaccante Piredda che Cancedda e compagni riescono più volte a sventare. La partita in questa fase è equilibrata, i valori in campo si equivalgono e le importanti assenze di Vizilio e Cabras (per ora…) non si fanno sentire, è nuovamente Concu infatti che, dopo aver tamponato una pericolosa incursione di Piredda, parte palla al piede in contropiede e superato il centrocampo serve sul vertice sinistro della trequarti Pusceddu, il numero 11 biancorosso porta il pallone sul sinistro ma è ancora una volta provvidenziale un’uscita a valanga dell’estremo genonese. Nel suo momento migliore però la compagine simalese capitola, e al minuto 15 un veloce contropiede dei genonesi fa calare il gelo sul comunale, 0-1 e gara tutta in salita. A questo punto Manca G. e Cabras A. sostituiscono Pusceddu e Sitzia ma nei minuti che seguiranno saranno la forza fisica e il cinismo dei genonesi a farla da padrona.
Il secondo tempo si apre con i biancorossi che navigano a vista mentre la pressione della Red Scorpions si fa sempre più continua. Il Simala è come un pugile stordito e in ben tre occasioni è l’esperto Cancedda che riesce a sventare il colpo del ko! Oggi neanche il minuto 13 ci porta bene e il pugile da stordito passa a “suonato” è infatti un implacabile Piredda che in un fazzoletto di campo riesce ad addomesticare la palla e come un fulmine far secco Cancedda chiudendo di fatto la gara. I simalesi, a testa bassa, tentano fino alla fine con le conclusioni di Manca al 19’ e Cabras al 22’ di accorciare la distanze ma oggi la dea bendata non è dalla nostra parte e il risultato non cambierà fino al fischio finale. Una dura lezione per il Simala che dovrà sicuramente fare il mea culpa per gli errori commessi e per una preparazione fisica che in alcuni giocatori ha lasciato a desiderare. Forse una sconfitta arrivata al momento giusto che vede i nostri ragazzi comunque in tempo per rimboccarsi le maniche e continuare a lottare in un campionato sicuramente ancora aperto ma sempre pieno di insidie, la prossima partita casalinga contro il Sini sarà una di queste e come dice il detto: “uomo avvisato…”.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

5^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 28.01.2012
Simalesi a valanga sul Sini!
SIMALA – SINI 16-0
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Manca G., Manca S.; a disp.: Sanna, Sitzia, Pusceddu B., Cabras A.,
Marcatori: 3’-5’ Manca S., 12’ Concu, 16’-19’ Manca G., 23’ Sitzia, 2’-6’st Cabras, 9’st Sitzia, 11’-13 st Pusceddu, 15’st Diana, 17’st Manca G., 21’st Sitzia, 23’st Cabras, 25’st Pusceddu;

Simala. “…mezzo salvato!” Ebbene si nonostante la pesante vittoria e la copiosità di reti rimane ancora impressa la sconfitta casalinga contro la capolista Red Scorpions… una sconfitta che deve far riflettere. I tre punti contro la San Paolo Sini sono importantissimi per i simalesi in quanto allontanano una possibile concorrente dai primi quattro posti che danno accesso alla seconda fase. Il Simala ha sicuramente avuto il merito di entrare in campo concentrata e decisa a far sua la posta in palio, dall’altra parte una squadra che nonostante esser passata immediatamente in svantaggio ha deciso di giocare una partita aperta rischiando il tutto per tutto, e chi conosce il calcio a cinque sa che spesso e volentieri ogni singolo errore viene immediatamente punito.
La cronaca visto il cospicuo numero di reti sarà sintetica e veloce, apre le marcature Manca S. con una splendida doppietta, a seguire è il mai domo Concu a trafiggere la difesa ospite, poi Manca G., ultimamente in gran spolvero, che in quattro minuti mette a segno due reti di pregevole fattura siglando di fatto la “manita”. Il primo gol stagionale arriva anche per Sitzia che chiude con punteggio tennistico la prima frazione, 6-0.
Il secondo tempo si apre con un Sini allo sbaraglio e subito Cabras ne approfitta con un uno-due micidiale, segue Sitzia che di sinistro indovina l’angolo, ma a proposito di mancini c’è spazio anche per Pusceddu che non sta sicuramente a guardare e in tre minuti tira due colpi di cannone. Al 15’ anche Diana fa il mancino e servito da Pusceddu sigla il 13-0. Ma non basta infatti seguono a ruota, Sitzia che porta a casa la sua tripletta personale, Cabras che dopo una bella discesa chiude con un pregevole diagonale e Pusceddu che firma l’ultimo gol della gara con una apprezzabile palombella.
Il Simala si porta così a quota 26 punti mantenendo un importante secondo posto in classifica accanto ad un Nurri che proprio sabato 4 febbraio andremo ad affrontare in trasferta, sarà una partita difficilissima in quanto già nella partita di andata i nurresi diedero un saggio del loro valore, si tratta infatti di una squadra tecnicamente molto valida, grintosa e ben disposta in campo. La posta in palio potrebbe essere un secondo posto solitario nel girone ma la cosa a cui tengono di più il Presidente Diana e Mister Pusceddu sarà come sempre quel fair play e quel rispetto per compagni, avversari e pubblico che ha sempre contraddistinto la compagine simalese. Non resta allora che fare alla squadra un in bocca al lupo e viste le negative previsioni metereologiche augurarci che il tempo quantomeno per il fine settimana sia clemente e risparmi alle due compagini l’acquazzone dell’andata.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

7^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 11.02.2012
…esordienti alla ribalta!
SIMALA – POMPU 12-5
Formazione:
Sanna, Vizilio, Diana (c.), Sitzia, Pani; a disp.: Cabras A., Pusceddu D.,
Marcatori: 5’ Diana, 7’-10’(P), 13’ Vizilio, 15’ Sitzia, 18’ Diana, 20’(P), 22’-25’ Pusceddu D., 3’st Cabras, 7’st
Sitzia, 12’st Diana, 15’st(P), 18’st Pusceddu D., 20’st(P), 22’-25’ st Vizilio.

Simala. Dopo la sosta forzata a causa delle avverse condizioni climatiche della scorsa settimana, il Simala di Mister Pusceddu riprende la sua rincorsa al vertice a suon di goals contro un Pompu fanalino di coda del girone ma come sempre combattivo quando si tratta di giocare il derby. Come spesso si è detto in passato infatti i vicini pompesi non hanno mai vinto contro il Simala in una partita ufficiale e questo fattore ha sempre dato vita ad una sana rivalità tra le due compagini. Il pomeriggio soleggiato attutisce il vento freddo che spazzola il campo de Sa Cruxi Manna, gli spettatori nonostante i 5 gradi sono comunque numerosi e soprattutto incuriositi dalle convocazioni a sorpresa da parte di Mister Steve dei due juniores Federico Pani e Danilo Pusceddu, che con un pizzico di emozione affrontano il riscaldamento pre-partita.
Quando alle 15.30 in punto il direttore dà il via alla gara troviamo al centro dell’attacco simalese il giovane Pani che passata l’emozione si fa valere tra la difesa ospite con spunti pregevoli e con un’ottima difesa del pallone, dando all’occorrenza una mano ai compagni. Al 3’ minuto è proprio Pani che superato un difensore conclude un diagonale dal vertice sinistro ma l’estremo ospite sventa in angolo, il giovane simalese è in palla è solo due minuti dopo taglia il campo servendo Diana sulla destra, il quale dopo una finta tira una puntata di sinistro portando il Simala in vantaggio. Il Pompu non si fa però intimidire dai biancorossi e nel giro di pochi minuti ribalta il risultato portandosi sull’1-2, Vizilio dopo un mese di assenza è smanioso di far bene e dimostra a tutti il suo valore quando partendo dal centrocampo supera
due uomini e fulmina il portierone del Pompu, siamo di nuovo in parità. In questa fase della gara sono frequenti le sortite offensive di Sitzia che al 15’ porta i simalesi in vantaggio grazie al suo proverbiale sinistro. Sempre Sitzia con uno spettacolare lancio di 20 metri pesca Diana in area di rigore, il capitano riesce ad addomesticare il pallone e superato il portiere segna il gol del 4-2. A questo punto la partita sembrerebbe in discesa per i simalesi che però si rilassano un pò troppo dando al Pompu la possibilità di accorciare le distanze. Il nostro Mister fa rifiatare Pani e Sitzia inserendo Cabras e l’esordiente Pusceddu che nel giro di pochi minuti lascia tutti a bocca aperta siglando una bellissima doppietta e chiudendo di fatto la prima frazione sul 6-3.
Nel secondo tempo il Simala dilaga, già al terzo minuto infatti Cabras si esibisce in uno splendido diagonale che fa secco l’estremo ospite, a seguire è Sitzia che facendosi valere sulla sinistra con una chirurgica conclusione mancina si concede una personale doppietta portando il risultato sull’8-3. Anche Mister Steve ha voglia di divertirsi e sperimentare diverse situazioni di gioco, arretra così Vizilio al centro della difesa, Cabras a destra, Sitzia sulla sinistra e posiziona Diana al centro dell’attacco. Dopo una superparata del giovane Sanna che nega il gol all’attaccante del Pompu i nostri
timbrano nuovamente il cartellino con Diana che chiude in rete una splendida azione corale partita dai piedi di Vizilio e Sitzia. La grinta del Pompu però non è svanita e gli ospiti 3 minuti dopo accorciano le distanze con una pregevole conclusione dalla distanza che sorprende il giovane Sanna. Nei minuti finali Pani e Pusceddu prendono il posto di Diana e Sitzia, e proprio Pusceddu spinge in rete uno splendido assist di Vizilio. Nel finale dopo il quinto gol degli ospiti è ancora Vizilio che prima di destro poi di sinistro fulmina il portiere ospite facendo capire a tutti che il leone è tornato!

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

5^ di Ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 16.02.2012
Simala vincente nel recupero di Sini
SINI – SIMALA 4-9
Formazione:
Sanna, Sitzia, Diana (c.), Manca G., Pusceddu B.; a disp.: Pani F.;
Marcatori: 5’(S), 8’ Sitzia, 12’ Pusceddu, 15’(S), 19’ Sitzia, 22’ Diana, 4’st Manca G., 9’st Sitzia, 13’st(S),
15’-18’st Pusceddu B., 20’st(S), 24’st Pani;

Sini. Sini e Simala si sfidano per disputare il recupero della 5^ giornata del girone di andata in programma il 12 novembre scorso. Sono le venti in punto quando il direttore di gara, la signora Murgia di Arbus, dà il fischio d’inizio. Primi minuti di studio tra la due veterane del campionato, con i simalesi che già al 2’ e 3’ sprecano due ghiotte occasioni, ma come si dice nel calcio “gol sbagliato gol subito” e infatti al 5’ sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio grazie ad un fortunoso tiro che si infila tra palo e portiere. Mister Steve non fa una piega è sicuro della sua squadra, trasmette calma e tranquillità convinto che il gol arriverà, ed è infatti Sitzia (uno che al comunale di Sini si esalta) che con la sua proverbiale bomba mancina trafigge l’incolpevole portiere sinese riportando il risultato in parità. Anche Manca e Pusceddu paiono in buona forma ed in diverse occasioni superano in scioltezza la difesa locale con giocate di prima, in una di queste Pusceddu riesce a finalizzare in rete un ottimo assist di un rigenerato Manca regalando il vantaggio alle aquile biancorosse, 1-2. Il Sini però è squadra orgogliosa, non molla di un centimetro e tre minuti dopo sorprende nuovamente Sanna dalla distanza riportando l’equilibrio tra le due compagini. Un inconsueto nervosismo dei simalesi in questa fase della gara la fa da padrone e Mister Pusceddu non ci pensa due volte a chiedere un time out nel quale predica ai suoi un gioco più fluido ed una maggiore incisività in avanti. Sitzia segue alla lettera le indicazioni e dopo pochi minuti appoggia in rete uno splendido assist di Pusceddu regalando il vantaggio ai suoi. D’ora in poi la partita prende un’altra piega, la tecnica dei biancorossi prende il sopravento sulla forza fisica del Sini, Pusceddu è ispirato e con un colpo di tacco libera Diana sulla destra il quale con un preciso diagonale porta il risultato sul 2-4. Mister Steve a questo punto decide di far rifiatare un ottimo Manca sostituendolo col giovane Pani che si fa subito apprezzare con buone giocate sulla fascia destra. Nel secondo tempo Manca prende nuovamente possesso della fascia e dopo 4 minuti inventa un gran gol di collo destro alla sua maniera facendo così crollare le quotazioni del Sini. I biancorossi sulle ali dell’entusiasmo continuano ad attaccare e nuovamente Sitzia sganciatosi dalla difesa rende il risultato “tennistico” chiudendo in rete una bella triangolazione con Pusceddu. Giungiamo così a metà frazione quando una disattenzione dei nostri permette al Sini di accorciare le distanze, 3-6. Ma il Mourinio della Marmilla senza nessun timore riverenziale da nuovamente spazio al giovane Pani inserendolo al posto di Sitzia ed infatti il buon momento dei sinesi dura poco e “Ibra”Pusceddu per ben due volte dalla fascia sinistra fulmina il portiere avversario con il suo proverbiale sinistro. Nei minuti finali il Sini riesce nuovamente a trovare la via del gol con una bella conclusione della sua punta ma il momento più significativo lo regala Pani che con un tocco di fioretto si toglie la soddisfazione del suo primo gol in campionato. Bravi ragazzi!

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

6^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 01.03.2012
Si scende al terzo posto…
NURRI – SIMALA 4-3

Formazione: Cancedda, Concu, Sitzia, Vizilio, Pusceddu B.; a disp.: Manca S., Diana, Manca G.;
Marcatori: 2’ Pusceddu B, 13’ Sitzia, 5’-7’-14’st (N), 17’st Vizilio, 23’st (N);
Ammonizioni: Pusceddu B.;

Nurri. Il recupero della sesta giornata di ritorno vede di fronte due squadre che si giocano il secondo posto nel girone, sia chiaro ormai l’obbiettivo qualificazione è stato raggiunto dalle due compagini ma anche il prestigio di un secondo posto a volte la fa da padrone.
Pronti via e i simalesi partono molto concentrati e per nulla intimoriti dal blasone degli avversari, siamo infatti appena al secondo minuto quando Sitzia pesca Pusceddu sulla sinistra il quale vinto un contrasto col difensore nurrese piazza il pallone sulla sinistra dell’estremo locale, 0-1. Dopo lo svantaggio il Nurri si butta subito in avanti sfruttando il velocissimo Atzeni (ex giovanili del Cagliari) che per ben due volte sfiora il palo. Il Simala dal canto suo cerca di rallentare il gioco con un buon possesso palla, andando alla conclusione in diverse occasioni. L’arbitraggio è all’inglese, il direttore di gara lascia correre spesso e volentieri, anche al minuto 13 quando Sitzia nonostante una carica del difensore nurrese rimane in piedi e involandosi sulla destra trafigge il portiere del Nurri nell’angolo lontano portando i simalesi sullo 0-2.
A questo punto Mister Pusceddu predica la calma e cerca di trasmettere tranquillità alla squadra, chiedendo ai suoi di chiudere la prima frazione in vantaggio. Passano però pochi minuti e al 17’, dopo aver ricevuto un fallo da tergo, Pusceddu B. perde la testa e reagisce allontanando con una spinta il diretto marcatore il quale a sua volta cerca immediatamente il contatto fisico, solamente attraverso prontezza di diversi giocatori e del direttore di gara si riesce a sedare gli animi. Il numero 11 biancorosso dopo un pesante cartellino giallo viene fatto accomodare in panchina dal suo allenatore che inserisce Diana al centro dell’attacco il quale impegna subito il portiere nurrese con una conclusione dalla distanza. Gli animi in questa fase della gara si surriscaldano e il Nurri fa valere la sua grinta soprattutto nei contrasti definibili “al limite”, ma è ancora il Simala che si presenta con Concu sulla destra a far tremare il portiere nurrese. La prima frazione si chiude con i padroni di casa che inspiegabilmente chiedono più rigore all’arbitro. Nel secondo tempo il Nurri entra in campo con Atzeni e Orrù sulle fasce a supporto del centrale d’attacco, mentre il Simala si presenta con Manca S. al posto di Diana. Già dai primi minuti i locali vanno più volte al tiro e Cancedda si deve superare in diverse occasioni, ma non può nulla quando in tre minuti due veloci contropiede del Nurri sorprendono gli ospiti e regalano ai padroni di casa un meritato pareggio. A questo punto Pusceddu corre ai ripari inserendo Diana sulla sinistra e Manca al centro dell’attacco, ma è nuovamente un veloce contropiede del Nurri a sorprendere i simalesi e a portare il risultato sul 3-2. Il Simala però non perde la testa e con pazienza trova il pari grazie a Vizilio che con un preciso collo destro insacca. La partita a questo punto sembra indirizzarsi verso i calci di rigore ma a due minuti dal termine un siluro di Orrù dalla distanza regala tre punti al Nurri e il secondo posto in classifica.

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

9^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 25.02.2012
pallottoliere anche contro il Villanovaforru!
SIMALA – VILLANOVAFORRU 11-0
Formazione:
Sanna, Concu, Vizilio, Sitzia, Pusceddu B.; a disp.: Diana (c.), Manca S.;
Marcatori: 5’ Pusceddu B., 12’ Concu, 13’ Pusceddu B., 16’ Vizilio, 22’ Manca S., 4’st Sitzia, 8’st Vizilio, 13’st Diana, 17’st Manca S., 19’st Pusceddu B., 24’st Vizilio;

Simala. Il Simala ormai da diverse giornate qualificata matematicamente alla seconda fase del campionato ospita un Villanovaforru che negli ultimi anni ha sempre dovuto subire la maggior forza tecnico-tattica dei biancorossi. La partita si mette subito in discesa per i simalesi che già al 5’ passano grazie al bomber Pusceddu che dalla sinistra infila all’angolino con un gran sinistro. I padroni di casa prediligono in questa fase le giocate di prima per cercare di aprire la difesa ospite e difatti il raddoppio giunge puntuale con Concu che dopo una discesa dalla destra infila l’estremo ospite. Ancora Pusceddu dopo solo un minuto realizza col suo proverbiale sinistro il 3-0. Anche Vizilio vuol partecipare al banchetto e dopo una veloce serpentina fa poker per il Simala. Un minuto dopo Concu dopo uno strappo muscolare è costretto a lasciare il campo e al centro della difesa subentra Diana con Vizilio e Sitzia sulle fasce e Manca S. al centro dell’attacco, ed è subito quest’ultimo che impegna la difesa ospite con una veloce percussione sulla quale solo una prodezza dell’estremo ospite evita la cinquina, ma Manca S. non si da per vinto e un minuto dopo realizza con una precisa girata di destro chiudendo la prima frazione sul 5-0. Dopo alcuni accorgimenti tattici di Mister Steve i biancorossi si ripresentano in campo con lo stesso ritmo della prima frazione decisi a dimostrare tutto il loro valore come richiesto dalla dirigenza nel pre-gara e già al 4’ minuto Diana riesce a trovare lo spiraglio giusto smarcando Sitzia che supera in dribbling il portiere e appoggia in rete. La gara scorre via piacevole per il pubblico simalese che divertito si gode lo spettacolo sotto un sole quasi primaverile. Vizilio è in gran forma e dimostra tutta la sua forza fisica al minuto 8 quando supera in gran stile due difensori e insacca all’incrocio. Anche Pusceddu B., subentrato a Sitzia, sforna assist ai suoi compagni, uno di questi pesca Diana che dal limite infila alla sinistra del portiere, 8-0! Manca cerca in tutti i modi la doppietta e il suo impegno viene premiato al 17’ quando dopo una bella triangolazione con Vizilio segna il nono gol per le aquile biancorosse. Pusceddu è scatenato e firma la sua personale tripletta dopo aver superato con un doppio passo il suo diretto avversario e infilato il portiere con un potente sinistro. La gara ormai giunge ai titoli di coda ma oggi è giornata di triplette e anche Vizilio realizza il suo tris personale insaccando di collo destro, 11-0 e tutti a Sa Pratza a brindare (senza facili entusiasmi) a questo primo traguardo tagliato dai ragazzi di Mister Steve il quale naturalmente non si lascia prendere dai facili entusiasmi e ricorda a tutti che nella seconda fase serviranno nuove energie e nervi saldi. L’appuntamento è per la 1^ giornata di andata contro il Campidania di San Gavino nell’anticipo in notturna di venerdì 9 marzo, sarà la prima di otto partite che vedranno (si spera) il Simala protagonista nel girone in cui saranno presenti la Norbio di Villacidro, il Sant’Eulalia di Cagliari e il Paradise di Pabillonis. In bocca al lupo ragazzi!

 

Queste le classifiche finali dopo il girone di qualificazione ai Play Off dove accedono le prime 3 squadre della classifica tecnica oltre alla prima della classifica Fair Play.

Si qualificano dunque ai Play Off:

 RED SCORPIONSNURRI - SIMALA - ALBAGIARA

 

                                       Classifica Tecnica

 

Pareggiate

 

SQUADRA

G

V

V. Rigori

P. Rigori

P

G.F.

G.S.

Punti

RED SCORPIONS

16

16

0

0

0

135

59

48

NURRI

16

13

1

0

2

138

71

41

SIMALA

16

11

0

2

3

113

34

35

ALBAGIARA

16

9

1

0

6

97

72

29

VILLANOVAFORRU

16

6

0

0

10

78

99

18

SAN PAOLO SINI

16

5

0

0

11

51

128

15

VALENZA NURAGUS

16

4

1

0

11

86

99

14

CALCETTO MOGORO

16

4

0

1

11

59

106

13

F.C. POMPU 

16

1

0

0

15

64

151

2

 

Classifica Fair Play

SQUADRA

Punti in classifica

Punti

disciplina

Penalizzaz.

Fair Play

Classific.Fair Play

 

RED SCORPIONS

48

0,3

0

48

NURRI

41

1,2

0,6

40,4

SIMALA

35

0,6

0,3

34,7

ALBAGIARA

29

2,7

1,5

27,5

VILLANOVAFORRU

18

0,6

0,3

17,7

VALENZA NURAGUS

14

1,5

0,9

13,1

CALCETTO MOGORO

13

1,2

0,6

12,4

SAN PAOLO SINI

15

4,8

2,7

12,3

F. C. POMPU

2

0,6

0,3

1,7

 

 

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

                                                                 2^ FASE - PLAY OFF

 

1^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 07.01.2012
…è andata
CAMPIDANIA – SIMALA 4-6
Formazione:
Cancedda, Concu, Cabras D., Vizilio, Diana (c.); a disp.: Sanna, Pusceddu B, Sitzia, Cabras A;
Marcatori: 7’(C), 8’ Diana, 16’(C), 21’ Concu, 24’ Vizilio, 7’-9’-13’st Pusceddu B., 18’-23’(C);

San Gavino. Nel palazzetto di San Gavino si gioca la prima partita di andata della seconda fase del campionato del Medio Campidano tra i padroni di casa del Campidania qualificatisi al quarto posto nel girone A e il Simala terza forza del girone B. Formazione inedita per il Simala con Diana al centro dell’attacco, Cabras sulla destra, Vizilio a sinistra e Concu centrale difensivo in un rombo che regala pochi spiragli agli avversari. Subito il Simala alla conclusione con Diana che disorienta con una finta il diretto marcatore e conclude di destro ma il portiere respinge in tuffo, un minuto dopo è Vizilio che di sinistro manca di poco il bersaglio, al 5’ ancora Diana conclude di sinistro ma il pallone esce al lato. Siamo al 6’ minuto quando Concu apre per Cabras che scende sulla destra ma la sua conclusione va alta sulla traversa, il momento è buono e tutto fa presagire ad un gol biancorosso ma un’ingenuità difensiva regala al Campidania un calcio piazzato dal limite, Cancedda piazza la barriera ma la starna traiettoria della punizione colpisce la gamba di Cabras D. e il pallone termina alle spalle del numero 1 simalese. Il Simala per niente intimorito non si scompone e dopo solo un primo è un intelligente passaggio verticale di Concu a pescare Diana al limite dell’area, il capitano in un fazzoletto riesce a superare in dribbling un difensore e con una mezza girata di destro fulmina il portiere, 1-1 e palla al centro. La partita è gradevole e in questa fase della gara i simalesi non concedono spazzi agli avversari costretti a ricucire le loro trame dalle retrovie dove Vizilio e Diana spesso e volentieri intercetano importanti palloni per le ripartenze. Arriviamo così al 14’ quando Mister Steve chiede un time-out per far rifiatare i suoi ragazzi. Un minuto e si riparte con Pusceddu al centro dell’attacco e Vizilio al suo fianco, forse un calo di concentrazione e un eccessivo sbilanciamento offensivo permette al Campidania di prendere campo e dopo un paio di minuti arriva inesorabile il gol del vantaggio bianco verde. Il Simala a questo punto si getta in avanti a testa bassa ma al 18’ la ripartenza del campidania prende di sorpresa i nostri che devono ringraziare la dea bendata se l’attaccane locale si mangia il gol del 3-1 tutto solo davanti a Cancedda, passa solo un minuto e nuovamente il Campidania in un due contro uno sfiora il terzo gol …che spavento! Nel nostro momento peggiore è però Concu che si propone in avanti come salvatore della patria e con una splendida conclusione in corsa trafigge il portiere del Campidania, 2-2. Giungiamo al 24’ quando Vizilio dopo essersi fatto sorprendere sulla sinistra da un veloce contropiede del Campidania si fa perdonare siglando di potenza il gol del vantaggio che chiude di fatto la prima frazione. Nella ripresa ci ripresentiamo con gli stessi uomini, il Campidania paga lo sforzo fisico del primo tempo e incorre spesso in falli tattici, uno di questi regala una punizione a Pusceddu che con una bomba insacca all’incrocio togliendo ogni speranza alla compagine sangavinese. Ora la gara si mette in discesa e Pusceddu al 9’ finalizza un bell’assist di Vizilio che viene poi sostituito da un vivace Cabras A.. Passano pochi minuti e ancora il n°11 biancorosso insacca con uno scavetto alle spalle del portiere siglando il momentaneo 2-6. A questo punto tutto fa presagire ad una goleada ma il Campidania non ci sta e riprende a macinare gioco sfruttando il calo fisico di una difesa che ha dato tanto e rifiatato poco ed è così che ancora Cancedda deve fare gli straordinari con due provvidenziali uscite a terra, ma il nostro portiere non può nulla sul tiro del numero 8 biancoverde che accorcia le distanze al minuto 18. Nei minuti finali anche Sanna nonostante il gol subito al 23’ merita la sufficienza come tutti i suoi compagni, il 6 abbondante deriva da due importanti parate e dallo spirito con cui il nostro numero 2 interpreta un ruolo a volte scomodo ma che nella fase di crescita e maturazione di un atleta può regalare tanta esperienza per un possibile futuro da n°1.
Passando poi, come è d’obbligo in questa fase determinante della stagione, ad un’analisi tecnico tattica della gara si riscontra una seppur leggera flessione del nostro reparto difensivo che non pare più quel “fortino inespugnabile” che siamo stati abituati a vedere in questo campionato, se infatti due indizi fanno una prova dobbiamo constatare che otto gol incassati nelle ultime due gare (praticamente un quarto dei gol subiti nell’arco di tutta la stagione) non sono sicuramente un segnale incoraggiante e non fanno in tutta sincerità dormire sogni tranquilli agli addetti ai lavori. Non sempre infatti ci si trova davanti ad avversari come il Campidania che nonostante la buona organizzazione di gioco paga l’assenza di un attaccante di ruolo (assenza che sicuramente non riscontreremo nelle prossime gare) il quale non sarebbe sicuramente mancato all’appuntamento con quel famoso 3-1 di cui sopra. Ogni casa che si rispetti deve sempre essere ben strutturata, non avere cedimenti e soprattutto partire da “fondamenta” solide, pare però che in questa serata sangavinese si sia avvertito come uno scricchiolio…

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 17.01.2012
come perdere la testa…
SIMALA – PARADISE 3-4
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Manca G., Pusceddu B.; a disp.: Sitzia, Cabras A;
Marcatori: 8’ Pusceddu B. 15’ (P), 18’ Pusceddu B., 7’st Concu, 17’-20’-24’st (P);

Simala. Si presenta uno splendido pomeriggio di sole al comunale di Simala, folto è il pubblico (più di 50 spettatori!) e forti le motivazioni che Mister Steve ha cercato di trasmettere ai suoi ragazzi durante la settimana. Si comincia con i simalesi che da subito prendono in mano il pallino del gioco, dopo soli due minuti Diana taglia al centro per Concu che pesca in posizione centrale Manca, quest’ultimo superato un difensore punta dritto verso la porta, sulla destra accorre Pusceddu, all’ultimo Manca decide di concludere ma l’estremo pabillonese in uscita neutralizza, altro contropiede da sinistra, Diana si libera, supera sulla fascia il diretto avversario ma il suo diagonale esce al lato, ancora Diana dalla sinistra pesca con un lancio al limite dell’area avversaria Pusceddu ma il tiro del nostro numero 11 esce di un niente. Verrebbe da dire gol mangiato gol subito ma non è così, all’ennesimo tentativo i nostri trovano il vantaggio con Pusceddu che si fa perdonare insaccando con un preciso tocco di sinistro, 1-0 …alla buon’ora! A questo punto i nostri avrebbero la possibilità di ammazzare la gara ma il contropiede targato Manca-Pusceddu non si finalizza e il Paradise dà i primi segni di risveglio. Siamo infatti al 15’ minuto quando con una poderosa discesa il difensore del Paradise si sgancia dal centro indisturbato, l’intervento di Diana in scivolata non riesce a frenarne la corsa, il biancoverde prosegue e con un autentico siluro supera Cancedda rimettendo la gara in parità. I nostri però non ci stanno e dopo un’altra ( ..ma quante!) occasione fallita in contropiede si riportano in vantaggio dopo pochi minuti con Pusceddu che superato un difensore insacca in rete dalla sinistra. Cabras sulla destra da nuova linfa ai nostri ma incredibilmente per ben tre volte non riusciamo a chiudere in rete le più facili occasioni e una prima frazione che poteva terminare in goleada si chiude col minimo dei vantaggi. Nell’intervallo Mister Steve predica calma e tranquillità, inserisce Sitzia sulla destra e chiede massima attenzione a tutto il reparto difensivo, i suoi lo seguono alla lettera cercando di addormentare la gara, il Pabillonis sembra stremato e i nostri ne approfittano, Sitzia taglia per Diana che parte da sinistra e pesca Pusceddu, quest’ultimo chiude per Concu che con freddezza finalizza in rete un’ottima discesa, 3-1. Nonostante una buona reazione del Paradise i nostri sembrano tener botta, il gran caldo però si fa sentire e dopo aver sprecato l’ennesimo contropiede e mancato il gol del 4-1 arriva inesorabile la mazzata, distrazione difensiva e rete ospite che riapre la gara, 3-2 Ora la partita cambia completamente, gli ospiti vanno a 1000 ma i nostri riescono nuovamente a portarsi in avanti, Diana con un lancio dalle retrovie pesca Concu tutto solo nell’area avversaria, ma il nostro centrale, disturbato da tergo, non riesce a concludere la sua girata in rete, peccato! I contrasti in questa fase della gara si fanno sentire e Diana deve lasciare il campo per una forte botta al ginocchio. Il nostro Mister schiera così Cabras sulla sinistra e Manca sulla destra per cercare di contrastare l’offensiva ospite ormai sempre più intensa tanté che i nostri capitolano al 20’ quando grazie ad un’azione corale il Paradise riesce incredibilmente a raggiungere il pari, 3-3. Ormai i biancorossi sono allo sbando, la lucidità viene meno le gambe pure e come nella più classica delle beffe, ad un minuto dal fischio finale arriva il ”colpo di grazia” degli ospiti che dopo una mischia trovano lo spiraglio giusto per trafiggere un’incolpevole Cancedda e portare a casa 3 punti insperati.

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

3^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 24.03.2012
ragazzi non molliamo!
SIMALA – SANT’EULALIA 4-2
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras A., Pusceddu B.; a disp.: Pani F., Manca G.;
Marcatori: 11’ Pusceddu B., 5’-9’st (S.E.), 17’st Concu, 22’-25’st Pusceddu B.,

Simala. Dopo la pesante sconfitta interna della scorsa settimana contro gli amici del Paradise di Pabillonis il Simala ha subito la possibilità di riscattarsi al Sa Cruxi Manna contro un Sant’Eulalia che è stata di tutte le squadre del girone l’unica a fermare (con un pari) la travolgente corsa della Red Scorpions. Un avversario quindi da non sottovalutare che fa della forza fisica e della grinta la sua arma vincente. Le pesanti assenze nelle fila simalesi non turbano Mister Steve che ai suoi ragazzi chiede una sola cosa: vincere!
Fischio d’inizio alle ore 15:30 e il Simala è già all’attacco con Pusceddu che con un fendente da sinistra spedisce il pallone a pochi centimetri dal secondo palo. Cancedda carica i suoi e gli esorta alla massima attenzione siamo infatti ormai in una fase della stagione dove anche un solo errore può costare caro, ma il piccolo tesoretto di esperienza delle prime due giornate di Play Off è sicuramente servito ai nostri a far capire che non bisogna abbassare mai la guardia. Siamo all’ottavo quando Pusceddu dalle retrovie con un lancio millimetrico pesca Diana in area di rigore, quest’ultimo aggancia e conclude di sinistro ma l’estremo ospite devia in corner. Un minuto dopo è Cabras che scende sulla destra e taglia al centro per Pusceddu, è buona la chiusura della difesa cagliaritana che però deve capitolare al minuto 11 quando lo stesso Pusceddu riesce con un diagonale a superare il portiere ospite e portare i simalesi in vantaggio. Dopo il gol le aquile biancorosse sembrano un pò accusare le fatiche per lo sforzo prodotto e concedono ai cagliaritani un’importante occasione da rete che solamente i riflessi e la grande esperienza del nostro Cancedda riescono a sventare. I minuti finali della prima frazione scorrono via prolungati da due time-out che arrivano come una manna dal cielo per i giocatori che sotto un sole cocente hanno grande bisogno di dissetarsi.
Il secondo tempo comincia con una grande intensità agonistica da parte del Sant’Eulalia che già dai primi minuti non disdegna folate offensive che sanno di campanello d’allarme per i nostri. Mister Steve fa rifiatare Pusceddu e Cabras dando spazio sulla destra a Manca e al centro dell’attacco al giovane Pani (classe 95), quest’ultimo si fa falere da subito riuscendo a costruire buone trame offensive. A volte però il pericolo è dietro l’angolo e dopo 5 primi gli ospiti trovano il pari sfruttando una disattenzione dei simalesi. A questo punto riemergono i fantasmi del Paradise e i nostri per qualche minuto perdono un pò la testa, tanto basta per commettere la seconda leggerezza e regalare ai cagliaritani il più classico dei contropiede che viene finalizzato dall’attaccante ospite, 1-2!
Mister Steve predica calma e chiede ai suoi di stringere i denti e dare tutto, Pusceddu viene reinserito in sostituzione di un ottimo Pani, e da subito cerca la conclusione anche dalla distanza, il momento non è dei migliori ma i nostri producono il massimo sforzo e sono premiati da un meritatissimo pareggio siglato da Concu che in contropiede realizza di destro. Ora tutto cambia, è nuovamente il Simala a dirigere il traffico e lo farà fino alla fine quando con una splendida doppietta il nostro numero 11 trafiggerà prima con un bel diagonale mancino il portiere ospite per poi superarlo addirittura in dribbling nel gol del 4-2 finale. La vittoria regala ai nostri un meritato secondo posto in classifica e grande entusiasmo ai numerosi sostenitori simalesi.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

4^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 31.03.2012
Grande spettacolo a Villacidro!
NORBIO – SIMALA 3-5
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Vizilio, Pusceddu B.; a disp.: Manca G., Cabras A, Manca S.;
Marcatori: 7’ Pusceddu B., 15’ Vizilio, 19’(N), 23’ Diana, 4’- 8’st (N), 15’st Manca G., 24’st Pusceddu B.;
Ammonizioni: Cancedda Luca

Villacidro. Nel palazzetto di Villacidro si gioca la quarta partita di andata della fase Play Off – campionato del Medio Campidano, tra i padroni di casa della Norbio e i biancorossi del Simala, il pubblico è quello delle grandi occasioni, striscioni e supporters con tanto di megafono aspettano ansiosi la presentazione delle due squadre che viene accompagnata dall’emozionantissimo inno composto dal maestro Tony Britten che generalmente ascoltiamo durante le partite di Champions League. Sei punti in classifica per entrambe le compagini e un secondo posto in classifica da non farsi sfuggire, il pareggio in pratica non serve a nessuno, in questa fase quello che conta sono solo i tre punti, tutto il resto significherebbe dire addio al sogno di partecipare alle finali regionali. La Norbio con le sue 16 reti si presenta con un attacco più prolifico di quello simalese ma i nostri possono contare su una difesa che in quanto a gol subiti è seconda solo alla capolista Red Scorpions. Dai primi minuti i nostri sembrano chiudersi a riccio al cospetto dei padroni di casa che partono subito a mille all’ora! Grandi doti fisiche quelle della Norbio che può contare sulla velocità dei suoi esterni e su un’ottima circolazione di palla. I nostri sembrano un pò spaesati in questi primi minuti ma come sappiamo i ragazzi di Mister Steve hanno sempre giocato dei grandi primi tempi in questa stagione ed infatti con una splendida azione corale non si smentiscono portandosi in vantaggio con Pusceddu che rimanendo freddo davanti al portiere villacidrese finalizza una bella azione corale portando così in vantaggio il Simala. Veemente è la reazione della Norbio che anche dalla distanza va diverse volte alla conclusione ma l’ottimo Cancedda non si lascia impensierire. Vizilio sulla destra non disdegna le incursioni e ha un bel da fare contro il rapidissimo laterale sinistro locale, ma riesce ad avere la meglio quando al 15’ trovandosi il pallone sul destro supera il difensore e di collo pieno sigla lo 0-2 dopo che il portiere dei viola respingeva una bella conclusione di Concu. La Norbio però è squadra di carattere e dopo pochi minuti sorprende i simalesi con un micidiale contropiede accorciando così le distanze. Mister Steve chiede ai suoi ragazzi di stringere i denti e cercare di chiudere in vantaggio la prima frazione e proprio mentre le avanzate della Norbio si fanno sempre più incisive i biancorossi trovano il terzo gol con Diana che dall’angolo trova lo spiraglio giusto grazie ad un’ingenua uscita del portiere viola, 1-3 e tutti a bere un the freddo. L’inizio del secondo tempo è come un incubo per i simalesi che nel giro di pochi minuti subiscono il ritorno della Norbio la quale riesce con due azioni quasi in fotocopia a portarsi sul 3-3. Ora è tutto nuovamente in bilico ma è una punizione dal limite a farci respirare e la successiva gran conclusione indirizzata all’angolino di un ritrovato Manca a farci gioire per il nuovo vantaggio. Bravo Peppe! Ora è la squadra simalese ad andare a 1000 mentre i padroni di casa vedono sfumare una rincorsa esasperata che ora comincia a farsi sentire nella testa e nelle gambe, ma non finisce qui infatti mentre scorrono i titoli di coda i nostri calano la manita grazie ad un chirurgico diagonale di Pusceddu che mette la parola fine ad una gran bella partita, giocata al cospetto di un pubblico corretto quanto competente che nonostante la sconfitta dei suoi beniamini accompagna con un caloroso applauso le due formazioni durante il terzo tempo. Avanti cosi!

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

5^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 07.04.2012
Si torna in vetta!
SIMALA – CAMPIDANIA 4-2
Formazione:
Sanna, Olla, Diana (c.), Cabras D., Vizilio, a disp.: Cabras A, Pani, Concu, Pusceddu B.;
Marcatori: 4’ Cabras D., 8’ Vizilio, 13’(C), 15’ Vizilio, 11’st Olla, 22’st(C);

Simala. Vigilia di Pasqua scoppiettante per il Simala che grazie al poker di goals rifilato al Campidania di San Gavino torna finalmente in testa alla classifica così da giocarsi le ultime tre partite dei Play Off avendo sulle spalle il peso e la responsabilità che sempre deve avere la prima della classe. La difesa dei ragazzi di Mister Steve (la meno battuta di questi Play Off) sembra tornata quella dei tempi migliori, anche nella fase offensiva i biancorossi pur non facendo sfracelli sfiorano la media di cinque reti a partita. Se andiamo ad analizzare la tenuta dei nostri ragazzi ci accorgiamo però di questo immancabile calo di concentrazione che inesorabilmente si avverte sempre nella seconda fase delle gare, calo che potrebbe essere interpretato quasi come una flessione psicologica, come un sentirsi appagati, ma attenzione siamo ancora all’inizio, a tutto oggi l’approdo alle finali è ancora lontano, più di quanto si possa pensare, le prossime tre gare se giocate con le giuste motivazioni potrebbero aprirci le porte a quelle finali regionali che mancano dal 2010, una volta le abbiamo mancate e sembra già un’eternità. Tutto un paese si aspetta che ogni giocatore dia sempre il massimo, il pubblico simalese è sicuramente sempre stato un pubblico esigente, a volte anche critico con la squadra ma in tante partite non ha mai fatto mancare il suo sostegno e la sua carica. E’ arrivato dunque il momento di remare tutti nella stessa direzione consapevoli che le gratificazioni arrivano solo quando le persone dimostrano la massima serietà e il massimo impegno per un progetto comune che in questo caso è quello appunto di portare il Simala a competere con le squadre più forti della Sardegna. Ma veniamo alla cronaca della partita. Formazione di partenza inedita con Olla al centro della difesa, per la sua “prima volta” in biancorosso a Sa Cruxi Manna, Cabras a destra, Diana a sinistra e Vizilio in avanti. La partenza dei nostri è delle migliori, gran possesso palla con Vizilio che in avanti copre bene gli spazi cercando spesso e volentieri collaborazione nei laterali, siamo solo al 4’ quando chiudendo una splendida triangolazione proprio il nostro n°10 regala un pallone d’oro a Cabras che non si fa pregare e di piatto destro chiude in rete, 1-0. Il Campidania cerca a questo punto di scuotersi ma i biancorossi tengono botta e continuano a macinare un ottimo gioco offensivo e grazie ad una pregevole conclusione di Vizilio si portano sul 2-0. La partita è piacevole ma anche gli ospiti vogliono dire la loro ed infatti il n°14 sangavinese superata la metà campo fa partire un gran siluro dalla distanza che si infila nell’angolo alto alla destra di Sanna. Le speranze dei biancoverdi però hanno breve durata, giusto due minuti ed è subito angolo per il Simala, Diana batte teso per Cabras il quale restituisce il precedente favore a Vizilio che da buon cecchino non sbaglia e firma il 3-1 chiudendo di fatto la prima frazione. Nella ripresa è il giovane Pani a scaldare, con un gran tiro, i guanti dell’estremo ospite poi è la volta di Concu che deve fare gli straordinari per chiudere un pericoloso contropiede ospite. Olla fa poche discese ma in una di queste fa proprio male alla difesa sangavinese, scartati infatti due difensori fa partire un sinistro che si infila all’incrocio dei pali. Il Simala sfiora addirittura la manita la conclusione di Cabras A. infatti centra in pieno il palo. Una disattenzione a 3 minuti dalla fine permette poi agli ospiti di accorciare le distanze ma ormai è fatta, 4-2 e primato in classifica. Bravi tutti ma occhi sempre aperti perché a Pabillonis non sarà una passeggiata.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

6^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 14.04.2012
La capolista espugna Pabillonis!
PARADISE – SIMALA 5-7
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Vizilio, Pusceddu B; disp.: Sanna, Cabras A, Manca G.;
Marcatori: 4’(P), 6’Pusceddu B., 8’Concu,, 11’-14’(P), 17’Pusceddu B., 21’(P), 24’ Pusceddu B., 7’st Manca G., 16’- 20’st Pusceddu B., 22’st (P);
Ammonizioni: Vizilio Lorenzo;

Pabillonis. Gran bella partita quella a cui abbiamo assistito al comunale di Pabillonis dove si sono date battaglia due ottime compagini che fino all’ultimo minuto non hanno risparmiato energie affrontandosi a viso aperto e senza troppi tatticismi. Il Paradise dopo l’ottima prestazione dell’andata vuol tentare di fare lo sgambetto alla capolista Simala che dal canto suo non ha sicuramente la minima intenzione di lasciare punti per strada. Mister Steve catechizza i suoi prima del fischio d’inizio “ragazzi voglio andarmene da Pabillonis con i tre punti!” queste la sue parole. La squadra sembra carica nonostante si giochi in un campo che regala sicuramente pochi spazi in quanto al limite delle misure consentite dalla federazione. Prima del fischio d’inizio un minuto di silenzio per ricordare la scomparsa di Don Lisci, uno dei fondatori del C.S.I. in Italia.
Il Simala parte un pò sottotono e non riesce inizialmente a ritrovarsi in un campo come detto limitato, in cui invece i padroni di casa sembrano volare. Detto fatto inesorabile arriva il gol per i padroni di casa che grazie ad un veloce contropiede passano subito in vantaggio. Il gol scuote i biancorossi e la loro reazione non tarda ad arrivare con Pusceddu che supera l’estremo ospite con un bel tocco angolato. Passano 2 minuti ed ancora il Simala in avanti con Concu che con un veloce contropiede taglia la difesa pabillonese regalando il vantaggio ai suoi, 1-2! Col Paradise però c’è poco da scherzare e infatti i padroni di casa riescono a pareggiare i conti grazie ad una fortunosa deviazione sottoporta. La reazione dei simalesi e veemente ma incredibilmente il direttore di gara non vede due autentiche “parate” prima su tiro di Concu poi di Diana, dei difensori locali che, se fossero state sanzionate, avrebbero quantomeno dato la possibilità ai nostri di passare in vantaggio. Vantaggio che arriva ma per i padroni di casa che nuovamente in contropiede trafiggono Cancedda. La gara regala forti emozioni, quasi come quell’Italia-Germania del 70, e come in quella partita è ancora un numero 11 (in quell’occasione fu il grande Gigi Riva) ad infilare il portiere con il suo proverbiale sinistro. Il Paradise però e squadra tosta e trova nuovamente il vantaggio ma ad un minuto dal riposo è un preciso sinistro di Pusceddu a riequilibrare il match,4-4.
Nell’intervallo Mister Steve chiede maggior incisività al neo entrato Manca e quest’ultimo con una grande discesa dalla destra lo accontenta realizzando uno splendido gol in diagonale. Dopo l’importante vantaggio c’è da soffrire, Cabras subentra sulla destra per arginare le avanzate del laterale sinistro locale che data la sua velocità porta in diverse occasioni i nostri a ricorrere al fallo. Arriviamo così al quarto d’ora quando la coppia Diana-Concu deve ripiegare con esperienza sulla sinistra per fermare lo scatenato n.10 locale, rilanciando velocemente per Vizilio che dopo un veloce contropiede viene travolto in area, questa volta è rigore e Pusceddu con un potente esterno sinistro realizza il sesto gol. Passano pochi minuti e nuovamente in contropiede Pusceddu regala il settimo gol ai simalesi. Sembra finita ma due minuti dopo i padroni di casa accorciano le distanze portandosi sul 5-7, risultato che non cambierà più anche grazie ad un super Cancedda che all’ultimo minuto neutralizza un calcio di rigore.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

7^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 20.04.2012
Colpo grosso a Cagliari!
SANT’EULALIA – SIMALA 3-4
Formazione:
Cancedda, Concu, Manca G., Vizilio, Pusceddu B.; a disp.: Sanna, Diana (c.);
Marcatori: 16’ Concu, 25’(S), 3’st Vizilio, 8’st Manca G., 13’st(S), 18’st Diana, 20’st(S);
Cagliari. Il Simala si impone in quel di Cagliari dopo una partita che ha regalato emozioni fino all’ultimo secondo. Sono diversi gli indisponibili in casa biancorossa ma Mister Steve non fa una piega e come da copione ha nella testa sempre il solito ritornello “tre punti da portare a casa!”. I ragazzi sembrano abbastanza carichi nel pre-gara e nonostante conoscano bene le insidie che da sempre presenta la trasferta nel capoluogo sardo sembrano sicuri delle proprie forze. Presidente, dirigenti e allenatore già all’inizio di questa stagione hanno sempre cercato di trasmettere principi e valori improntati al sacrificio e allo spirito di gruppo. Quando nei primi giorni di settembre ha avuto inizio la preparazione atletica si intuiva che dopo la sfortunata stagione
appena conclusa serviva una sterzata, c’era bisogno di recuperare un gruppo che nonostante la sua forza e i suoi valori aveva forse lasciato per strada quella consapevolezza nei propri mezzi che deve caratterizzare una vera squadra.
Il Simala non è una squadra vincente, o per lo meno non lo è ancora, in tutti questi anni si è fatto tanto ma qualcosina si è a volte persa per strada, come in tutte le famiglie che si rispettino emergono spesso i caratteri forti e la famiglia biancorossa non fa sicuramente eccezione ma ci deve essere sempre una componente comune come il sedersi a tavola tutti insieme. Spesso però alle aquile simalesi è mancato l’appetito, si proprio così è mancata “la fame”, quella fame che molte volte hanno avuto squadre meno blasonate del Simala che però hanno saputo mostrare i denti e divorare gli avversari. Sembra però che in questa stagione un certo appetito si stia facendo sentire, che non sia proprio quella fame di vittoria che tutto un paese si aspetta?
I biancorossi scendono in campo con Vizilio e Manca laterali, Pusceddu perno offensivo e Concu a dirigere
la difesa. Il Sant’Eulalia fa capire già dai primi minuti che quella cagliaritana non sarà una gita di piacere e già al 3’ minuto è la traversa a salvare i nostri; Concu sprona i suoi e al 5’ è un tiro di Pusceddu che scalda le mani al forte portiere cagliaritano. Due minuti dopo è la volta di Vizilio che da sinistra fa la barba al palo con una bella rasoiata. Il Sant’Eulalia in questa fase della gara gioca di rimessa e al minuto 11’ si avvicina al gol
con una veloce azione di contropiede che viene però sventata da una strepitosa parata di Cancedda. I nostri reagiscono con Manca che dalla destra supera due uomini ma la sua conclusione viene respinta; dal
successivo angolo scaturisce un batti e ribatti ma è il gran tempismo di Concu a piegare le mani al n.1
cagliaritano, 0-1! Dopo il gol la reazione del Sant’Eulalia è veemente ma i nostri tengono botta respingendo tutte le conclusioni dei padroni di casa, è fatale però una disattenzione durante il minuto di recupero che permette al coriaceo numero 5 cagliaritano di riportare in equilibrio la gara con un gran tiro dalla distanza che si infila alle spalle di Cancedda. Nell’intervallo Mister Steve inserisce Diana al centro dell’attacco chiedendogli di dare maggiore profondità alla squadra, la sua scelta viene premiata già al 3’minuto quando Concu serve proprio Diana a centrocampo, quest’ultimo visto Vizilio proporsi all’attacco lo serve con un preciso assist, la conclusione che segue è di quelle che lasciano il segno, gran botta all’angolino e vantaggio simalese, 1-2. Passano pochi minuti e Cancedda con un preciso rinvio pesca Diana nella trequarti avversaria, stop del capitano e assist per l’accorrente Manca che di prima intenzione fulmina il portiere, 1-3! In questa
fase della gara i padroni di casa sembrano storditi e i continui rinvii di Cancedda disorientano la difesa
cagliaritana che spesso e volentieri deve ricorrere al fallo, al 10’ è Diana a farne le spese dopo un’entrata al limite da parte del marcatore diretto, la punizione che scaturisce viene calciata da Concu il cui tiro esce di poco al lato. Passa solo un minuto, altro rinvio di Cancedda per Diana e altro fallo da tergo del centrale difensivo, sanzionato questa volta con un cartellino giallo, si incarica di battere il conseguente calcio di punizione Manca ma incredibilmente dalla respinta della barriera parte un veloce contropiede dei padroni di casa che prende di infilata i nostri e riapre una partita che sembrava ormai chiusa. Ora i cagliaritani tentano il
tutto per tutto ma i nostri si chiudono a riccio non concedono possibilità di tiro, Manca e Diana sulla corsia di destra in diverse occasioni mettono in crisi i padroni di casa ed è infatti proprio Diana che su assist del compagno al minuto 18 con un tiro di punta spiazza il portiere del Sant’Eulalia ristabilendo così le distanze, 2-4.
Il quarto gol avrebbe steso un toro ma i cagliaritani oggi hanno sette vite e si buttano in avanti per cercare di accorciare le distanze e proprio dopo una grande parata di Cancedda vengono premiati trovando lo spiraglio giusto in una mischia viziata probabilmente da una carica al portiere. Il Simala però non si scompone, Vizilio avanza sulla sinistra servendo Diana il quale viene nuovamente steso dal n.5, questa volta però il colore del cartellino è rosso con conseguente espulsione. Il sesto fallo permette ai nostri di andare al tiro libero, l’esperto Concu si presenta sul dischetto ma il portiere riesce miracolosamente a deviare sul palo, peccato! I cagliaritani soffrono in inferiorità numerica e i nostri ne approfittano, solito lancio di Cancedda a saltare la linea di centrocampo, stop di petto di Diana che per l’ennesima volta viene falciato, altro tiro libero per i biancorossi affidato questa volta al potente destro di Peppe Manca che però trova sulla sua strada portiere e
traversa. Nei due minuti di recupero il Sant’Eulalia, vista l’inferiorità numerica, limita i danni arroccandosi dietro la linea della palla fino al triplice fischio. I cagliaritani escono dal rettangolo di gioco sicuramente a testa alta e dal canto loro i simalesi consolidano il primato in classifica.
Sabato prossimo andrà in scena l’atto finale di questi emozionantissimi Play Off, il Mourinho della Marmilla fino a questo momento non ha sbagliato un colpo e da primo della classe punta dritto alle finali regionali, resta però ancora da superare un brutto cliente, la fortissima Norbio di Villacidro che in questa fase ha fatto crollare roccaforti come Nurri e Genoni. Al Sa Cruxi Manna ci sarà quindi poco da scherzare, servirà grande concentrazione e rispetto per un avversario che non regalerà niente, che non farà sconti e che soprattutto vorrà onorare fino all’ultima gara la sua ottima stagione. Si dovrà dunque vincere e per farlo ci vorrà quella “fame di vittoria” che sabato vorremo riscontrare in tutti i nostri giocatori

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

8^ giornata della 2^ fase – Campionato di Calcio a 5 C.S.I. 28.04.2012
Preparate le valigie… andiamo ad Olmeto!
SIMALA – NORBIO 9-2
Formazione:
Cancedda, Concu, Diana (c.), Vizilio, Pusceddu B.; a disp.: Sanna, Manca G.;
Marcatori: 8’ Vizilio, 13’-18’-21’ Pusceddu B., 25’(N), 4’st (N), 7’-12’-17’-21’-24’st Pusceddu B.;

Simala. Ora si che possiamo dirlo! La Polisportiva Simala per la quarta volta nella sua storia accede alle finali regionali di calcio a 5 che si disputeranno ad Olmeto il 26 e 27 di maggio. Non è stato sicuramente semplice raggiungere questo importante traguardo, a Mister Steve e ai i suoi ragazzi va il plauso del Presidente Diana e di tutto il direttivo. Il cammino del Simala durante la stagione è andato in crescendo, infatti dopo la qualificazione alla seconda fase con un buon terzo posto era forse troppo pensare di qualificarsi alle finali al primo posto sia nella classifica tecnica che in quella Fair Play, eppure ci siamo riusciti!
La squadra rispetto agli ultimi mesi del 2011 e i primi del 2012 è cresciuta dal punto di vista tecnico-tattico ma soprattutto sembra essere maturata caratterialmente, oggi contro la Norbio si è vista una squadra sicura dei suoi mezzi, attenta, paziente e cinica quanto basta per passare già dopo 21 minuti sul 4-0 contro una squadra, quella di Villacidro che finora era stata l’unica ad aver piegato le fortissime Nurri e Red Scorpions. Nel pre-gara i sostenitori simalesi che hanno visto il riscaldamento e l’alta concentrazione dei villacidresi al gran completo hanno sicuramente avuto qualche timore che i rimaneggiati biancorossi potessero crollare nell’ultima salita, ma così non è stato e le aquile simalesi hanno spiccato il volo per Olmeto, terra felice per i nostri colori, infatti già nel 2009 ci ha visto protagonisti di quella esaltante vittoria nella fase di qualificazione contro la corazzata di Milis quando a dirigere il Simala c’era Mister Sanna e il presidente era Nicola Diana. Nel corso degli anni il presidente è cambiato, l’allenatore è cambiato ma quegli atleti, quelle facce, quei bravi ragazzi sono sempre li, sono sempre loro che dal 2007 scendono in campo e ci mettono la faccia. Non è semplice fare il calciatore tanto più farlo a Simala paese dal palato fino dove il sostenitore raramente si esalta e spesso è più critico dopo una vittoria che dopo una sconfitta. Non è semplice neppure allenare i biancorossi simalesi, compito che è toccato da prima a Mister Sanna, poi a Mister Mone e ora a Mister Steve. La nostra è sicuramente una squadra formata da ottimi talenti che molte volte per emergere hanno avuto bisogno di sfide importanti ed in queste infatti che hanno dato il meglio di se, talvolta invece sono inciampati proprio quando la posta in gioco pareva già acquisita. Mister Steve ha cercato dall’inizio della stagione di trasmettere al gruppo quella forza e quella mentalità che possono consentire alla squadra di superare l’esame di maturità che ci aspetta a fine maggio e se normalmente alla maturità si arriva al quinto anno allora abbiamo tutte le carte in regola per sostenere il nostro esame a testa alta. A questa dirigenza stava stretto avere il Mourinho della Marmilla ed infatti oggi ha avuto quello del Medio-Campidano… ma non basta, vogliamo il Mourinho Re di Sardegna e quel titolo possono regalarglielo solo le sue capacità e quelle di un gruppo che oggi ha dimostrato di poter fare l’impresa. E’ vero forse fare il cronista a volte fa sognare ad occhi aperti ma chi vi scrive non è ne un presidente, ne un allenatore ne un giocatore, è semplicemente un “innamorato pazzo” di questa bellissima ragazza che si chiama Polisportiva Simala e Domenica 27 maggio 2012 vorrebbe sposare! Solo una cosa attenderà quel giorno, che lei pronunci quel fatidico SI!
Un gran caldo accoglie le due squadre in quest’ultimo sabato d’aprile. La prima buona notizia arriva al lancio della monetina, il capitano della Norbio sceglie “aratro”, capitan Diana sceglie “spiga” e la sorte è con lui, si partirà col sole in faccia agli ospiti. Primi minuti di studio tra le due compagini con il Simala che mantiene il possesso palla e una Norbio che chiude bene gli spazi concedendo poco ai ragazzi di Mister Steve. I nostri sembrano non aver fretta e paiono più pazienti del solito (gran bella qualità la pazienza), e al 3’ è Vizilio, lanciato da Concu, che sfiora il vantaggio con una gran conclusione dalla destra. Due minuti dopo Pusceddu parte in contropiede ma l’uscita dell’estremo ospite sventa il pericolo. Passano pochi minuti ed ancora il Simala in avanti con Vizilio che questa volta non da scampo alla difesa ospite superando prima un difensore, poi il portiere con un autentico colpo da biliardo, 1-0! Reazione della Norbio con un tiro dalla distanza del suo n.7 che il reattivo Cancedda respinge in angolo. Minuto 13, discesa centrale di Concu che pesca Pusceddu, il tocco di piatto del nostro n.11 fa secco per la seconda volta il n.1 amaranto facendo gioire i simalesi presenti in tribuna. Ora i biancorossi giocano veramente un gran calcio, Concu dal centro per Diana che superato un difensore apre sulla sinistra per Pusceddu che senza mezze misure spara in rete un sinistro dei suoi, 3-0. La Norbio soffre più dei simalesi il gran caldo e nonostante i numerosi cambi chiamati dal suo mister sembra non reggere il gran ritmo dei biancorossi che al 21’ partono nuovamente da sinistra con Diana che si porta fino alla trequarti per poi scaricare sul bomber Pusceddu che di prima intenzione fa partire un autentico siluro che si infila all’angolino portandoci così a quota quattro. La Norbio non ha nessuna intenzione di cedere le armi e dalla sinistra parte con un veloce contropiede ma il neo entrato Manca non si fa superare e chiude in angolo. Come in quel di Cagliari l’ultimo minuto della prima frazione ci è fatale e infatti una disattenzione difensiva permette agli ospiti di accorciare le distanze. Si va comunque a riposo con un confortante 4-1.
Nella ripresa Mister Steve chiede ai suoi di mantenere un ritmo basso così da addormentare la gara, ma si sa ai nostri a volte piacciono le grandi avanzate e cosi veniamo infilati in contropiede. Oggi però a questo Simala tutto si concede, passano infatti pochi minuti e il solito Pusceddu cala la manita con un gran gol in semi-pallonetto. Qualcuno nelle scorse settimane aveva fatto notare l’assenza di goleade in questi Play Off da parte dei nostri, e così Pusceddu cala un’altra manita e questa volta è quella personale che da al punteggio sembianze tennistiche, siamo infatti sul 6-2! Ormai la Norbio è alle corde come lo è Vizilio che dopo aver dato tutto in campo chiede di poter rifiatare. Mister Steve sembra quasi rivedere la squadra d’inizio stagione che tanto aveva impressionato in quel di Mogoro, i nostri giocano a memoria si divertono e sembrano non accusare la fatica degli ultimi dieci minuti ed infatti ancora Pusceddu che chiudendo un triangolo con Diana incrementa il suo bottino, e sono sette. Minuto 21, Concu si lancia in avanti superando due avversari, apre sulla destra per l’accorrente Manca che tira di prima intenzione, respinta del portiere e Pusceddu “alla Inzaghi” sigla l’8-2. La Norbio è comunque squadra di carattere e fino all’ultimo si porta in avanti ma i nostri chiudono e ripartono con Diana che si fa tutto il campo cedendo il pallone al limite dell’area avversaria al giustiziere Pusceddu che con un atto di generosità cerca invece di chiudere il triangolo col suo capitano che ormai esausto si fa ipnotizzare dal portiere amaranto (una cartuccia risparmiata per Olmedo). Ma non è finita, è infatti ancora Pusceddu che servito da Concu supera due avversari e cala il sipario su questi spettacolari Play Off che hanno visto il Simala vincitrice del Golden Globe come miglior attrice protagonista. Ora però non resta che preparare la valigia per il 27 maggio… la notte degli Oscar!

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dopo aver disputato le 8 gare dei Play Off si qualificano per le Finali Regionali 2012 il Nurri quale prima squadra della classificata tecnica e il Simala quale prima squadra della classifica Fair Play.

 

Classifica

 

Pareggiate

 

SQUADRA

G

V

V. Rigori

P. Rigori

P

G.F.

G.S.

Punti

NURRI

8

7

0

0

1

80

22

21

SIMALA

8

7

0

0

1

42

25

21

RED SCORPIONS

8

5

1

0

2

49

30

17

NORBIO

8

4

0

0

4

30

38

12

ALBAGIARA

8

3

1

0

4

36

35

11

PARADISE

8

3

0

0

5

37

61

9

CAMPIDANIA

8

1

0

1

6

24

46

4

SANT’EULALIA

8

0

0

1

7

19

46

1

 

 

 

Classifica Fair Play

SQUADRA

Punti in classifica

Punti

disciplina

Penalizzaz.
Fair Play

Classific.  Fair Play

 

SIMALA

21

1,2

0,6

20.4

NURRI

21

1,8

0,9

20,1

RED SCORPIONS

17

0,6

0,3

16,7

ALBAGIARA

11

2,7

1,5

9,5

NORBIO

12

4,8

2,7

9,3

PARADISE

9

5,7

3,3

5,7

SANT’EULALIA

1

9,0

5,4

-4,4

CAMPIDANIA

4

15,9

9,3

-5,3

 


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

                                                        3^ FASE - FINALI

 

1^ gara di girone – Finali Regionali di Calcio a 5  C.S.I. - 19.05.2012

              Come un film già visto…

SIMALA - FORUM TRAIANI 3-3 (6-7 dcdr)

Formazione: Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras D., Pusceddu B; a disp.: Sanna, Vizilio, Doro, Manca G.;

Marcatori:  11’ Pusceddu B., 25’ Doro, 9’-14’-18’(F), 20’ Doro;

 

Sassari. Le Finali 2012 vedranno 6 squadre contendersi il titolo regionale, il programma prevede la suddivisione in due gironi da tre squadre in cui le prime classificate di ogni girone accederanno alla finalissima. Nel girone in cui viene inserita la Polisportiva Simala sono presenti la Juve Luras e il Forum Traiani di Fordongianus mentre del secondo girone fanno parte l’Ollastra, il Nurri e il Badesi. Il Simala nella sua prima gara affronta un Forum Traiani già forte dei suoi 3 punti in classifica conquistati in mattinata grazie all’agevole vittoria per 15-2 contro i modesti avversari della Juve Luras con cui ci confronteremo domattina. I conti son dunque presto fatti servirà subito una vittoria, in caso contrario addio finale. Quando, sotto un sole cocente, alle ore 18 in punto il direttore di gara da il via alla gara i ragazzi di Mister Steve sembrano belli concentrati, regalano infatti pochi spazi agli avversari non disdegnando veloci puntate offensive. Il primo tiro in porta è però dei biancoblù di Fordongianus e Cancedda come sempre in questa stagione si dimostra all’altezza della situazione respingendo in angolo. Al 6’ è il Simala a far paura con Cabras che dalla destra riesce a mettere un ottimo pallone al centro per Concu il cui tiro esce d’un soffio, un minuto e ancora Cabras impegna l’estremo avversario con un bel diagonale. La gara è piacevole e i nostri sembrano poter gestire il possesso palla senza correre particolari rischi, all’11’ Diana dopo aver ricevuto un appoggio di Concu sulla sinistra supera un avversario e si proietta sulla fascia, ancora un difensore davanti e ancora un dribbling vincente con successivo taglio al centro per l’accorrente Pusceddu che di piatto sinistro appoggia in rete, 1-0! La reazione dei fordongianesi non si fa attendere ma la difesa biancorossa non regala nulla agli avversari che sembrano quasi spazientiti e il mandarsi a quel paese la dice lunga sul loro stato d’animo. I nostri continuano a macinare gioco con Pusceddu e Diana che a distanza di un minuto scaldano le mani al portiere biancoblù, poi è la volta dell’ottimo Concu in una delle sue discese manca di poco il raddoppio. Si arriva così al 16’ quando Mister Steve decide di far rifiatare gli ottimi Diana e Pusceddu inserendo Vizilio sulla sinistra e Doro in avanti. I simalesi con le forze fresche in campo riescono a gestire agevolmente il vantaggio e al 19’ sfiorano addirittura il raddoppio con Doro che si da un gran da fare in fase offensiva. La troppa foga porta però i nostri a commettere 4 falli in meno di 7 minuti così da arrivare a quota sei e dare l’opportunità al Forum Traiani di andare al tiro libero, il calcio piazzato di De Martis viene però parato da un super Cancedda che con un autentico colpo di reni respinge in angolo. Al 22’ dopo un forte contrasto con uno dei nostri deve momentaneamente lasciare il campo l’ottimo Daniel Fadda, il suo sostituto, senza nulla togliere, regala sicuramente qualche metro e spazio di manovra in più ai nostri che  proprio nel momento di maggior sofferenza data dall’impossibilità a commettere ulteriori falli trovano il 2-0 con Doro che tutto solo in contropiede supera la metà campo e scartato il portiere deposita in rete chiudendo di fatto un piacevolissimo primo tempo. Nell seconda frazione Mister Steve ripropone lo stesso quintetto di fine primo tempo chiedendo ai suoi di addormentare la gara con una maggiore circolazione della palla così da evitare agli avversari di riorganizzarsi. Nei primi minuti i nostri seguono alla lettera le raccomandazioni del loro mister, e nonostante le diverse incursioni biancoblù riescono ad evitare il peggio soprattutto con Cancedda che su un tiro degli ospiti riesce a smanacciare quello che pareva ormai un gol già fatto (non sapremo mai la verità), i fordonianesi, forse a ragione, sono furenti nei confronti del direttore di gara che a loro dire ha sottratto un gol validissimo. Il gol non gol carica comunque i nostri avversari che raddoppiano le forze e cominciano a macinare gioco mettendo in diverse occasioni il Simala alle corde. In questa fase della gara la lucidità dei simalesi viene meno, non riusciamo più a gestire i palloni come nella prima frazione, ai nostri avversari non par vero e detto fatto arriva inesorabile il gol che accorcia le distanze. Ci aspettano così 21 minuti di passione con i fordongianesi che riconquistano subito palla e si portano nuovamente in avanti alla ricerca del pareggio costringendo nuovamente Cancedda agli straordinari. A questo punto Mister Steve fiuta il pericolo e chiede immediatamente un time-out per far rifiatare e dare nuove direttive ai suoi ma a differenza della prima frazione rimanda in campo gli stessi uomini. La breve pausa non sortisce però gli effetti sperati e i nostri non sembrano reggere l’urto di un avversario, che nonostante abbia nelle gambe i 50 minuti della gara giocata in mattinata, arriva prima su gran parte dei palloni come al minuto 14 quando dalla destra l’ottimo Scanu, laterale fordongianese, trova lo spiraglio giusto e con un tocco di punta infila all’angolino il gol del pari. Che botta! Ora i nostri sembrano smarriti, il pallone scotta e soffriamo terribilmente i laterali avversari che trovano nell’ottimo Daniel Fadda un importante punto di riferimento. Anche Doro sembra stremato e chiede ripetutamente il cambio, Mister Steve gli chiede di stringere i denti ma alla fine deve sostituirlo con Pusceddu che dopo soli due minuti deve lasciare il campo per un infortunio alla caviglia. A sorpresa il nostro mister ripropone Doro che però non riesce ad arginare le avanzate di Matteo Loi, centrale difensivo avversario, il quale al 18’ indisturbato scaglia in rete il gol del vantaggio per il Forum Traiani, 2-3 e palla al centro. I nostri avversari cercano addirittura di chiudere i giochi andando vicini al quarto gol ma la forza della disperazione ci porta in avanti e con un colpo a giro di Doro raggiungiamo il pari, 3-3. Mancano ancora 5 minuti cha nel calcio a 5 non son pochi ma è sicuramente poca la forza rimasta nelle gambe di un quintetto che ha ormai dato tutto e avrebbe forse bisogno di qualche forza fresca, Mister Steve non è però dello stesso avviso e chiede ai suoi ancora un ultimo sforzo per arrivare al gol che ci regalerebbe la finalissima. Le sostituzioni premiano invece Mister Loi, tecnico dei biancoblù che grazie alle rotazioni chiude la sua seconda gara con una squadra che nonostante una evidente inferiorità tecnica rispetto a quella simalese si dimostra sicuramente all’altezza della situazione dal punto di vista tattico. L’ultimo sussulto del Simala arriva a 2 minuti dal termine quando un gol su punizione di Concu viene annullato dal direttore di gara per una presunta carica di Cabras sulla barriera avversaria. Si arriva cosi al triplice fischio e alla conseguente lotteria dei calci di rigore, dove la traversa di Cabras e il palo di Vizilio risulteranno decisivi e non basteranno ai nostri le realizzazioni di Concu, Pusceddu e Diana. Il Forum Traiani con un solo errore dal dischetto vola così in finale lasciando ai nostri un grande amaro in bocca e una strana sensazione quasi come quella di un  film già visto.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

2^ garadi girone - Finali Regionali di Calcio a 5  C.S.I. - 20.05.2012

        Goleada con l’amaro in bocca…

SIMALA –  JUVE LURAS 14-1

Formazione: Cancedda, Concu, Diana (c.), Cabras D., Doro; a disp.: Sanna, Vizilio;

Marcatori:  5’- 8’ Doro, 11’ Concu, 13’(J.L.), 15' Diana, 19’Cabras D., 24’ Vizilio, 3’st  Cabras D., 6’st Concu, 10’st Vizilio, 12’st Diana, 16’st Doro, 19’st Vizilio, 22’st Cabras D., 25’st Concu.

 

Sassari. La goleada dei simalesi in una gara a senso unico contro il malcapitato Luras serve solamente ad attenuare la grande delusione della prima giornata dopo la sconfitta contro il Forum Traiani di Fordongianus. La squadra di Mister Steve si presenta sul terreno di gioco senza due importanti pedine come Pusceddu B. e Manca G., fortunatamente però il Luras non è squadra di fenomeni e nonostante la pioggia sarà difficile per i nostri scivolare nuovamente nel sintetico sassarese.

Si parte ed il Simala è subito in avanti con Doro ad aprire le danze di un primo tempo che si chiude col punteggio tennistico di 6-1, nella seconda frazione la musica non cambia e a turno andranno a segno anche Cabras, Concu, Diana, e Vizilio in una gara che i simalesi chiuderanno con ben 13 gol di scarto. Da evidenziare a metà ripresa l’esordio del giovane Simone Sanna per la prima volta tra i pali in una fase finale.

La Polisportiva Simala per decisione del C.S.I. si classifica dunque al terzo posto ex aequo con il Badesi, altra delusa del secondo girone. La finalissima tra Nurri e Forum Traiani vedrà invece imporsi la squadra nurrese sui fordongianesi con il punteggio di 5-4.

Come detto anche quest’anno rimane un grande amaro in bocca, soprattutto se si pensa alla rosa allestita e alle squadre che sono giunte in finale, forti sicuramente ma di certo meno tecniche e non superiori ad un Simala che però come in altre occasioni è caduta proprio sul più bello…

Un ringraziamento va sicuramente fatto al mister Stefano Pusceddu che con grande impegno e tenacia ha dato sicuramente il massimo di quelle che erano le sue capacità e le sue possibilità facendoci così rivivere quelle emozioni e quelle sensazioni che già in passato due “Amici” della Polisportiva come i mister Sandro Sanna e Simone Atzei sono stati capaci di trasmetterci.

Poco altro da dire quindi se non che questo è un gruppo di atleti di tutto rispetto fuori e dentro il rettangolo di gioco, con tanti pregi e a volte con qualche difetto ma questo è nelle cose. Di certo c’è che la Polisportiva Simala ha ancora, e oggi come oggi sempre più, intenzione di continuare a puntare in alto e conoscendo il carattere del Presidente, dei dirigenti e della gran parte dei ragazzi rimangono pochi dubbi che portano ad una certezza, la stagiona 2012-2013 ci vedrà ancora grandi protagonisti!

 

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

FINALI REGIONALI 2012

SASSARI : Sabato 19 maggio 2012 ore 10:00

Gare

Ris.

OLLASTRA - ASD BADESI 09

3-3 (7-6 dcdr)

FORUM TRAIANI FORDONGIANUS - JUVE LURAS

15-2


SASSARI : Sabato 19 maggio 2012 ore 18:00

Gare

Ris.

OLLASTRA - NURRI

5-7

FORUM TRAIANI FORDONGIANUS -  SIMALA

3-3 (7-6 dcdr)

 

SASSARI: Domenica 20 maggio 2012 ore 10:00

Gare

Ris.

ASD BADESI 09 - NURRI

5-5 (8-5 dcdr)

POL. JUVE LURAS  -  SIMALA

1-14

 

3° Posto ex aequo  SIMALA e ASD BADESI 09

 

ORISTANO: Sabato 26 maggio 2012 ore 16:30

Finale 1° Posto    NURRI  FORUM TRAIANI     5 - 4

 

CAMPIONE REGIONALE 2012:     NURRI