Cronache‎ > ‎

Cronache 2009-10

Campionato 2009 - 2010

Genuri - Simala    1 - 3

un importante passaggio di consegne...

Formazione: Atzei; Concu; Diana; Cabras; Vizilio;  all. Simone Atzei.

Marcatori:  5' Diana; 12' st. Vizilio; 22 st. Concu;

 Genuri ore 16. Per la prima volta la Polisportiva Simala scende in campo con il titolo di “campione del medio-campidano” in pectore, contro il Genuri, squadra che solo un anno fa  deteneva questo titolo. Ma quest'anno è stata un'altra storia. Il Simala vince e si proietta alle finali regionali con la giusta carica ma allo stesso modo con quell'umiltà e quella determinazione che durante l'anno ha permesso ai giovani simalesi di superare tutte quelle difficoltà che normalmente bisogna affrontare per giungere al traguardo da primi della classe. Oltre ai gesti atletici dei nostri sono stati i comportamenti in campo ad aver fatto la differenza. Mai una espulsione in tutto il campionato, rarissimi i cartellini gialli. Comportamenti esemplari nei riguardi di arbitri e avversari. Massima disponibilità nei confronti di presidente, dirigenti e allenatore. E' stata la forza del gruppo. Paradossalmente la spinta maggiore è stata profusa da quegli atleti che pur giocando meno hanno sempre incitato la squadra togliendosi “non poche” soddisfazioni anche in campo. Questo è lo spirito di gruppo, questo è portare avanti un progetto comune,  portare alto il nome di un paese e la buona reputazione che solo “i migliori” giocatori simalesi, nel passato, hanno saputo costruire. Salire sulla nave e non abbandonarla mai. Questo vale non solo per il comandante ma anche per tutti i marinai! Si quei marinai che affrontano la tempesta rimboccandosi le mani e con sguardo alto e fiero non si tirano mai indietro. Quelli che non mollano mai di un centimetro. Così si comportano i veri simalesi e così si sono comportati in questo meraviglioso Campionato 2009-2010 che rimarrà per sempre tra le più belle pagine sportive di questo paese.

Ma veniamo alla cronaca. La trasferta di Genuri sa quasi di passarella per i campioni simalesi che entrano in campo comunque concentrati e smaniosi di ben figurare anche nell'ultima gara di campionato. Assedio simalese già dai primi minuti con Cabras che sulla sinistra cerca di scardinare la difesa avversaria. Siamo al 5' quando Capitan Concu, al rientro dopo uno stop di diverse settimane, taglia al centro per Vizilio che superata la marcatura avversaria apre sulla destra per l'accorrente Diana  che con un violento diagonale di collo destro scaglia il pallone all'incrocio. Siamo in vantaggio! Il Genuri, squadra orgogliosa e di buona tradizione calcistica, non vuole sicuramente sfigurare davanti al proprio pubblico e immediatamente si propone in avanti con grande vigore facendo passare un brutto quarto d'ora ai nostri che in diverse occasioni vengono salvati dal giovane Atzei, lo “Jašin simalese” che che per ben tre volte para l'impossibile e anche di più. Purtroppo però al 21' anche Atzei deve arrendersi davanti a una deviazione sottomisura del veloce attaccante genurese che d'astuzia insacca. E' sicuramente meritato il pareggio dei padroni di casa, così come il thé freddo dopo un primo tempo giocato sotto un sole cocente. Mister Atzei  approfitta  della pausa per caricare i suoi ragazzi che entrano in campo con la consapevolezza di poter portar via i tre punti dalla vicina Genuri. Da subito  Vizilio, schierato al centro dell'attacco, si esalta creando spazi ai suoi compagni e proponendosi in tutte le zone del campo. Il Genuri in questa fase della gara gioca coperto e non disdegna conclusioni dalla distanza che agevolmente Atzei fa sue. E' il 12' quando una travolgente azione dei nostri fa traballare la difesa locale e dopo due splendide respinte del portiere genurese Vizilio riesce a coordinarsi e con un tocco al volo superare l'estremo difensore avversario. Siamo nuovamente in vantaggio e la nostra offensiva prosegue alla ricerca del terzo goal che chiuderebbe i giochi. Gli spettatori stanno assistendo ad una partita davvero spettacolare dove i giocatori, nonostante la temperatura, non risparmiano le ormai poche energie rimaste. Arriviamo così al 22' quando Diana dalla sinistra attende l'nserimento di Concu, lo serve, e  il Capitano con una spettacolare girata chiude le danze! L'arbitro fischia la fine e sono solo strette di mano tra i calciatori delle due compagini con diversi giocatori genuresi che approfittano per fare un sincero “in bocca al lupo” ai simalesi che nelle prossime settimane disputeranno finali regionali.  Una bella pagina di sport. 



Simala – Valderoa B   4 - 1

 …..la capolista se ne và!

Formazione: Atzei; Diana; Vizilio; Manca G.; Manca S.  A disp.: Sitzia; Melis;

Marcatori: 13’ Manca G.; 18' Vizilio; 23' Diana; 19’st.  Sitzia.;

 Simala, Venerdì 28 Aprile 2010, ore 22:28 la Polisportiva Simala per la prima volta vince un campionato da prima della classe entrando di diritto nella storia di questo Paese! Mai vi è stata, in qualunque competizione, squadra simalese capace di disputare senza sconfitte tutte le partite casalinghe (15 gare), dando dimostrazione di grande carattere e compattezza. Ebbene sì, a “Sa Cruxi Manna” i simalesi, in questo campionato, non hanno mai visto i propri beniamini sconfitti! ...Grazie!

 Ma dopo questa breve (ma doverosa) parentesi  veniamo alla cronaca.  Mister Atzei mette in campo il solito “rombo” con Atzei tra i pali, Vizilio centrale difensivo, Manca G. in fascia destra, Diana sulla sinistra e Manca S. al centro dell'attacco. Il numeroso pubblico sa che questa potrebbe essere la partita che chiude una grande stagione e da subito incita i “ragazzi”. I primi 10' sono equilibratissimi, le due squadre si studiano e non prendono inutili rischi, si gioca quasi a uomo, la tensione si fa sentire,  ma l'occasione giunge al 13' minuto quando l'arbitro fischia un fallo dal limite a favore dei nostri. Provate a indovinare chi si prepara al tiro...? Si indovinato! E' proprio Manca G. a posizionare il pallone dal limite e scagliare la “sassata” che regala ai nostri il sospirato vantaggio. Ora i villacidresi si fanno sotto e per ben tre volte Atzei si deve superare per scongiurare il pareggio. I  nostri cercano di chiudere gli spazi ai campidanesi e puntano su veloci contropiede alla ricerca del raddoppio. Vizilio in questa fase è il più in palla dei nostri e si propone nella fase offensiva in diverse occasioni, in una di queste decide di far girare la testa agli avversari con una serpentina degna delle migliori “scuole calcio” e con un preciso interno destro trafigge l'estremo difensore del Valderoa B. Due a zero! Stiamo assistendo a un calcio piacevole da parte dei padroni di casa, che deliziano la platea con varie triangolazioni e un possesso palla che si addice a una “prima della classe”. Arriviamo così al 23' quando Diana parte dalla retrovia di sinistra e dopo aver chiuso una veloce triangolazione con Manca G. cerca la collaborazione del neo entrato Sitzia che, con un assist filtrante, lo mette nelle condizioni di chiudere a rete con un diagonale di sinistro. Il tre a zero è servito!  La ripresa si apre con i villacidresi alla ricerca del gol, ma la capolista non ci stà e cerca di addormentare il gioco con continui fraseggi che innervosiscono gli ospiti, costretti spesso a ricorrere a dei falli tattici. Il Valderoa B è comunque una squadra solida e di tutto rispetto che cerca in tutti i modi di far pesare la forza del suo attacco, che con 176 goals è il quarto del campionato, per cercare di scardinare la difesa del Simala. Ma è proprio questa superdifesa il segreto di Mister Atzei, in un campionato dove quasi tutte le squadre hanno ormai abbondantemente superato le 100 reti subite (alcune sono a quota 200), la difesa simalese si è fermata a quota 65 (con la rete odierna), quasi la media, dunque, di 2 goals a partita. Se poi vogliamo aggiungere, il “piccolo” particolare, che in tutto il campionato, tra le mura amiche, il nostro “Portale” ha staccato solamente “13 ingressi” ci rendiamo conto da dove cominci la forza di questa squadra invincibile! Ma cerchiamo di riprendere con la cronaca e raccontare i minuti finali di questa entusiasmante partita. Scocca il 19' quando Sitzia tenta il tiro dal limite, il pallone colpisce il dorso di un difensore ospite e carambola sui piedi di Diana che di prima intenzione tenta il tiro, ma ancora un difensore sventa in scivolata, il pallone giunge così a Manca G. che al volo fa partire il solito bolide che dopo un tentativo di presa dell'estremo ospite viene  insaccato da un puntuale Sitzia ...Poker!  A due minuti dalla fine i nostri già pensano ai festeggiamenti e gli ospiti ne approfittano trovando il goal della bandiera. Fischio finale e tutti a cena al NAMI per festeggiare e stappare lo spumante della vittoria. Vittoria di un campionato che ha visto i nostri, fin dall'inizio, sempre protagonisti, dentro il campo come atleti e fuori dal campo come gruppo di amici che ha voglia di  stare insieme nello sport come nella vita! 


Simala – Las Plassas 3 - 1 

 …ad un passo dalla storia!

Formazione: Atzei; Diana; Vizilio; Manca G.; Manca S.  A disp.: Sitzia; Melis; Cadau;

Marcatori: 13’ Manca G.; 14’st.  Sitzia.; 22’st. Sitzia.

Sono le venti e trenta in punto quando a “Sa Cruxi Manna” la formazione del Simala scende in campo contro il blasonato Las Splassas davanti a un numeroso pubblico che attende con impazienza l'inizio di una partita che vale quasi un'intera stagione. Pronti via e gli ospiti senza timori reverenziali si rendono subito pericolosi con il loro centrale d’attacco che non disdegna conclusioni dalla distanza. I nostri sentono la pressione della gara e nei primi dieci minuti la tensione la fa da padrona. Mister Atzei e un caricatissimo Concu (fuori per una microfrattura al tallone destro) insieme a tutta la panchina incitano la squadra per cercare di spronarla a dare il massimo e proprio in una delle rare sortite offensive dei simalesi l'arbitro fischia un fallo dal limite. La punizione arriva come una manna dal cielo e lo specialista Manca G. (mezza dozzina di goals su punizione in questa stagione) prende una breve rincorsa e con un preciso collo destro spedisce il pallone là dove l’estremo difensore ospite non può arrivare, portando i padroni di casa sull’uno a zero. Da questo momento la partita si fa incandescente, gli ospiti non ci stanno e si portano in avanti ma il Simala, con veloci ripartenze, sfiora il raddoppio al 21’ con Manca S. che con un diagonale da sinistra sfiora il palo, poi con Vizilio che al 23’ dalla distanza scalda i guanti al portiere ospite. Si va al riposo con un buon finale di primo tempo alle spalle ma con una ripresa che si annuncia in salita.

Nell’intervallo Mister Atzei fa quadrato con la squadra decidendo di inserire Sitzia al centro dell’attacco in sostituzione di un generosissimo Manca G.. Comincia la seconda frazione di gioco e da subito il pubblico locale (e non solo) si rende conto di assistere a una delle più avvincenti partite della stagione; il Las Plassas vuol cercare di fermare la corsa dei simalesi verso il titolo ma questi ultimi non hanno mai perso tra le mura amiche e non intendono prestare il fianco proprio ora che sentono il profumo della vittoria. Ma torniamo a Sitzia. Siamo al 14’ della ripresa quando Manca G. apre sulla destra verso il “mancino simalese” che, con un autentica magia, si “beve” il difensore ospite puntando dritto verso il portiere lasplassese che deve arrendersi davanti ad un autentico colpo da biliardo… chapeau! Nonostante il due a zero, la partita si fa intensa e gli ospiti, con caparbietà, trovano una punizione dal limite, Atzei piazza la barriera ma il tiro, un’autentica saetta, sembra proprio indirizzato all’incrocio quando improvvisamente la sua traiettoria viene deviata sulla traversa da un “involontario” tocco di mano di Diana. L’arbitro, dopo alcuni secondi di perplessità, ammonisce il capitano simalese ad interim ed indica il dischetto. E’ rigore! L’esperto Atzei scruta lo sguardo del centrocampista ospite che si appresta al tiro e con un autentico colpo di reni neutralizza il penalty. Il pubblico è in un brodo di giuggiole e compiaciuto sprona i simalesi a chiudere la gara col terzo goal. Siamo al 22’ quando Atzei con un rinvio lungo pesca Diana che di prima intenzione apre per Sitzia che tutto solo si invola verso la porta ospite e con un tocco morbido chiude le danze. I tre minuti finali vedranno gli ospiti alla ricerca di quel tiro libero che regalerà loro il più classico dei “goal della bandiera”. Quando l’arbitro fischia la fine sono solo trombe e festeggiamenti all’interno dello spogliatoio locale con i nostri che intonano il classico: SI-MA-LA! SI-MA-LA! Ma da domani si penserà solo all'anticipo serale di venerdì notte contro i villacidresi per riuscire ad ottenere quel punto che ci permetterà di laurearci “Campioni” così da raggiungere, per il terzo anno consecutivo, le prestigiose finali regionali!



Sant'Eulalia - Simala 0 - 8 
Simala - Calcio Nuragus  3 - 2 

Eppur si muove…La classifica

Formazione: Atzeni; Diana; Vizilio; Manca G.; Manca S. A disp. Melis; Cadau; Sitzia.

Marcatori: 10’ Manca S.; 24’ Manca S.; 2’st. Manca S.

 Una cosa accomuna tutti i campionati del mondo; il triste destino della capolista. Nel sabato in cui l’Inter regala alla Roma il primato della Serie A, portandola a concretizzare una straordinaria rimonta, la Polisportiva Simala soffre fino all’ultimo istante con il mai domo Calcio Nuragus che torna a casa a mani vuote ma con la consapevolezza di aver dato del filo da torcere a chi, a perdere, non si dovrebbe mai abituare. Quanto è dura la vita della lepre, e i nostri ora lo sanno bene. Ogni partita è una finale e ogni errore può rovinare i sacrifici di mesi. Certo, il vantaggio sulle seconde è rassicurante, ma sarebbe produttivo abbassare la guardia e concedersi distrazioni? Chiunque vi dirà di no; ma tra dire e il fare c’è di mezzo il mare.  Mister Mone affronta lo scontro con il coltello fra i denti e, incurante delle disavventure, schiera un quintetto ultra offensivo. La partenza è buona e i nostri si mostrano subito insidiosi. Vizilio e Diana guidano l’offensiva in attesa delle zampate dei fratelli Manca. Al 5’ Vizilio sfiora il palo con un bel tiro dal limite dell’area. Al 6’ Diana prende il palo. L’assedio è efficace e solo in rare occasioni il Nuragus si fa vivo dalle parti del sempre vigile Atzei. Al 10’ gli sforzi vengono ripagati. Transizione fulminea di Vizilio che con precisione libera Manca S. che con la solita freddezza insacca. Uno a zero. Il gol interrompe l’avanzata simalese e i nostri tirano il fiato. Come spesso accade i cali di tensione costano cari e così il Nuragus si fa sotto e assale i nostri che, di colpo, si trovano messi al palo. Al 14’ arriva il meritato pareggio dopo una leggerezza difensiva. La spinta ospite è continua è dopo appena un minuto è il palo a salvale Atzei dalla capitolazione. Il rischio dello svantaggio rinsavisce i nostri che riprendono il pallino del gioco. La partita è gradevole e ben giocata da entrambe le squadre che si affrontano con foga ed impegno. I minuti passao ma il risultato non cambia. Al 24’ Mistre Mone butta nella mischia Sitzia. Lo Zidane della marmilla ci mette pochi secondi ad entrare in partita. Salta in sequenza due avversari e serve Manca S. che con la solita freddezza raddoppia. Due a uno e fine primo tempo.

La ripresa si apre con i nostri ancora all’attacco. Il Nuragus sembra stordito dal vantaggio avversario e incapace di reagire.  Al 2’ l’incontenibile Sitzia prende palla e  dopo una prepotente discesa scarica un devastante sinistro; il portiere non riesce a trattenere lascianda a Manca S. il più facile dei tapin. Tre a uno. Il doppio vantaggio sembra il preludio alla goleada e ad una secondo tempo in discesa. Ancora una volta le leggerezze si pagano care  e quando tutto sembra andare per il meglio il Nuragus rialza la testa. Al 5’ il solito contropiede costa caro ai nostri che subiscono la seconda segnatura. Tre a due.  La partita si surriscalda, aumentando d’intensità e grinta. Entra Cadau per Manca S. e il pubblico simalese sostiene la squadra con il solito entusiasmo e i nostri cercano in tutti i modi di porre un freno alle velleità di rimonta ospite; ma i Nuragus sa bene quanto valga uno sgambetto alla capolista e si butta generosamente in avanti. I minuti passano in fretta e la tensione sale alle stelle. Quando tutto sembra perduto sale in cattedra Atzei che fa buona guardia e con i soliti interventi spettacolari toglie i nostri dai guai. Al 16’ rientrano i Manca Bros. per Sitzia e Cadau, ma la musica non cambia. I nostri giocano di rimessa lasciando l’iniziativa agli ospiti che minuto dopo minuto aumentano la pressione. Al 20’ un esausto Manca S. lascia il posto a Melis. La partita volge al termine e ormai si aspetta solo il fischio finale. La pressione ospite raggiunge l’apice e il pareggio sembra ormai nell’aria. Ancora una volta è uno Straordinario Atzei a salvare il risultato con tre straordinari interventi. Il fischio finale è la più dolce liberazione. Onore al Nuragus straordinario interprete di una gran bella partita.  Alcune volte ciò che conta è solo il risultato perché quando si è la capolista è sempre meglio vincere.  Al tutto il resto ci penseremo domani.



Paradise- SIMALA  6-6 (11-10 d.c.d.r.) 

FORMAZIONI: Atzei, Diana, Manca G., Vizilio, Manca S.. A disp.: Sitzia, Cadau, Melis.

  Marcatori: 1' Vizilio; 4' Vizilio; 7' Manca G.; 12' Manca S.; 22' Diana.

Non si finisce mai d'imparare...

Non è semplice riuscire a far capire a chi legge come possa una squadra dissipare un vantaggio di cinque gol in una partita che ormai sembra dover finire in goleada. Cercheremo di farlo.

Sono le 19 in punto quando nel nuovissimo sintetico di Pabillonis si affrontano la Capolista Simala che deve cercare di ammazzare il campionato e i padroni di casa del Paradise che da ormai due mesi  hanno una media punti da vertice e non vogliono di certo sfigurare davanti al loro pubblico. Basta però un minuto ai ragazzi di Mister Atzei per portarsi con facilità in vantaggio, discesa sulla sinistra di Vizilio che si accentra e fa partire un missile che si infila sotto l’incrocio dei pali, 0 a 1 e partita subito in discesa. Discesa come quella che vede nuovamente protagonista Vizilio che dopo pochi minuti mette a segno l’ennesima doppietta stagionale… i compagni ringraziano! Sono piacevoli le trame imbastite dai simalesi che mettono letteralmente alle corde i pur volenterosi padroni di casa che per evitare i pericoli ricorrono spesso a falli tattici, proprio da uno di questi scaturisce la punizione che da il là ad un preciso quanto potente fendente calciato con maestria da Manca G., per farvi capire il tiro ricorda quello scagliato dallo stesso Manca G. in una triste trasferta in Sini… ma questa è tutta un’altra partita, oggi si deve vincere non si fanno sconti a nessuno e così si va, dopo nemmeno dieci minuti, sullo 0 a 3. A questo punto il Paradise come un pugile suonato si porta “senza testa” in avanti e subisce il preciso jeb di Pato Manca che con freddezza trafigge l’estremo difensore pabillonese e fa “poker” per i simalesi che come una vera corazzata schiacciano gli avversari. Scocca il 19’ minuto quando da destra Diana lancia Manca G. sulla destra , il pallone sembra un po’ lungo ma la veloce ala simalese riesce nell’aggancio e con uno splendido diagonale pesca l’angolo sinistro, è cinquina! come nelle migliori tombolate. A questo punto qualcosa scatta nei padroni di casa che per la prima volta riescono concretamente a portarsi in avanti e con un preciso diagonale imbeccano la traversa, il pallone sembra ormai indirizzato in rete ma un fenomenale colpo di reni del nostro portiere salva la porta dopo insistenti proteste dei padroni di casa che gridano al gol. Inizia qui una lunga serie di calci d’angolo, uno di questi porta i padroni di casa a quello che dovrebbe essere il classico gol della bandiera… ma qui le bandiere son più di una e nel giro di pochi minuti ci troviamo sul 2 a 5. I simalesi in quanto ad esperienza non sono secondi a nessuno e capiscono che chiudersi già dal primo tempo può esser letale, parte così un veloce contropiede finalizzato da Cadau che con un preciso “taglio” pesca Diana sulla destra il quale con una puntata fa 2 a 6 e praticamente mette fine ad un divertentissimo primo tempo. Ma veniamo alla ripresa che comincia subito con un Paradise che a testa bassa si butta all’attacco e cerca di accorciare le distanze. I nostri hanno un approccio un po’ molle e soffrono le ripartenze degli avversari che prendono possesso delle fasce non disdegnando tiri dalla distanza come quello su cui capitolano i nostri al 7’ della ripresa che porta i pabillonesi sul 3 a 6. Manca ancora una vita e ma il  Simala comincia a intravvedere gli spettri di Sini. Quegli occhi di tigre che hanno contraddistinto il volto dei  nostri nella prima parte di gara  lasciano spazio a uno sguardo spento, perso nel vuoto, intimorito al cospetto di un avversario non sicuramente superiore tecnicamente ma che in maniera spregiudicata schiaccia i nostri in una morsa che si rivelerà fatale. Mistamone si accorge che la squadra è in difficoltà e prova a fare quache cambio tattico con la speranza che arrivi il gol ammazza partita, è infatti il 15’ della ripresa quando Sitzia tocca di fino un pallone che supera il portiere di casa ma solo per questione di centimetri sfila a lato. Detto fatto, contropiede avversario e il Paradise si porta a meno due. I cinque minuti finali sono un inferno i simalesi non metteranno più piede nella metà campo avversaria e le due discese finali saranno decisive per portare i padroni di casa a un meritato pareggio. I tifosi simalesi sono increduli, stanno vivendo un incubo e a questo punto non vedono l’ora che l’arbitro fischi la fine ma il triplice fischio giungerà solo dopo la grande parata di Atzei che evita hai nostri una pesante sconfitta. Saranno i calci di rigore a decidere le sorti della gara ma purtroppo per noi i padroni di casa si riveleranno degli autentici cecchini. A fine gara nessuno ha voglia di commentare e il silenzio generale avvolge una squadra che senza dubbio alcuno si rifarà nella prossima gara casalinga contro il Nuragus ma ricorderà per sempre questa trasferta come “la disfatta di pabillonese”. 

 
 
                                 SIMALA vs SINI 3-1

                                            Un conto da saldare nel Paese dei...

Formazione: Atzei; Concu; Diana; Manca G.; Vizilio. A disp. Manca S., Melis, Sitzia,Cadau.

Marcatori: 10' Vizilio, 1' st. Diana, 20' st. Concu.

Tra le ventitrè  gare disputate durante il corso del campionato quella che sembrava chiusa a 30'' dalla fine e che ha invece visto i nostri capitolare, ai calci di rigore, è stata proprio la trasferta nel “Paese degli Ulivi”. Dopo quella gara i nostri sapevano che qualcosa era andata storta e soprattutto avevano la consapevolezza di non essere stati sicuramente inferiori ai padroni di casa... ma il Calcio a volte regala brutte sorprese e quel 5 di Dicembre, nel freddo di Sini, ha presentato un conto salatissimo facendo perdere ai nostri imbattibilità e primato. Ma veniamo ad oggi, primo Sabato di primavera baciato da un sole che illumina già dai primi minuti i ragazzi simalesi che scendono in campo carichi e decisi a portare a casa l'intera posta. E' subito un Simala frizzante quello che nei primi cinque minuti arriva per ben tre volte alla conclusione con Manca G., Concu e Diana che rendono difficile la vita all'estremo difensore avversario. Ma è una strepitosa azione dello scatenato Vizilio che al 10' porta i nostri meritatamente in vantaggio finalizzando un perfetto contropiede. La partita si fa piacere e gli ospiti con il loro possente attaccante cercano di scardinare la difesa simalese che per tutto il finale di tempo soffre la pressione di un Sini deciso a riequilibrare la gara. Siamo ormai agli sgoccioli del primo tempo quando i nostri tentano di chiudere i giochi e si portano, forse troppo generosamente, in avanti prestando così il fianco agli ospiti che con un fulminio contropiede si presentano davanti ad Atzei che in uscita prende palla e giocatore così da far pendere la decisione dell'arbitro per un generoso calcio di rigore. Il nostro Uomoragno da par suo intuisce le intenzioni dell'attaccante avversario ma il tiro è troppo forte e angolato. Si và in parità e così finisce la prima frazione di gioco, con i nostri che fanno quadrato davanti a Mistermone il quale trasmette tranquillità alla squadra facendo presente che manca ancora tutto il secondo tempo per vincere la gara. I nostri si ripresentano in campo con la giusta concentrazione e già al 1' Diana trova un varco nella difesa del Sini e il suo preciso destro si insacca grazie ad un preziosissimo “velo” di Manca S., astutissimo quanto generosissimo “Pato simalese” al quale Diana a microfoni spenti attrbuirà il 50% dei meriti. A questo punto sono gli ospiti che accusano il colpo e cercano subito di reagire all'inaspettato vantaggio simalese con il solito schema che prevede il lancio lungo al centravanti boa , ma la premiata ditta Concu-Diana non lascia respiro al forte attaccante così da indurlo spesso all'errore. Siamo al 12' e arriviamo così al momento forse più atteso della gara, Mistermone fa scaldare Sitzia e dopo quasi quattro mesi di assenza per infortunio gli fa capire che è arrivato il suo momento e lo manda in campo. E' standing ovation per un ragazzo che negli ultimi tre anni si è sempre messo a disposizione della squadra, senza mai una polemica e con il giusto spirito di gruppo che fa la differenza tra una squadra normale e una squadra che vuol vincere un campionato. Sitzia si inserisce senza problemi nei collaudati schemi di Mistermone e già al 15' dopo essersi liberato del difensore sinese rischia di festeggiare il suo ritorno con un gran gol, sferrando un bolide di sinistro che



8^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5   C.S.I.                  20.03.2010

sotto un sole cocente gli scorpioni domano la capolista!

Red Scorpions – SIMALA  6-5

 

FORMAZIONI: Cadau , Vizilio, Diana, Manca G., Manca S.;  a disposiz. Melis;

MARCATORI: 7’ Diana, 18’ Vizilio, 4’st.Vizilio, 13’st.Manca G., 22’st Manca S.;

 

 

 Trasferta difficile per la capolista che si presenta a Genoni fortemente rimaneggiata e senza il suo “superportierone” Atzei! Mister Atzei però non si da per vinto e carica i suoi che scendono in campo davanti a un pubblico caldo che con trombe, petardi, sciarpe e fumogeni comincia a fare un tifo sfrenato. La partita comincia con un forte pressing dei padroni di casa che al 2’ vanno subito alla conclusione trovando però un attentissimo quanto reattivo Cadau. Al 4’ è ancora Piredda, fortissimo centravanti del Genoni a sfiorare la rete. I nostri soffrono e giocando di rimessa trovano quello che si rivelerà un prezioso calcio d’angolo. Batte Manca G. che pesca Diana il quale senza pensarci due volte tira di prima intenzione un bolide dalla distanza e trafigge l’estremo difensore genonese. D’ora in poi sarà un assedio dei padroni di casa fino al pareggio che arriva al 11’ dopo una velocissima triangolazione che spiazza i simalesi un po’ fuori posizioni; incredibile passano solo due minuti e una disattenzione dei nostri permette agli “Scorpioni Rossi” di portarsi meritatamente in vantaggio. Mister Atzei prova così a giocare la carta Melis per cercare di arginare le veloci percussioni di Piredda e Orrù e portare il baricentro della squadra simalese alla linea di centrocampo, gli sforzi dei nostri vengono ripagati quando al 18’ Diana si infila tra due uomini e verticalizza per Vizilio il quale di prima intenzione fredda il portiere avversario. E' di nuovo pareggio!  La tenacia  dei padroni di casa viene però premiata da un siluro terra-aria di Orrù che riporta in vantaggio i suoi, ma non è finita, quando ormai il primo tempo sembra destinato a finire all’ultimo secondo gli scorpioni trafiggono un incolpevole Cadau e si portano sul doppio vantaggio!

Nell’intervallo Mistermone carica i suoi che si ripresentano in campo con Melis sulla destra, Vizilio centrale difensivo, Diana a sinistra e Manca S. punta centrale. E' proprio Manca S. a creare scompiglio nella difesa avversaria con un generoso pressing, ma i mastini del Genoni, fisicamente prestanti concedono pochissimo. Vizilio che in quanto a esperienza non è secondo a nessuno legge bene la situazione e con una percussione indirizza il pallone lì all’angolino dove il portiere non può arrivare, è 4 a 3 e siamo incredibilmente ancora in partita! A questo punto però qualcosa gira storto ai simalesi che vengono castigati da un chirurgico tiro a fil di palo dei genonesi che si portano sul 5 a 3. Mistermone chiede il cambio e fa rientrare Manca G. per dare più incisività sulla fascia destra, la scelta viene premiata e Manca G. con un preciso diagonale accorcia le distanze marcando la quarta segnatura per i nostri. Ma è tutto inutile oggi anche la dea bendata ha girato le spalle ai marmillesi e sorriso ai sarcidanesi e nel momento di maggior sforzo una disattenzione ci costa cara, Piredda lasciato ancora una volta solo supera in scioltezza il generosissimo Cadau e mette la partita in cassaforte! I nostri però non ci stanno e tentano ancora una volta di assaltare la diligenza. Discesa di Diana sulla sinistra e preciso assist per  Manca S., l’astutissimo “Pato” simalese non ci pensa due volte e con una spettacolare girata di sinistro ci porta a meno uno! A questo punto tutto è in ballo e i tre minuti che seguono sono incandescenti, i padroni di casa per la prima volta hanno “paura” degli indiavolati simalesi che danno il tutto per tutto pur di raggiungere il pari e potersi giocare un “Olin” ai calci di rigore, ma l’ultima occasione non produce il tanto sperato pareggio e l’arbitro senza un “solo” minuto di recupero fischia la fine di un’appassionante gara che ha visto la capolista uscire dal “caldo” comunale di Genoni a testa alta e con la convinzione che nell’anticipo di giovedì notte contro la fortissima Maroso servirà qualcosa in più.



7^ di ritorno del Campionato di Calcio a 5  C.S.I.           13.03.2010              

I panzer simalesi non fanno sconti a nessuno, nemmeno alla sfortuna

SIMALA - VALDEROA A    4-3

Formazione: Atzei, Concu, Diana, Manca G., Vizilio. A disp.: Manca S., Cadau.

Marcatori: 8’ Concu, 5’st. Vizilio, 8’st. Vizilio, 14’ st. Concu

 Ci sono partite nelle quali tutto potrebbe andare storto. Partite in cui il nome e il blasone non contano niente. In una giornata in cui la classifica subisce inattese rivoluzioni il Simala vince tutte le avversità e consolida il primato in classifica con una prova opaca e carica di tensione ma che conferma i continui progressi dei ragazzi di Mister Atzei. Solite assenza pesanti per i nostri e solita buona partenza che mette subito in difficoltà un Valderoa che non è venuto a Simala per fare la comparsa. Pochi minuti e il clima è già caldo, tanto che i supporters locali cominciano a sentire il dolce profumo del gol. Il capitano Concu e particolarmente ispirato; ha voglia di fare, sa bene quanto sia importante una vittoria, sa che oggi non si può sbagliare. Al 8’ l’azione offensiva è bruciante; il sempre l’inesauribile Vizilio serve Concu con un preciso assist, il centrale simalese non ci pensa su e con un preciso collo destro fa uno a zero. Dopo appena un minuto potrebbe esserci il raddoppio ma la conclusione di Vizilio è fuori di poco. L’entusiasmo è a mille e già si pensa alla goleada; ma è proprio quando tutto sembra andare per il meglio che il Valderoa rialza la testa. In pochi minuti la gioia passa e si comincia a soffrire. Per dieci minuti i nostri subiscono l’iniziativa avversaria che a stento viene contenuta. Ogni tentativo di reazione risulta vano e il rischio di capitolare è sempre dietro l’angolo. In casi come questi l’ordine e la disciplina fanno stare a galla la barca. Il Simala è bravo a mantenere alta la concentrazione, ma al 22’ alla prima disattenzione il Valderoa con un perentorio contropiede si presenta davanti ad Aztei che nulla può per impedire il pareggio. Uno a uno. Al 23’ entra Cadau per Manca G.. Il fantasista simalese prova subito un’accelerazione. E’ questione di secondi; una brutta botta e il nostro non è più in grado di proseguire. Piove sul bagnato  commenta un tifoso affezionato. E’ la conferma che la giornata non è delle migliori. Manca S. prende il posto dello sfortunato Cadau e i nostri attendono la fine del tempo continuando a soffrire e a rischiare di capitolare in più occasioni.  La sosta ricarica le batterie ai nostri, ma le sofferenze non sono finite. Al 3’ in un contrasto Diana riceve una pallonata al basso ventre. Il dolore è atroce e l’esterno è costretto a lasciare il campo. Entra Manca G.. La confusione tra i nostri è grande e il Valderoa ne approfitta subito e con il solito contropiede trafigge l’incolpevole Atzei. Uno a Due. Il silenzio cala sul campo; il timore che il tracollo possa essere vicino aggredisce tutti. E’ nei momenti difficili che i veri uomini devono dimostrare di avere le palle e i simalesi hanno le palle! Mister Atzei chiede a Diana di stringere i denti e lo ributta nella mischia. Il tecnico suona la carica e i ragazzi rispondono alla grande. Al 6’ è Vizilio a firmare il pareggio con un preciso tiro. L’inerzia della partita cambia in pochi secondi. Ora è il Valderoa ad essere in difficoltà e il Simala spinge sull’acceleratore. Ancora una volta è Vizilio con una delle sue temibili conclusioni a dare ai nostri il meritato vantaggio. Tre a due in 120’’. L’assedio prosegue e la segnatura sembra sempre più vicina. Gli ospiti provano una reazione ma la difesa è insuperabile e sventa il pericolo in più di un’occasione. Al 15’ gli sforzi dei nostri trovano soddisfazione e Concu servito con il contagiri dal rientrato Cadau firma la doppietta personale. Quattro a due. Nonostante sia sotto di due reti il Valderoa continua ad attaccare, fa un bel possesso palla chiudendo tutti gli spazi e proponendosi con velocissime ripartenze. I minuti passano e la sospirata fine s’avvicina ma le sofferenze non sono ancora finite. Al 21’il Simala si fa trovare scoperto e con  una ripartenza degna dei migliori velocisti il Valderoa fa quattro a tre. Gli ultimi quattro minuti vengono giocati nella più totale confusione e il fischio finale per una volta è una liberazione. Nella giornata più strana del campionato le posizioni in classifica cambiano, gli equilibri si modificano, una sola è la certezza: il Simala è lì, e anche quando la giornata è storta porta a casa il risultato.



   6^ di ritorno del Campionato di Calcio  a 5  C.S.I.                                    06.03.2010

 

    Mamma  quanto è tosto questo Simala                                                                                                                              

 

Villanovaforru – Simala 2 - 9

 

           Formazione: Atzei; Concu; Diana; Manca G.; Vizilio.  A disp.: Manca S., Melis; Pusceddu.

              Marcatori: 5' Vizilio; 7' Vizilio; 23' Vizilio; 3' st. Concu; 4' st. Concu; 8' Manca G.; 9' Manca S.; 10' Manca S.;

  25' Pusceddu.

 Tra le tante cose positive della fredda trasferta di Villanovaforru, la più importante è certamente l'aver visto in campo una squadra con esse maiuscola che corre e lotta su tutti i palloni con una maturità fino a qualche settimana fa sconosciuta, segno inequivocabile di quanto il duro lavoro fatto dal mister e dai ragazzi nei mesi scorsi stia dando i suoi frutti. Il risultato non deve ingannare. Il Villanovaforru ha onorato il campionato con grande correttezza ed impegno, mostrando di essere una squadra che meriterebbe di essere molto più avanti in classifica. Purtroppo per lei il Simala di queste settimane è veramente incontenibile e come un rullo compressore travolge chiunque incontri. Fischio d'inizio alle 17:30. Mister Atzei manda in campo il rodatissimo quintetto base. I primi minuti sono di studio e i nostri capiscono subito che i padroni di casa non hanno voglia di farsi travolgere. Poco male pensano i simalesi che con il solito buon piglio cominciano a saggiare le resistenze della difesa avversaria. E' Vizilio il grande protagonista della prima fase dell'incontro. La punta simalese è incontenibile; corre, dribbla, tira. Sembra il Totti degli anni d'oro. Quando non bastano le buone i difensori locali usano le cattive, ma il nostro non conosce soste e guida i suoi alla ricerca del vantaggio. Al 5' gli sforzi di Vizilio vengono ripagati e con un preciso diagonale fa uno a zero. La pressione dei nostri si fa più forte e ancora Vizilio, su assist di Concu va al tiro e piega letteralmente le mani al portiere. Due a zero. Un uno due massacrante per chiunque, ma va dato merito al Villanovaforru di non essersi disunito e di aver continuato a giocare rendendosi pericoloso in più occasioni e trovando sulla sua strada il sempre insuperabile Atzei vero baluardo della difesa. I minuti passano e in più occasioni prima Manca G. e poi Diana sfiorano il gol. La partita e corretta e ben giocata e il numeroso pubblico non può certo lamentarsi. E' sempre Vizilio a guidare la carica ottimamente assistito da Manca G. che delizia il pubblico con le sue giocate di classe. Al 23' i prolungati sforzi dei nostri avanti vengono premiati. Ancora una volta Vizilio sempre più in versione Pupone de Roma con un'irresistibile azione personale firma la personale tripletta mettendo il sigillo ad una prestazione maiuscola. Si va al riposo con il morale alto e con la voglia di fare ancora meglio nel secondo tempo.

 La ripresa comincia con il Villanovaforru che prova ad accorciare lo svantaggio e produce subito il massimo sforzo. I nostri conoscono bene questi momenti e sanno come gestirli. Fanno sfogare gli avversari e aspettano il momento migliore per colpire in contropiede. Al 3' Manca G. ruba l'ennesimo pallone della sua partita e parte centralmente, sulla destra lo accompagna Concu che al limite dell'area riceve il pallone e con un preciso diagonale fa quattro a zero. Una straordinaria azione in velocità che fa gridare al replay ai sostenitori simalesi. Detto fatto, il capitano è sempre molto generoso e dopo appena 30'', stavolta su assist di Vizilio, calcia dalla stessa mattonella firmando un gol fotocopia che porta a cinque le segnature. Ora si viaggia sul velluto e tutte le giocate diventano più facili. Al 8' viene concessa al Simala una punizione sulla trequarti avversaria. Sulla palla si presenta Manca G. che da ormai qualche mese sta seguendo un corso di biliardo. La rincorsa e breve e la porta è lontana. In un silenzio quasi surreale l'esterno simale calcia; si sente solo un sibilo e il pallone s'insacca al sette. Straordinario. Sei a zero. I padroni di casa per la prima volta sbandano e i nostri subito ne approfittano. Esce Vizilio ed entra Manca S. che come suo solito ritocca il record di velocità di segnatura e su assist di Diana fa sette a zero. La giovane punta simalese e carica a mille e dopo appena un minuto raddoppia di rapina e porta le segnature a otto. A questo punto Mister Atzei fa un drastico cambio di linea e inserisce Pusceddu e Melis per Manca G. e Diana. Lentamente i padroni di casa si riprendono dal momento di sbandamento e cercano di rendersi pericolosi. I nostri continuano ad attaccare; Pusceddu è indemoniato e va al tiro in più occasioni ma trova sulla sua strada una difese non disposta a concedere altre segnature. 



 

5^ di ritorno del Campionato di  Calcio a 5  C.S.I.                               25.03.2010

 

Una luce si vede all'orizzonte: Che sia...

 

Simala - Maroso 2 - 1

 

 

FORMAZIONI: Atzei, Concu, Diana, Vizilio, Manca S.  A disp.: Cadau, Pusceddu, Melis, Manca G.

 

MARCATORI: 6'  Manca S., 2' st. Manca G.

 

 

 

 Quando il calcio regala poesia...

C'è una cosa che accomuna i grandi campioni che giocano le grandi finali e i ragazzi che corrono in un campetto di periferia. E' l'amore per il calcio. L'amore per uno sport che sa dare gioie immense e dolori atroci. L'amore per la voglia di mettersi in gioco e non mollare mai. Non perchè ci sia necessariamente qualcosa in palio ma per il semplice gusto di mostrare a tutti che si è degni di stare in quel rettangolo verde che sa dare emozioni uniche. In una tiepida serata Simala e Maroso hanno onorato il vero spirito del calcio, affrontandosi a viso aperto. Con coraggio e orgoglio. Senza paura e con la consapevolezza che solo la vittoria avrebbe dato un senso a tutta una stagione. Nessuno a lesinato le proprie energie, ne chi è sceso in campo ne chi dalla panchina non ha mai fatto mancare il proprio sostegno. Un pubblico fortunato quello simalese che ha potuto ammirare uno spettacolo tanto carico di emozione e patos che per un'ora ha rotto la routine della quotidianità e ha unito tutti, atleti e tifosi in un momento magico da ricordare. La partenza del Maroso è devastante. I nostri reggono il colpo ma soffrono e subiscono le iniziative avversarie. Il gol è nell'aria e arriva al 3' con una precisa transizione. Un brutto colpo per i nostri che ancora una volta subiscono il vantaggio avversario. La reazione non tarda ad arrivare e dopo 4' è subito gol. Vizilio parte in percussione e fa fuori mezza difesa avversaria, assist per Manca S. che con il più facile dei tapin insacca il pareggio. La partita si accende subito con fulminei capovolgimenti di fronte e pregevoli interventi degli estremi difensori. Nemmeno la durezza viene risparmiata e i falli si susseguono uno dietro l'altro. Pali e traverse, selve di gambe e miracoli dei portieri. fortune e sfortune si alternano sul campo di gioco e tengono inchiodato il punteggio sulla parità. Assistiamo compiaciuti a una lotta senza quartiere che ricorda lo scontro tra Scipione e Annibale a Zama. Ringhiano gli atleti in campo come fiere affamate e lottano su tutti i palloni. Nessuno è disposto a cedere un solo centimetro al temuto e rispettato avversario di mille battaglie. Tutti degni di rispetto e onore, tra i tanti che si alternano sul campo un pensiero va ad uno che è campione non solo nello sport ma anche nella vita. E' il centrale della Maroso. Diga invalicabile che regge alla spinta delle ondate simalesi. Salva tutto il salvabile e anche di più. Quando tutto sembra indirizzare al pareggio un lampo rompe il perfetto equilibrio che ha dominato l'incontro. Un gesto atletico di rara bellezza, di quelli che vorresti vedere e rivedere al replay. Di quelli che un calciatore ricorda per tutta la vita. E' il 2' del secondo tempo quando il Simala conquista un calcio di punizione al limite dell'area del Maroso. Sulla palla si presenta Manca G. Il suo volto e glaciale. Non è la paura a dominarlo ma solo un'accresciuta percezione delle cose. Il sudore che scende sulla fronte, il cuore che batte regolare, il respiro che si accorcia, gli occhi fissi la dove nessuno può arrivare. Tutti sanno che succederà ma nessuno ha il coraggio di dirlo o di pensarlo.




 4^  di ritorno del Campionato di Calcio a 5  C.S.I.                                  13.02.2010

 

      Nella serata più fredda dell'anno il Simala vince e si riprende la vetta della classifica                                                                                             

 

Simala - Calcio  Nuragus 9 - 0 

Formazione: Atzei; Mascia; Diana; Vizilio; Manca G.   A disp.: Melis; Manca S.; Cadau.

Marcatori: 7’ Diana; 18’Manca G.; 23’Vizilio; 4’st. Diana: 8’st. Vizilio; 11’st. Cadau; 12’st. Manca S.; 14’st. Diana; 23’st. Diana.

 Verrebbe quasi da non crederci eppure, con una prestazione sopra le righe, il Simala si sbarazza della pratica Calcio Nuragus e si riprende la vetta della classifica. Solita infermeria piena per Mister Mone, che per la quarta settimana consecutiva non riesce ad avere gli stessi effettivi a disposizione. A complicare le cose ci pensa la pesante assenza del capitano Concu. Forza e coraggio si va in campo lo stesso in un pomeriggio avaro di sole e prodigo di vento e gelo. Chiavi della squadra a Diana, con Mascia in copertura centrale, Vizilio sulla corsia di destra e Manca G. unica punta. L’inizio è tutto dei nostri che partono in quarta e mettono in difficoltà gli ospiti, che con ordine si difendono limitandosi alle ripartenze. Già al primo minuto è Diana che va al tiro e sfiora il vantaggio. Manca G. e Vizilio non sono da meno e si fanno sotto con preziose iniziative personali. I primi cinque minuti sono un incubo per gli ospiti che non riescono quasi mai a superare la metà campo e solo al settimo riescono ad andare al tiro ma Atzei con la solita sicurezza blocca a terra. La pressione aumenta e il vantaggio è nell’aria. Manca G. porta palla a centro campo, serve Diana sulla sinistra che parte in dribbling e, per festeggiare il carnevale, si beve la difesa e con un preciso diagonale batte il portiere. Uno a zero. Gli ospiti accusano il colpo e provano una reazione. Il rientrante Mascia non lascia spazzi alle percussioni centrali e quando il Nuragus riesce a passare trova il solito muro a difendere la porta. Per  il resto è un assedio dei Simalesi che hanno fretta e voglia di chiudere al più presto la pratica. E’ Diana a guidare la carica con iniziative personali che scaldano il sempre numeroso pubblico che assiste all’incontro. Al 18’ i ripetuti sforzi vengono ripagati e con un’azione corale in velocità Manca G. insacca il secondo gol. Due a zero. E’ un monologo quello dei nostri che solo al 21’ concedono il primo corner agli avversari che non riescono quasi più a contenere le sfuriate offensive dei nostri. Al 23’ Vizilio parte con le sue percussioni centrali e di forza insacca il tre a zero. La fine del tempo sembra il gong che salva dal ko un pugile suonato.  La ripresa si apre con Manca S. che prende il posto di Manca G. Il Nuragus ristorato dalla sosta prova da subito ad aggredire per non essere aggredito. Al 3’ Atzei compie un vero e proprio miracolo per impedire agli ospiti di accorciare le distanze. La cosa non piace ai nostri, soprattutto a Diana che si carica la squadra sulle spalle guida l’avanzata. Già al 4’ minuto con una brillante accelerazione sigla la personale doppietta. Quattro a zero. Il capitano è incontenibile e guida i compagni alla ricerca dell’ulteriore vantaggio. Nella foga e nell’autorità che mette in campo sembra di vedere Franz Beckenbauer: il libero d’attacco che corre, copre, difende, attacca, tira e segna. Al 7’ Melis prende il posto dell’ottimo Mascia e appena entrato serve a Vizilio una palla interessante che la punta Simalese sfrutta al meglio siglando la personale doppietta per poi lasciare il posto a Cadau. I nuovi entrati si danno subito un gran da fare. Melis è una roccia e con precisi anticipi sventa sul nascere le iniziative avversarie. Grande segno di maturità del terzino che migliora partita dopo partita, mostrandosi preziosissimo anche in fase offensiva dove, al 11’ con Manca S. confeziona il gol di Cadau. E’ un bel calcio quello che giocano i nostri, guidati dall’incontenibile Diana sempre più in versione Kaiser di Germania. Al 13’ è il momento di Manca S. di andare in gol e fare sei a zero. La partita sembrerebbe finita ma Manca S. e Cadau tengono ancora in ansia la difesa ospite. L’intesa tra i due e ottima e non manca di creare emozioni. Al 15’ dopo un bel servizio di Melis, Diana scaglia un bolide dalla trequarti trafiggendo l’incolpevole portiere che, come tutti i presenti, non può far altro che ammirare il gesto atletico del nostro. Il Nuragus è al tappeto e così il Simala tira i remi in barca e attende che arrivi la fine, ma al 23’ c’è ancora il tempo per permettere allo scatenato Diana di siglare il poker di gol portando così il punteggio sul nove a zero. Il triplice fischio fa esplodere l’esultanza simalese per una vittoria preziosissima anche alla luce della sconfitta del Maroso che rimanda i nostri in vetta alla classifica. A microfoni spenti Diana dedica il suo personale poker a quattro amici di vecchia data (France, Peppe, Nanni e Bandito) che con lui hanno condiviso numerose battaglie nel campo di Piazza Giovanni XXIII° a Cagliari.  Bravi ragazzi non vi si poteva chiedere di più. Continuate così.



3^  di ritorno del Campionato di  Calcio  a 5  C.S.I.                                                     30.01.2010

 

  Uno straordinario collettivo stende il Valderoa B             

                                     

Valderoa B – SIMALA  3 - 5

 

 

Formazione: Atzei; Concu; Diana; Manca G.; Vizilio. A disp.: Manca S; Melis; Cadau.

Marcatori: 5’ Concu; 18’ Manca G.; 6’st. Diana; 14’st. Manca G.; 23’st. Melis.

 Un vecchio adagio recitava:- La forza di una catena è uguale a quella del suo anello più debole-. Nel recupero di Villacidro uno straripante Simala ha dimostrato che, quando vuole, non ha anelli deboli. Partita fondamentale per la classifica dei nostri, contro un avversario in serie positiva che ha voglia di fare lo sgambetto alla corazzata del campionato. In otto abili e arruolati tra cui spicca il rientro di Cadau. La partenza è tutta dei Simalesi che si portano avanti con foga fin dal primo minuto. E’ Diana il primo a mettersi in evidenza con due iniziative personali. Al 3’ è subito gol. Vizilio conquista un angolo e lo batte rapidamente per l’accorrente Concu che di piatto fulmina il portiere. Uno a zero. La partita è gradevole e il vantaggio permette ai nostri di giocare di rimessa che al 8’ sfiorano il raddoppio con un contropiede di Manca G. Con il passare dei minuti la pressione aumenta: al 11’ traversa di Concu su prezioso assist di Vizilio e al 12’ tiro di Diana che sfiora il palo. Il Valderoa prova a reagire ma Atzei fa buona guardia ai pali e sventa prontamente ogni minaccia. Manca G. e Vizilio sono incontenibili e capitalizzano la loro intesa al 18’ quando con una straordinaria triangolazione in velocità i due arrivano sotto porta e Manca fa due a zero. E’ un bel Simala, che aggredisce e corre a perdifiato mostrando grande maturità ed intelligenza tattica. Al 19’ i nostri usufruiscono di un calcio di punizione dal limite dell’area. La mattonella ideale per il sinistro della difesa Concu, che dà fuoco alle polveri e fa partire una vera e propria cannonata che miracolosamente il portiere villacidrese devia in corner. Scampato il pericolo, i padroni di casa reagiscono e cominciano a far gioco. Al 20’ un prodigioso Atzei devia con uno straordinario tuffo la minaccia avversaria. Sulla ripartenza Diana triangola con Vizilio e prende il palo. Entra Manca S. per Vizilio. La giovane punta si mette subito in evidenza ma senza fortuna. Il primo tempo volge al termine ma il Valderoa non molla e dopo un lungo insistere accorcia le distanze al 23’. I nosrti accusano il colpo e sbandano paurosamente, tanto che al 24’ i padroni di casa centrano una traversa. La fine del tempo giunge in soccorso dei nostri pone fine alla foga dei Villacidresi.

La ripresa si apre con il Valderoa che generosamente si fa sotto per raggiungere il pareggio. La foga iniziale si spegne dopo pochi minuti quando Diana si lancia in uno dei suoi proverbiali dribbling stretti, si libera di tre avversari e conclude fuori di poco. L’esterno Simalese guida la carica dei nostri con giocate di pregio e conclusioni pregevoli. La costanza è premiata al 6’quando a seguito di una bella transizione di Concu, Diana insacca il tre a uno. Il Valderoa non ci sta e basta poco perché la partita s’incattivisca. Il nervosismo sale e in più di un’occasione si corre il rischio di perdere la testa. Passano i minuti e, nonostante lo svantaggio, i padroni di casa non mollano. Chi conosce il calcio sa che questo è il momento per dare il colpo di grazia, per fiaccare definitivamente le resistenze avversarie. Ed è proprio nel momento di massima confusione che Mister Mone cambia volto alla partita. Al 13’ manda in campo il rientrante Cadau per il generosissimo Manca S. Il Mario Kempes di Simala ci mette appena un minuto ad entrare in partita. Al 14’ prende palla nel cerchio di centro campo e viene immediatamente circondato da due difensori Villacidresi. Spalle alla porta, con la pressione avversaria addosso. Basta un’occhiata. Il pallone sparisce e miracolosamente riappare nei piedi dell’accorrente Manca G. che tutto solo e con la solita freddezza insacca siglando così la doppietta personale. Quattro a uno. Una magia degna di Harry Potter quella della mezz’ala Simalese. Cadau è proprio incontenibile e in più di un’occasione va vicino alla segnatura. Ora la partita è in pieno controllo e con tranquillità si può attendere la fine. Al 21’ l’esausto Manca G. lascia il posto a Melis. Con le ultime forze il Valderoa si fa sotto e al 22’ va in gol su errore della difesa. Quattro a due. La segnatura non turba i nostri che alla ripresa con una straordinaria azione corale mandano in palla la difesa avversaria. Cadau serve un assist con il contagiri a Melis che con precisione chirurgica segna il cinque a due. Siamo ai titoli di coda. A tempo ormai scaduto il Valderoa usufruisce di un calcio di punizione dal limite e segna il definitivo cinque a tre.   Una bella vittoria ed una prova convincente dei nostri, figlia dell’impegno di tutti e delle scelte azzeccatissime di Mister Mone. La strada è ancora tanta ma il Simala è sempre lì a lottare e a non soffrire di vertigini.



2^ di ritorno Campionato di Calcio a 5 C.S.I.                                                  05.02.2010

 

  All'ultimo respiro le doppiette simalesi domano il Mogoro                                                                          

       Mogoro - Simala  5 – 6

 

Formazione: Atzei; Concu; Diana; Manca G.; Manca S.   A disp.: Vizilio; Pusceddu S.

 

Marcatori: 7' Manca S.; 13' Vizilio; 18' Diana; 5' st. Diana; 22' st. Manca S.; 24' Vizilio

 

Nell'anticipo di venerdì con una straordinaria prova d'orgoglio il Simala piega le resistenze del Mogoro e resta agganciata alla vetta. Serata ventosa al comunale di Masullas con i nostri che si presentano ancora a ranghi ridotti. Mister Mone si gioca dal primo minuto la carta Manca S. per scardinare la difesa di casa che tra le mura amiche da filo da torcere a tutti. Squadra tosta il Mogoro, un buon mix di tecnica e forza fisica che sa dare del tu al pallone. La partenza è buona e già dopo pochi secondi Concu va al tiro e sfiora il palo. Il Simala sembra in buona condizione e prende subito in mano il pallino del gioco. La foga è tanta e le due compagini si affrontano senza timori, mostrando entrambe ottime doti tecniche. Cinque minuti di ottimo calcio si succedono a gran velocità e solo le prodezze dei due portieri mantengono la parità. Al 6' Manca S. serve Diana che in velocità va al tiro e manda fuori di poco. Sul ribaltamento di fronte la difesa si fa trovare sbilanciata e subisce l'iniziativa avversaria che aumenta la pressione e costringe i nostri in corner. Il Mogoro batte in tutta fretta e, approfittando del momento di sbandamento,  punisce il Simala e fa uno a zero. Brutta botta per i nostri che fino a quel momento si erano ben comportati. Il gol lascia confusi i nostri che ora subiscono la pressione avversaria che cresce e paga subito con l'immediato due a zero. Ci sarebbe spazio per lasciarsi andare allo sconforto, ma i nostri sanno come gira il calcio e mantengono la testa sulle spalle. Forte del doppio vantaggio il Mogoro allenta la pressione e si addormenta quel tanto che basta per permettere a Manca S. d'infilare la difesa e accorciare le distanze. Due a uno, ma c'è poco da esultare perchè sullo slancio la punta simalese s'infortuna e chiede il cambio. Entra Vizilio e la pressione dei nostri aumenta mettendo in seria difficoltà la difese mogorese che vacilla in più occasioni. La generosità del forcing è tanta ma il pareggio non vuole proprio arrivare, e anche il palo dice no ai nostri. Al 13' Vizilio si lancia in una delle sue classiche percussioni centrali e di rabbia fa due a due, ma non si esulta. I crampi lo colpiscono e anche lui è costretto a lasciare il campo. Entra Pusceddu S. e come suo solito si piazza al centro dell'attacco rendendosi subito pericoloso. Il nuovo entrato fa salire bene la squadra e con il suo gioco di sponda agevola gli inserimenti delle ali che arrivano in assistenza. Al 16' Concu recupera un buon pallone e rilancia per Pusceddu S. che con uno spettacolare tacco serve Diana che va al tiro e fa la barba al palo. Il gol è nell'aria e al 18' sempre Pusceddu serve Diana che stavolta non sbaglia e fa tre a due. Forti del vantaggio i nostri continuano a spingere. Facendo così si aprono al contropiede del Mogoro che non ci sta a perdere e produce lo sforzo massimo. Sforzo che paga al 21' e porta al pareggio. Come spesso accade nelle ultime partite i nostri accusano il colpo dopo una segnatura avversaria e ,nel tentativo di recuperare, prestano il fianco alle ripartenze. Cosa che accade puntualmente e al 22' il Mogoro fa poker. Ci sarebbe il tempo per tentare di accorciare le distanze, ma i nostri sentono la fatica e non riescono ad essere incisivi. Si va al riposo in svantaggio ma con la consapevolezza che i giochi siano ancora aperti. L'inizio della seconda frazione è tutta del Simala che si fa sotto e mette all'angolo il Mogoro che accusa il colpo e subisce l'iniziativa dei nostri. Il rientrato Vizilio guida la carica che porta i nostri al tiro in più occasioni. Il gol è vicino lo si capisce dalla confusione che regna nella difesa mogorese. Al 5' con una straordinaria azione corale i nostri infilano la difesa e Diana si presenta davanti alla porta trafiggendo l'incolpevole portiere. Quattro a quattro. E' il momento di produrre il massimo sforzo e i nostri non si tirano indietro ma l'estremo difensore avversario nega più volte il meritato vantaggio. Passano i minuti e la partita aumenta d'intensità; molti falli e brutte occhiate tra le parti. Passano i minuti e il risultato non cambia. In un baleno siamo al 15' e Mister Mone ributta nella mischia Manca S. per l'esausto Manca G.. Il nuovo entrato alza l'intensità del pressing agevolando così i recuperi dalla difesa che con Concu si fa sotto in più occasioni. Tutta l'inerzia sembrerebbe alle spalle dei nostri, ma proprio quando la partita sembra in mano il Mogoro rialza la testa e si fa sotto. Ci vuole il miglior Atzei per salvare il risultato, ma la pressione è tanta e da un'azione confusa il Mogoro pesca il jolly e con un delizioso pallonetto torna in vantaggio. Non sembra vero eppure siamo nuovamente sotto. La tensione è alle stelle ed esplode al 22' con un duro faccia a faccia che vede coinvolto Concu che si trasforma nell'incredibile hulk. Il gioco resta fermo per alcuni minuti. Sugli spalti i tre moschettieri del tifo simalese (Dino, Franco e Giorgio) incitano i nostri e li spronano a non mollare. La squadra colpita da tanta passione e attaccamento si stringe attorno al suo capitano e produce un ultimo disperato sforzo. Avanti alla disperata ma con lucidità e voglia di vincere. L'aria in campo cambia rapidamente e il Mogoro lo capisce. Il treno simalese riparte e va in pressione. E' il 23' quando il pressing insistito di Manca S. paga. Il Mogoro è alle corde e su azione confusa lo stesso Manca S. sigla il pareggio. Un urlo liberatorio si leva dal campo. Sono i nostri che esultano. Chiunque si sarebbe accontentato, non i nostri che nell'ultimo minuto continuano a spingere e quando il fischio è ormai vicino con un Vizilio in versione Panzer sfondano quel che resta della sfinita e coraggiosa difesa mogorese e segna il gol della vittoria. Un trionfo incredibile in circostanze incredibili. E' questo il Simala che tutti vogliono. Non si molla e si lotta sempre. Il campionato è ancora lungo e sono queste vittorie che alla fine fanno la differenza. Bravi ragazzi. Avanti così!


Andata


 15^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I.                                                       30.01.2010               

                              

                                          SIMALA  -  Dinamo Sardara 1-1  (4-3 dcr)

 

Uno straordinario pubblico trascina il Simala alla vittoria!

 

Formazione: Atzei; Concu; Mascia; Diana; Vizilio.   A disp.:  Pusceddu S.; Melis.

Marcatori: 12' st. Diana.

 

 Ci sono partite dove non basta dare l'anima e il cuore. Partite in cui tutto sembra andare storto. Partite in cui avresti proprio bisogno di un uomo in più. Oggi il Simala ha trovato il suo uomo in più. Un pubblico strepitoso che ha sostenuto la squadra dal primo all'ultimo minuto, spronandola, incitandola e, nel momento dei calci di rigore, sostenendo un Atzei in versione gatto di Odessa e intimorendo gli avversari. Una bella immagine di sport che mostra una volta di più quanto il paese si senta legato ai nostri che anche oggi si sono presentati in campo fortemente rimaneggiati. In un pomeriggio polare Mister Atzei deve dare fondo a tutte le sue alchimie per schierare una formazione competitiva che sappia contrastare un Sardara in forte crescita. I nostri partono bene e con la solita generosità si fanno sotto rendendosi subito pericolosi con il sempre caparbio Vizilio che da solo tiene impegnata metà della difesa ospite. Che il Sardara non sia venuto a Simala a farsi suonare lo si capisce dopo pochi minuti quando, una volta retto alla sfuriata iniziale dei nostri comincia a farsi più intraprendente facendosi vedere dalle parti di Atzei che, come sempre si fa trovare presente. La partita è dura, le due squadre si affrontano a viso aperto senza farsi sconti, ma si capisce presto che qualcosa non va. Come accade ormai da qualche settimana si deve giocare su campi bagnati, al limite della praticabilità, e i nostri già in passato hanno dimostrato di non essere portati per il pattinaggio. Il primo a soffrirne è Diana che si esibisce in un paio di tuffi spettacolari, seguito poco dopo da Mascia e da Vizilio.  I minuti passano e il clima si scalda ma il risultato resta bloccato sullo zero a zero. Concu si mette in mostra con le sue proverbiali discese ma gli ospiti chiudono bene gli spazi e andare al tiro è sempre difficile. Al 13' Melis prende il posto di Diana e si rende subito pericoloso con un bell'affondo.  Conscio dell'inferiorità tecnica il Sardara si affida alle ripartenze mettendo in seria difficoltà i nostri. Al17' Diana entra per Mascia dando man forte a Vizilio che troppo spesso resta solo in avanti. La pressione dei nostri aumenta e il gol sembra nell'aria, ma proprio quando sembra che l'inerzia della partita ruoti a favore del Simala accade l'imprevedibile e sull'ennesimo contropiede il Sardara passa in vantaggio. Per i nostri è una botta, e il nervosismo in campo comincia a montare. Si va al riposo sotto di un gol e con tanta voglia di raddrizzare la partita. Come leoni in gabbia, i nostri passano l'intervallo a rimuginare sugli errori della prima frazione cercando, ognuno a modo suo, di caricarsi.

 L'inizio della ripresa è buono ma il Sardara si chiude a riccio e non lascia spazio alle iniziative dei nostri. Al 5' entra Pusceddu S. per Vizilio e da subito grande profondità alla manovra agevolando gli inserimenti di Diana e dell'instancabile Concu che macina chilometri come fosse in sella ad una Ducati. Il nervosismo sale, alimentato dalla frustrazione per il mancato pareggio. E' il momento peggiore per i nostri che alternano a momenti di forcing attimi di smarrimento. Proprio quando tutto sembra compromesso il tifo simalese fa sentire il suo sostegno alla squadra. Il pubblico è caldissimo e da forza ai nostri che a partire dal 10' producono il massimo sforzo e mettono alle corde gli avversari che accusano il colpo e cominciano a sbandare. Il gol ora è veramente nell'area ed è solo questione di tempo. Al 12' Diana va al tiro che viene prontamente contrato dal portiere. Il centrocampista simalese non si da per vinto e si fionda sulla ribattuta e di sinistro fa uno a uno. La dedica al pubblico è scontata che risponde con urla di gioia. In pochi minuti i nostri si trasforma e guidati da un capitano in versione Leonida aggrediscono un Sardara che, incassato il colpo, a fatica cerca di rialzarsi. L'aggressione finale non porta per pochissimo ad ulteriori segnature e la partita termina in pareggio e tutto verrà deciso ai calci di rigore. Una leggere pioggia comincia a cadere sul campo di gioco e chi scrive assiste ad una delle più belle scene a cui abbia mai assistito in tanti anni di sport. Tutto il pubblico simalese, unito da una passione comune, si va a disporre dietro alla porta in cui si batteranno i calci di rigore. Un'intero paese a coprire le spalle del portierone simalese che si esalta e para tre penalty che uniti alle realizzazioni di Concu, Vizilio e Mascia regalano due preziosissimi punti al Simala. La concomitante sconfitta del Maroso riporta i nostri in testa solitaria alla classifica.  Tanta sofferenza e tanto nervosismo, ma che bella partita e che bella dimostrazione d'affetto da parte del nostro fantastico pubblico.



12^ di andata del Campionato di Calcio a 5 C.S.I.                                                     09.01.2010

 

Las Plassas – SIMALA  6 – 5

 

Nell'acquario di Las Plassas il Simala arresta la sua marcia

 

FORMAZIONE: Atzei G.; Concu; Diana; Manca G.; Vizilio;  A disp. Manca S. Melis

MARCATORI: 15' Manca G.; 17' Diana; 23' Concu; 20'st. Manca S.; 23' Concu

 Un vecchio giornalista sportivo amava dire scherzando con gli amici: -Nel calcio per segnare servono i piedi, per non prenderle serve la testa e per vincere serve il culo-. Con l'espressione culo non si riferiva strettamente alla necessità di avere la fortuna dalla propria, bensì alla speranza che tutto andasse per il verso giusto. Nel pantano di Las Plassas il Simala Ha avuto i piedi, anche se un po' infreddoliti, ha avuto la testa, anche se un po' annebbiata dalla pioggia, ciò che è mancato è stato il culo.  Sarebbe facile elencare in quante occasioni durante il match le cose non siano andate per il verso giusto, da un campo impraticabile causa allagamento nel quale non si sarebbe duvuto giocare, se non altro per salvaguardare integrità degli atleti, dai falli che da sei diventano cinque nel primo tempo negando così il meritato tiro libero, dai corner inventati ai gol assegnati alla squadra sbagliata e che eroneamente fanno terminare l'incontro 7 - 4 e non 6 - 5 come realmente è terminato. Crediamo però sia più giusto limitarsi a raccontare la partita. Una brutta partita di calcio che a tratti assomiglia ad un match di hokey su ghiaccio, sport nel quale è facile vedere botte e scivolate. I nostri si presentano a Las Plassas fortemente rimaneggiati. Out Sitzia, Pusceddu S., Mascia e Pusceddu B. Mister Atzei conferma per 4\5 il quintetto che ha sconfitto il Sant'Eulalia. La partenza è buona, ma si capisce dai primi tocchi che su un campo simile per i nostri è difficile riuscire a giocare al meglio. Chi non mostra difficoltà sono i padroni di casa che sul bagnato sembrano volare e dopo poco prendono in mano il pallino del gioco. E' il 3' quando sul primo corner i nostri si fanno la proverbiale dormita concedendo al Las Plassas il primo vantaggio. Uno a zero. Inostri accusa il colpo e in men che non si dica sono già all'angolo come un pugile suonato. I padroni di casa approfittano del momento di sbandamento e al 4' su percussione centrale arriva il raddoppio. Due a zero.  E' un brutto momento per i Simalesi che si guardano smarriti. Con il passare dei minuti la pressione avversaria lentamente perde d'intensità, ma i nostri sono obbligati a sbilanciarsi per riprendere il doppio svantaggio prestando così il fianco ai micidiali contropiede. Si attacca con coraggio ma è difficile stare in piedi ed essere precisi con i passaggi, e così i risultati sono poco soddisfacenti. Al 10' sull'ennesima percussione avversaria nata dalla solita palla persa arriva il tre a zero. E' il momento peggiore per i nostri che però non mollano e lentamente cercano di riorganizzare le idee. Al 15' il Las Plassas commette il quinto fallo. Punizione dal limite dell'area. Sul pallone si presenta Manca G. che con potenza e precisione scaglia il pallone al sette battendo il portiere avversario. Tre a uno. Il gol da nuovo vigore ai nostri che con grande generosità si buttano in avanti. Al 17' dopo una bella azione corale Diana si libera al tiro e trafigge l'incolpevole estremo difensore. Finalmente sembra tornare il sereno, ma la gioia dura poco, appena un minuto e dalla solita leggerezze in fase difensiva arriva il quattro a due per i padroni di casa.  si accorge Il Las Plassas torna a spingere e al 20' arriva la quinta segnatura. Solo uno strepitoso Aztei in versione Spiderman riesce ad evitare un passivo ben peggiore. Nel mezzo dell'assedio i nostri riescono ad arrivare al sesto fallo ma il direttore di gara non si accorge e così si continua a giocare.  La prima frazione volge al termine ma c'è ancora il tempo per un ultimo motto d'orgoglio. E' il capitano che suona la carica e con un gran tiro insacca la terza rete per il Simala. Si va al riposo sul cinque a tre e con la convinzione che se ci si crede si può cambiare l'inerzia della partita. La ripresa si apre con la solita sfuriata dei padroni di casa che però non riescono a sfondare e vengono replicati dai nostri. La partita è brutta, squadre lunghe e poco ordine. Mister mone butta nella mischia Manca S. per far rifiatare l'esausto Vizilio. I minuti passano e nessuna delle due compagini riesce ad andare a segno. Al 14' un'azione offensiva si spegne sul fondo e i nostri rifiatano prima di rimettere la palla in gioco. Inspiegabilmente il direttore di gara concede il corner. I nostri protestano, gli altri ne approfittano e segnano il sesto gol.  Non ci si può far niente. Si può solo dare fondo alle ultime energie e cercare di rimettere sui giusti binari la partita. Lentamente i nostri prendono il controllo del match e si fanno sotto con maggiore intensità. Al 20' dopo un lungo forcing Manca S. porta il punteggio sul sei a quattro. I nostri attaccano, ci credono, non mollano. Al 22' i falli dei padroni di casa sono ancora una volta sei. Si va al tiro libero. Concu non fallisce e fa sei a cinque. La gioia è immensa, una marea di tempo da giocare e un solo gol da recuperare. Sembra troppo bello per essere vero. Infatti, ancora una volta il direttore di gara gela i nostri. Il punteggio è sette a quattro. L'arcano è presto svelato l'arbitro ha assegnato il gol di Manca S. al Las Plassas. La rabbia e la frustrazione assalgono i nostri che invano cercano di far comprendere l'errore al direttore di gara. Protestare non serve e i minuti passano in chiacchiere. Passa perfino la voglia di giocare quando accadono cose del genere. Nessun recupero e fischio finale. Una partita è solo una partita, la vita continua e il campionato pure. Ci saranno tempi e modi per rifarsi. Resta spazio per l'amarezza e la delusione per un risultato sfumato non perché immeritevoli ma perché non bravi a giocare a hokey,  a pattinare, a farsi rispettare, o più semplicemente perché il culo non stava dalla nostra parte.  




11^ di andata del Campionato di Calcio a 5  C.S.I.                                                            02/01/2010       

 

 SIMALA – Sant'Eulalia 11 – 0

 

l'anno nuovo comincia col botto...

FORMAZIONE: Atzei G.; Concu; Diana; Manca S.; Vizilio  A disp. Mascia; Melis

MARCATORI: 6' Manca S.; 15' Concu; 23' Vizilio; 25' Concu; 1'st Concu; 6' st Diana; 14' st Vizilio; 15' st Concu; 17' st Diana; 20' st Manca S.; 25' st Melis

 Con il netto successo sul Sant'Eulalia in un freddo e ventoso pomeriggio si apre il 2010 della polisportiva Simala che continua la sua inarrestabile marcia in vetta al campionato. Causa infortuni e impedimenti vari sono solo sette gli abili arruolati agli ordini di Mister Mone che, vista la penuria di centrocampisti sceglie una formazione fortemente offensiva. La partenza è di quelle a rallentatore, il vento freddo non aiuta a prendere il giusto ritmo e il campo bagnato rende precario l'equilibrio. I nostri prendono subito in mano l'inerzia del match, ma è difficile giocare in velocità e per questo ci si affida all'iniziativa personale e al tiro dalla distanza. Al 4' Diana prende palla sulla trequarti sinistra e si esibisce nella sua classica imitazione di Alberto Tomba. Fuori due avversari in un fazzoletto di campo e velenosissimo tiro di mezzo esterno. Il fendente supera il portiere immobile e si stampa sulla traversa per poi ricadere sulla linea di porta ed essere spazzato dalla difesa. Il numeroso e infreddolito pubblico simalese comincia a scaldarsi e sentire nell'aria profumo di vantaggio che si materializza due minuti dopo. Diana riparte sulla fascia e scaglia un bolide mancino, il portiere cagliaritano si distende ed intercetta la conclusione, ma sulla ribattuta si materializza il sempre puntuale Manca S. che di piatto sigla l'uno a zero. Il Sant'Eulalia accusa il colpo e non riesce a reagire al crescente forcing dei nostri che si fanno sotto con foga ed entusiasmo. Al 10'  Concu prende palla sulla metà campo e vistosi smarcato avanza di qualche metro e scaglia un tiraccio che centra il palo lasciando di ghiaccio gli avversari. Sulla rtibattuta si avventa Vizilio che serve Diana che senza pensarci tira in  porta e colpisce la sua seconda traversa. I minuti passano veloci e il raddoppio arriva al 14' quando l'inesauribili Vizilio serve Concu per il più facile dei gol. Due a zero. Cominciano i cambi con l'ingresso di Mascia per Diana e di Melis per Manca S. I nostri sono in controllo totale e al 23' Concu ruba palla e restituisce il favore a Vizilio che implacabile fa tre a zero. Rientra Diana per Vizilio e tutti aspettano la fine della prima frazione di gioco. Tutti tranne il capitano che al 25' ormai passato ha ancora la forza e la grinta per partire nei suo proverbiali coast to coast e trafiggere per l'ennesima volta il portiere avversario. Si va al riposo felici contenti e sul quattro a zero.

 

 La ripresa del gioco è a mille, al 1' l'incontenibile Vizilio serve ancora una volta Concu che fa tripletta. I nostri spingono con forza e vanno in più occasioni vicini al gol specie con Manca S. che ci prova in tutti i modi. Al 4' Manca S. lascia il posto a Melis che si mette subito in mostra per alcune giocate di pregio tra cui un assist con il contagiri per Diana che in girata fa sei a zero. I cagliaritani sono omai allo sbando e i nostri, consci del risultato acquisito, tirano i remi in barca limitandosi a giocare di rimessa. Al 14' Vizilio, da sempre appassionato di percussioni centrali, prende palla al limite dell'area e supera di prepotenza tutti i giocatori avversari portiere compreso. Sette a zero e apoteosi per i nostri. Rientra Manca S. per l'esausto Vizilio e subito serve l'assist per il personalissimo poker del capitano. E' il 15' e la partita è ormai finita. C' è una sola squadra in campo ed è il Simala. Al 17' Diana con un tiraccio dalla distanza fa doppietta e al 20' Manca S. lo eguaglia con una pregievole azione personale. Resta il tempo per i titoli di coda e per permettere al sempre prezioso Melis di festeggiare con il gol un'altra convincente prestazione. Il fischio finale pone fine all'agonia dei cagliaritani che certamente avrebbero fatto volentieri a meno di giocare una simile partita. Ai nostri resta la soddisfazione di aver mantenuto alta la concentrazione e l'intensità nonostante la mediocrità dell'avversario. Merito del Mister e dei Ragazzi che con dedizione e impegno continuano la marcia verso quella che speriamo alla fine sia una vittoria.



05/12/2009                                                            

 

San Paolo SINI - SIMALA 5-5  9-7 d.c.d.r.

 FORMAZIONE: Atzei M.; Concu; Diana; Sitzia; Manca G.  A disp.: Vizilio; Pusceddu S.; Melis; Manca S.  

MARCATORI: 5' Concu;  5' st. Vizilio;  15' st. Sitzia;  16' st. Manca G.;  22' st. Manca G.

  Uno strepitoso Sini e i calci di rigore interrompono la striscia di vittorie del Simala

Nella fredda serata di Sini il Simala dice addio all'imbattibilità in campionato e al primato in classifica. Che non sarebbe stata una trasferta facile lo si sapeva dall'inizio, ciò che non si poteva immaginare era un andamento tanto bizzarro del match. L'impatto con l'incontro è di quelli degni dei miglior film di Dario Argento: 11 secondi, lancio lungo in avanti, malinteso difensivo e la frittata è subito fatta. Uno a Zero. Cala il silenzio al comunale di Sini. Nessuno si rende conto di cosa sia realmente successo, ma una cosa è certa: sarà una partita in salita. Il Simala si butta generosamente in avanti alla ricerca del pareggio e in pochi minuti saggia più volte i riflessi del portiere di casa che risponde sempre presente.  Al  5° Diana scaglia un diagonale dalla destra che viene ribattuto prima sul palo e poi in angolo. Va a batterlo Sitzia che mette in mezzo una palla di straordinaria precisione che Concu insacca con un tapin vincente. Uno a uno. Anche dopo il pareggio i nostri tengono in mano il pallino dell'incontro mettendo più volte in seria difficoltà la difesa del Sini che con ordine e disciplina risponde colpo su colpo. C'è un'aria strana in campo, non è il solito Simala esuberante che stende gli avversari nel primo tempo e contiene nel secondo. Al 16' Sitzia lascia il posto a Vizilio che dopo pochi secondi scalda le mani dell'estremo difensore avversario senza però riuscire a segnare. La frustrazione per la mancata segnatura segna l'animo dei simalesi che cominciano a concedere troppo spesso la ripartenza agli avversari. E' il 22' quando, da un'innocuo retropassaggio, la difesa va in bambola e viene immediatamente punita. Due a uno. Si va al riposo in svantaggio e con la testa offuscata dalle due sberle appena prese. Il secondo tempo si apre con un'assalto all'arma bianca. Il mister lascia in panchina Diana e ributta dentro Sitzia che da subito si mette in luce con un paio di iniziative personali prontamente sventate dal portiere. Come nel primo tempo il pareggio arriva nuovamente al 5'. Sull'ennesima ribattuta del portiere su tiro di Manca G. si avventa Vizilio che di forza punisce il Sini. Raggiunto il pareggio il Simala tira i remi in barca e, pur mantenendo il pallino del gioco, non riesce più ad impensierire il Sini che si limita al solito gioco di rimessa affidandosi ai contropiede. La partita s'innervosisce ulteriormente e alcune decisioni del direttore di gara finiscono per incattivirla. E' il 10' quando, con il solito contropiede da manuale, il Sini torna per la terza volta in vantaggio. Esce Vizilio ed entra Pusceddu che da subito cerca di dare maggiore profondità alla squadra, ma la confusione è ormai totale: lanci lunghi, passaggi sbagliati, falli inutili e troppe parole al vento fanno il gioco del Sini che occasionalmente continua a rendersi pericoloso. Al 13' torna in campo Diana che prende il posto di Concu al centro della difesa. Sembra quasi non si veda uscita dal tunnel nel quale i nostri si sono cacciati, ma il 15' Sitzia pesca il jolly e con un bolide dalla trequarti mancina trafigge la difesa del Sini. Tre a tre. Rincuorata dal pareggio la squadra riprende a fare gioco e dopo appena un minuto Manca G. con un perfetto diagonale dalla destra porta per la prima volta il Simala in vantaggio. L'urlo liberatorio dei simalesi è lungo e prolungato. Sembra quasi possa iniziare un'altra partita, ma gli entusiasmi vengono subito sopiti. Il Sini riprende con ordine a fare il suo catenaccio chiudendo con ordine ogni varco. Al 19' Vizilio rientra per Pusceddu ma il Sini non molla. E' il 21' quando con la solita ripartenza e il classico tiro della domenica i padroni di casa acciuffano il pareggio. Il Simala stavolta non accusa il colpo e produce in pochi minuti il massimo sforzo alla ricerca del successo. La tenacia paga e al 22' con una perfetta punizione al sette l'ispiratissimo Manca G. riporta avanti il Simala. Siamo ai titoli di coda. Sembra quasi fatta ma, come in ogni incubo che si rispetti il finale non è mai rose e fiori. Rientra Concu per Manca G. e il Sini con le ultime energie si proietta in avanti. La paura fa 90 e il Simala si chiude a riccio nella speranza di portare a casa il risultato. Il 25' è già passato quando da l'ennesima incomprensione nasce un angolo per il Sini. Nel parapiglia generale tutti urlano, si agitano, cercano conforto. Pochi secondi di ordinaria follia e quando il lume della ragione riappare in campo ci si accorge che il pallone è per la quinta volta alle spalle di Atzei M. . La partita termina sul cinque pari. Come sempre accade i rigori sono più una questione di fortuna che di bravura. Il Simala arriva ai penalty come un pugile suonato e lascia strada ai cecchini del Sini che di colpo fanno perdere ai nostri imbattibilità e primato.





2^ di andata del campionato di calcio a 5 C.S.I.                                      23.12.2009

 

Il Natale quando arriva a Simala è carico di doppiette

 

Simala – Mogoro 6-0

 

FORMAZIONE: Atzei G.; Concu; Diana; Manca S.; Manca G. A disp. Atzei M.; ViziIio; Melis

MARCATORI: 9' Diana; 7' st. Diana; 17' st. Manca S.; 20' st Manca G.; 22' st. Manca G.; 25' st. Manca S.

Simala. Con la vittoria sul Mogoro il Simala si riprende la vetta della classifica e festeggia il Natale nel migliore dei modi. I nostri si presentano a “sa cruxi manna” fortemente rimaneggiati: out  Pusceddu S., Sitzia, Mascia e Vizilio a mezzo servizio causa influenza. Partita sempre difficile quella con i vicini di Mogoro, quasi un derby. Squadra tosta, ben disposta in difesa ed abituata a non mollare fino all'ultimo secondo che si presenta reduce dalla bella vittoria sul Sini. Mister Mone manda in campo un quintetto leggero con l'ormai ben rodato duo difensivo Concu - Diana a protezione di Atzei G. e davanti la Manca Bros. Company, per la prima volta dal primo minuto. Al fischio d'inizio i nostri partono carichi e desiderosi di far bella figura davanti al sempre presente e caloroso pubblico di casa e dopo appena trenta secondi Diana si libera per il tiro che viene bloccato a terra dal portiere avversario. Lo spirito è quello buono e il Mogoro dopo pochi minuti è già chiuso all'angolo, ma ciò nonostante si difende con ordine lasciando solo in poche occasioni la libertà di concludere in porta. E' solo al 4' minuto che gli ospiti riescono ad andare al tiro; su punizione. Tiro secco e deciso, di quelli che fanno preoccupare i portieri. Tutti tranne il nostro che interviene sicuro e sventa la minaccia. I minuti passano e la pressione dei simalesi aumenta mettendo alle corde la difesa mogorese che lentamente comincia a perdere lucidità. Il gol è nell'aria, e al 9' la premiata ditta Manca con uno stretto fraseggio in aria libera al tiro Diana che con un preciso mezzo esterno trafigge il portiere avversario. Uno a zero. E' il momento delle sostituzioni e Vizilio prende il posto di Manca S.. La partita si anima e i molti capovolgimenti di fronte la rendono particolarmente gradevole. Diana è il più ispirato in questa fase e va al tiro in più di un'occasione. Anche il Mogoro fa la sua parte ma si trova di fronte un Concu insuperabile e un Atzei imbattibile. Al 15' Manca G. lascia il posto a Melis che appena entrato serve un pollone d'oro a Vizilio che va vicinissimo al raddoppio. Il neo entrato si mette in luce anche 18' quando va al tiro in ben due occasioni e solo i pronti riflessi del portiere mogorese gli negano la meritata segnatura. Ci si avvicina a ritmo serrato alla fine del tempo e il Mogoro aumenta il ritmo del forcing offensivo che fa sbandare in alcune occasioni la nostra difesa, quando questa si lascia andare alle distrazioni e ai rischi inutili. Il riposo arriva come una liberazione e aiuta i nostri a riprendere fiato. La ripresa si apre con una pregevole iniziativa di Vizilio che va al tiro, ma ancora una volta senza fortuna. Sembra un buon inizio quello dei nostri, ma è solo un fuoco di paglia, il Mogoro ricomincia a spingere e a mettere in difficoltà i nostri che al 4' rischiano la capitolazione, ma ancora una volta l'ottimo Atzei compie due interventi di livello e toglie le castagne dal fuoco. E' il momento migliore per i mogoresi che hanno ormai il pallino del gioco in mano e sentono vicino il profumo del pareggio. Uno di quei momenti che i vecchi cultori del pallone adorano perché è proprio quando si è alle corde che si riesce a piazzare meglio il colpo del KO, la zampata che spezza le reni e rende inutile ogni tentativo di rimonta. I nostri lo sanno. Stringono i denti. Aspettano. Aspettano che i furiosi avversari sbaglino, si scoprano, lascino un varco nel quale infilarsi. E' il 7' Concu fa ripartire l'azione d'attacco, Vizilio e Manca G. rifiniscono per Diana che con la freddezza di Iceman dribla un avversario danzando sulle punte e con le solite tre dita gela il portiere mogorese. Due a zero. L'urlo di gioia dei nostri si accompagna a quello del pubblico sbalordito dalla stupenda azione corale. Comincia un'altra partita, come prevedibile la spinta del Mogoro si arresta di schianto e i nostri riprendono a macinare gioco e occasioni da gol. Gli ospiti ci mettono minuti a rimettere il naso dalle parti di Atzei G.. Al 11' Manca S. prende il posto dell'esausto Vizilio e la partita cambia nuovamente la sua fisionomia. Si torna ai tanti capovolgimenti di fronte e i nostri cercano l'azione di rimessa. Il mai domo Mogoro per la terza volta rialza la testa e prova a riaprire l'incontro. Ancora una volta i nostri sono alle corde e ancora una volta si aspetta. In un vecchio film Gastone Moschin definiva il genio come Fantasia, Intuizione, Decisione e Velocità di esecuzione. Al 17' Manca S. la mette in pratica alla precisione. Ruba palla al limite della nostra area, si libera di un' avversario e dopo una fuga in avanti trafigge con un delizioso tocco il portiere in uscita. E' l'apoteosi. Il Mogoro è domato. Le gambe diventano molli, la lucidità svanisce, le forze finiscono di schianto. La Manca Bros. Company comincia a macinare gioco. I due sono indiavolati e nei cinque minuti che mancano al fischio finale esaltano il pubblico con ottime giocate e con numeri di pregevole fattura. Al 20' tapin vincente di Manca G. su assist di Manca S.. Quattro a zero. Al 22' gol di Manca G. che con una delle sue classiche accelerazioni personali si libera di due avversari e firma la doppietta personale. Cinque a zero. Al 25' mentre scorrono i titoli di coda Manca G. restituisce l'assist a Manca S. che firma il definitivo sei a zero. E' il trionfo. Ennesima vittoria che riporta i nostri in vetta alla classifica e che mostra alle inseguitrici che, in casa, il Simala i gol sa soltanto segnarli.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

  FINALI  REGIONALI  2010  C.S.I.

 

 SARDEGNA

 

 

1^ GIORNATA - GIRONE A

LURAS  23 MAGGIO 2010 (Organizzazione COMITATO GALLURA/ANGLONA)

Gara 1- Ore 10:00    ATHENA/FUTSAL -  SIMALA                                                   3 - 1

Gara 2- Ore 11:00      NICOLINO BERTI - ASD MURUROA                                        7 - 1

Gara 3- Ore 16:00      ATHENA/FUTSAL - NICOLINO BERTI                                     0 - 7

Gara 4- Ore 17:00    POL. SIMALA - ASD MURUROA                                            6 - 3

 

 

1^ GIORNATA - GIRONE B

IGLESIAS   23 MAGGIO 2010 (Organizzazione COMITATO CARBONIA/IGLESIAS)

Gara 1- Ore 10:00      ASD VILLA AZZURRA - RED SCORPIONS 2007

Gara 2- Ore 11:00      CALCETTO CLUB OLLASTRA - ASD PERFUGAS

Gara 3- Ore 16:00      ASD VILLA AZZURRA - CALCETTO CLUB OLLASTRA

Gara 4- Ore 17:00      RED SCORPIONS 2007 - ASD PERFUGAS

 

2^ GIORNATA - GIRONE A

SIMALA   02 GIUGNO 2010 (Organizzazione COMITATO DEL MEDIO CAMPIDANO)

Gara 1-Ore 10:00     NICOLINO BERTI -  SIMALA                                                    1 - 3

Gara 2 - Ore 11:00     ASD MURUROA - ATHENA/FUTSAL

 

2^ GIORNATA - GIRONE B

LURAS   02 GIUGNO 2010 (Organizzazione COMITATO DI GALLURA/ANGLONA)

Gara 1- Ore 10:00      RED SCORPIONS 2007 - CALCETTO CLUB OLLASTRA

Gara 2 -Ore 11:00      ASD VILLA AZZURRA - ASD PERFUGAS

Gara 3- Ore 16:00      CALCE TO CLUB OLLASTRA - ASD VILLA AZZURRA

Gara 4- Ore 17:00      REO SCORPIONS 2007 - ASD PERFUGAS

 

SEMIFINALI

MILIS  06/06/2010 (Qrganizzazione COMITATO DI ORISTANO)

Semifinale 1                Ore 10:00       NICOLINO BERTI  -   RED SCORPIONS                4 - 3

Semifinale 2               Ore 11:00       ASD VILLA AZZURRA   -   SIMALA                   4 - 3

 

                                                        FINALI

 

Finale  3°/4° posto     Ore 16:00       RED SCORPIONS     -    SIMALA                         8 - 3

Finalissima                  Ore 17:00       NICOLINO BERTI    -    VILLA AZZURRA               5 – 3

 

 

CAMPIONE REGIONALE 2010: NICOLINO BERTI di Iglesias